BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI .BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI - IAS

download BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI .BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI - IAS

of 81

  • date post

    25-Aug-2018
  • Category

    Documents

  • view

    215
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI .BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI - IAS

  • BILANCIO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI

    INTERNAZIONALI

    - IAS 38

    Dott. RENZO PARISOTTO

    Universit degli Studi di Bergamo

    Anno accademico 2014/2015

    Bergamo, 18 Marzo 2014 (1 parte)

  • 2

    INDICE

    Le attivit immateriali (IAS 38)

    Richiamo allo IAS 36: perdita di valore

    Le attivit immateriali nella Circolare 262/05

    OIC: Impairment e avviamento

    Appendice: trattamento contabile dellimposta sostitutiva

    sullaffrancamento dellavviamento ex DL 185/2008

  • 3

    INDICE

    Le attivit immateriali (IAS 38):

    le immobilizzazioni immateriali e gli IAS/IFRS;

    ambito di applicazione dello IAS 38;

    definizione e concetti;

    valutazione iniziale;

    valutazione successiva;

    vita utile;

    tabelle concettuali;

  • 4

    Le immobilizzazioni immateriali e gli IAS/IFRS

    Le immobilizzazioni immateriali sono disciplinate dallo IAS 38.

    Le attivit immateriali sono caratterizzate da:

    non monetariet

    identificabilit

    assenza di consistenza fisica

    Possono essere rilevate in bilancio come attivit immateriali solo se:

    identificabili

    controllate dallazienda

    ci si aspettano benefici economici futuri

    il costo pu essere ragionevolmente stimabile

    Non possono essere mai capitalizzate:

    spese di avviamento di unattivit o di unazienda;

    spese di formazione del personale;

    spese di pubblicit e/o promozione;

    spese di ricollocamento o di riorganizzazione di parte o di tutta lazienda.

  • 5

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

    Lambito di applicazione

    Lo Ias 38 deve essere applicato per la contabilizzazione delle attivit immateriali, con le

    seguenti eccezioni:

    attivit immateriali che rientrano nellambito dellapplicazione di un altro principio;

    attivit finanziarie, come definite nello Ias 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e

    valutazione;

    diritti minerari e spese di esplorazione o sviluppo ed estrazione di minerali, gas naturale

    e risorse naturali simili non rigenerabili;

    attivit fiscali differite, contratti di locazione ed attivit derivanti da benefici a dipendenti;

    Il principio contabile non si applica alle attivit immateriali destinate ad essere cedute nel

    normale svolgimento dellattivit (Ias 2 e Ias 11); non si applica, tra laltro, allavviamento

    acquisito in unaggregazione aziendale, al quale si applica lIFRS 3, ai diritti contrattuali

    degli assicuratori in contratti assicurativi, ai quali si applica lIFRS 4 e alle attivit

    immateriali, classificate come possedute per la vendita alle quali si applica lIFRS 5.

  • 6

    Unattivit immateriale, al fine delliscrizione in bilancio, deve essere

    identificabile: lo IAS 38 precisa che unattivit immateriale soddisfa il criterio

    della identificabilit quando:

    separabile, ossia capace di essere separata o scorporata dallimpresa e

    venduta, trasferita, data in licenza, locata o scambiata, sia individualmente che

    insieme al relativo contratto, attivit o passivit, oppure

    deriva da diritti contrattuali o altri diritti legali, indipendentemente dal fatto che

    tali diritti siano trasferibili o separabili dallimpresa o da altri diritti e obbligazioni.

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

    Lambito di applicazione segue-

  • 7

    Le definizioni e i concetti pi significativi, contenuti nello IAS 38, utili per comprendere il

    contenuto del principio, sono i seguenti:

    Mercato attivo un mercato in cui esistono tutte le seguenti condizioni:

    a) gli elementi negoziati sul mercato risultato omogenei;

    b) acquirenti e venditori disponibili possono essere normalmente trovati in qualsiasi

    momento; e

    c) i prezzi sono disponibili al pubblico

    Attivit una risorsa:

    a) controllata dallimpresa in conseguenza di eventi passati;

    b) dalla quale sono attesi benefici economici futuri per limpresa.

    Valore contabile lammontare al quale unattivit rilevata nello stato patrimoniale

    dopo aver dedotto lammortamento e le connesse perdite per riduzione di valore

    accumulati.

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

    Definizione e concetti

  • 8

    Costo limporto monetario, o equivalente, corrisposto o il fair value di altri

    corrispettivi dati per acquisire unattivit al momento dellacquisto o della costruzione, o

    quando applicabile, limporto attribuito a tale attivit al momento della rilevazione iniziale

    secondo quanto previsto dalle disposizioni specifiche di altri principi contabili internazionali.

