Attuazione Piano Ospedaliero ASL Salerno - .Umberto Di Filippo - Dott. ... Giova ricordare che...

download Attuazione Piano Ospedaliero ASL Salerno - .Umberto Di Filippo - Dott. ... Giova ricordare che Nocera

of 82

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Attuazione Piano Ospedaliero ASL Salerno - .Umberto Di Filippo - Dott. ... Giova ricordare che...

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

1

Attuazione Piano Ospedaliero ASL Salerno

Questo documento stato elaborato con il contributo dei seguenti tavoli di lavoro:

1. Tavolo di lavoro n. 1 PP. OO. G. da Procida, Cava , Mercato S. Severino - Dott. Fernando Chiumiento per la parte dellintesa riguardante il P.O. da Procida - Dott. Luigi Memoli - per la parte dellintesa riguardante il P.O. da Procida - Dott. Generoso Conforti - per la parte dellintesa riguardante il P.O. di Mercato S.

Severino

- Dott. Giovanni DAngelo - per la parte dellintesa riguardante il P.O. di Mercato S. Severino

- Dott. Vincenzo Crescenzo - per la parte dellintesa riguardante il P.O. di Cava e il P.O. di Sarno

- Dott. Antonio Cuciniello - per la parte dellintesa riguardante il P.O. di Cava e il P.O. di Sarno

- Dott. Vincenzo De Paola - per la parte dellintesa riguardante il P.O. di Cava e il P.O. di Sarno

2. Tavolo di lavoro n. 2 Emergenza territoriale e ospedaliera - Dott.ssa Gerarda Montella - Dott. Renato Di Marco - Dott. Giuseppe Basile - Dott. Domenico Violante

3. Tavolo di lavoro n. 3 Ospedale Valle del Sele - Dott. Adriano De Vita - Dott. Umberto Di Filippo - Dott. Tommaso Di Napoli - Dott. Antonio Lucchetti - Dott. Mario Minervini - Dott. Federico Pagano

4. Tavolo di lavoro n. 4 P.O. Nocera-Pagani - Dott. Maurizio DAmbrosio - Dott. Giovanni DAngelo - Dott. Antonio Lucchetti - Dott. Alfonso DArco

5. Tavolo di lavoro n. 5 - PP.OO. di Scafati, Sarno e Castiglione di Ravello - Dott. Vincenzo Crescenzo

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

2

- Dott. Antonio Cuciniello - Dott. Vincenzo De Paola - Dott. Alfonso Giordano - Dott. Domenico Violante

6. Tavolo di lavoro n. 6 PP.OO. di Agropoli, Vallo, Polla e Sapri - Dott. Giovanni DAngelo - Dott. Nicola Manzione - Dott. Pantaleo Palladino

A questi tavoli stato affidato il compito di predisporre un programma attuativo di quanto

previsto dal piano ospedaliero per i presidi di competenza. In considerazione della necessit di

dover chiudere pronto soccorso a seguito di processi di dismissione/riconversione/confluenza di

alcuni ospedali, stato affidato (tavolo n. 2) il compito di prevedere una riorganizzazione

dellemergenza territoriale che, tenendo conto di questi processi, garantisca il soddisfacimento dei

bisogni delle popolazioni interessate.

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

3

Premessa

Il piano attuativo stato elaborato sulla base di quanto previsto dal decreto n. 49 del 28

settembre 2010 del Commissario ad acta della Regione Campania.

Vi una criticit diffusa, legata alla carenza di risorse umane, in particolare di sanitari (dirigenza e

comparto).

Tale situazione ha determinato la necessit, per consentire ai presidi ospedalieri di garantire

almeno le loro funzioni essenziali, di ricorrere largamente allistituto del lavoro straordinario e

dellattivit libero professionale.

I processi di dismissione, riclassificazione e confluenza consentono di superare, almeno in parte,

tale criticit in quanto riducono il fabbisogno di risorse umane. Questo aspetto particolarmente

rilevante in caso di dismissione. Lo meno in caso di riconversione, in quanto talune risorse

umane sono comunque necessarie per garantire la nuova funzione ed altre nuove devono essere

acquisite. Anche la fusione produce effetti positivi qualora si associ ad accorpamenti e riduzione di

posti letto.

Va inoltre considerato che laddove si chiudano i pronto soccorso occorre prevedere un

potenziamento dellemergenza territoriale e, quindi, disponibilit di risorse umane.

stato altres valutata la possibilit di un utilizzo polifunzionale dei servizi diagnostici presenti in

queste strutture (per lemergenza territoriale e le attivit distrettuali) e la concentrazione in esse

di attivit territoriali quali continuit assistenziale e specialistica ambulatoriale.

Lapplicazione del piano va pianificata anche tenendo conto delle caratteristiche del territorio e

della capacit di dare risposte delle strutture ospedaliere che fanno parte della rete

dellemergenza. In particolare, per larea Nord (agro nocerino-sarnese), pianificata la chiusura

dei pronto soccorso di Scafati e di Pagani, mentre i presidi di Mercato S. Severino e Cava de

Tirreni diventano plessi dellAzienda Ospedaliera di Salerno. Per questi ultimi due la loro funzione

nella rete dellemergenza deve essere definita dallAzienda Ospedaliera.

La principale criticit legata alla critica situazione organizzativa e strutturale in cui versa

attualmente il pronto soccorso di Nocera in particolare e tutto lospedale in generale.

Giova ricordare che Nocera presidio sede dellemergenza di III livello, con emodinamica e

neurochirurgia. Ospita inoltre molte discipline specialistiche.

La chiusura degli altri pronto soccorso dellagro pu essere pianificata solo dopo aver risolto le

criticit di questo ospedale. Tale soluzione passa attraverso il completamento dei lavori del nuovo

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

4

pronto soccorso e la delocalizzazione nel Plesso di Pagani di almeno parte delle attivit di tipo

elettivo, che in questo momento appesantiscono Nocera, condizionando la sua capacit di dare

risposte efficienti alla domanda di prestazioni in generale, e di emergenza in particolare.

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

5

Tavolo di lavoro n. 1 per lattuazione del decreto del Commissario ad Acta n. 49 del 28/9/2010

parte intesa con AOUI Ruggi dAragona PP. OO G. da Procida, Cava , Mercato S. Severino

I componenti del tavolo tecnico hanno provveduto ad una verifica dei Presidi Ospedalieri di Cava dei Tirreni, Mercato S. Severino e G. Da Procida per il rilievo delle UU.OO. attivate e del personale impegnato.

In particolare, il decreto del Commissario ad acta n 49 del 28/09/2010 prevede per il Presidio di Cava de Tirreni lelaborazione di una proposta, per gli aspetti squisitamente tecnico-sanitari, in intesa con i rappresentanti dellAzienda Ospedaliera.