    Le spese successive sono sostenute, generalmente, per il mantenimento dei benefici

    economici futuri attesi e, pertanto, costituiscono costi di esercizio.

    Vita utile , alternativamente:

    il periodo di tempo nel quale limpresa prevede che unattivit sar utilizzata;

    il numero di unit prodotte o altrimenti ricavabili che limpresa si aspetta di ottenere

    dallutilizzo dellattivit.

    Valore ammortizzabile il costo di unattivit, o altro valore sostitutivo del costo, al

    netto del suo valore residuo.

    Ammortamento la ripartizione sistematica delle quote di ammortamento di

    unattivit immateriale lungo il corso della sua vita utile.

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

    Definizione e concetti segue -

  • 9

    Valore residuo di unattivit immateriale lammontare stimato che limpresa

    otterrebbe attualmente dalla dismissione dellattivit, dopo aver dedotto i costi stimati della

    dismissione, qualora lattivit avesse gi let e fosse nella condizione prevista alla fine

    della sua vita utile.

    Valore specifico per limpresa il valore attuale dei flussi finanziari che limpresa

    prevede di ottenere dalluso continuato di unattivit e dalla sua dismissione alla fine della

    sua vita utile o prevede di sostenere quando estingue una passivit.

    Perdita per riduzione di valore lammontare per il quale il valore contabile di

    unattivit eccede il valore recuperabile.

    Sviluppo lapplicazione dei risultati della ricerca o di altre conoscenze a un piano o

    progetto per la produzione di materiali, dispositivi, processi, sistemi o servizi, nuovi o

    sostanzialmente migliorati, prima dellinizio della produzione commerciale o

    dellutilizzazione.

    Ricerca unindagine originale e pianificata intrapresa con la prospettiva di

    conseguire nuove conoscenze e scoperte, scientifiche o tecniche.

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

    Definizione e concetti segue -

  • 10

    Il principio contabile internazionale 38 definisce unattivit immateriale come

    unattivit non monetaria identificabile priva di consistenza fisica.

    Le caratteristiche necessarie per soddisfare le definizione di attivit immateriale e,

    conseguentemente, consentirne liscrizione nellattivo dello stato patrimoniale, sono:

    lidentificabilit;

    il controllo;

    lesistenza di benefici economici futuri.

    La mancanza di anche uno solo di questi tre requisiti comporta liscrizione del costo

    in conto economico, nellesercizio in cui stato sostenuto.

    Identificabilit

    Il primo requisito soddisfatto quando, alternativamente, lattivit immateriale:

    pu essere separata o scorporata dallimpresa, ceduta, trasferita, data in

    licenza, affittata o scambiata, sia singolarmente che unitamente a contratti,

    attivit o passivit ad essa legate;

    deriva da altri diritti contrattuali o legali, indipendentemente dal fatto che

    questi diritti siano trasferibili o separabili dallimpresa.

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

  • 11

    Controllo

    Il controllo sussiste quando limpresa in grado di ottenere i futuri benefici economici

    generali dallattivit e di limitare laccesso a tali benefici ad altri soggetti.

    Generalmente il requisito in esame trae origine da diritti legali tutelati dalla legge (ad

    esempio diritti di brevetto); lassenza di questi diritti comporta maggiori difficolt nel

    dimostrare il controllo.

    Lo IAS 38 riporta alcuni esempi:

    costi di formazione del personale dipendente;

    portafoglio clienti.

    Benefici economici futuri

    Lo IAS 38 non definisce in modo esaustivo il significato di beneficio economico futuro,

    ma si limita ad una esemplificazione dello stesso. I vantaggi derivanti da unattivit

    immateriale, possono includere:

    i proventi derivanti dalla vendita di prodotti o servizi;

    i risparmi di costo;

    altri benefici derivanti dallutilizzo da parte dellimpresa (esempio: lutilizzo della

    propriet intellettuale in un processo produttivo pu determinare una riduzione di

    costi piuttosto che un incremento dei proventi)

    ATTIVIT IMMATERIALI (IAS 38)

  • 12

    Valutazione iniziale

    Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al COSTO comprensivo degli oneri di diretta

    imputazione.

    Possono pervenire allazienda mediante tre modalit:

    1. acquisto da terzi

    2. generazione interna

    3. acquisizione nellambito di aggregazione aziendale

    Attenzione:

    le attivit generate internamente devono essere iscritte solo se ricorrono le seguenti

    condizioni e solo per la fase di sviluppo:

    possibilit tecnica di completare lattivit immateriale in modo da essere disponibile per

    luso o la vendita;

    intenzione di completare lattivit per usarla o venderla;

    capacit di usare o vendere lattivit immate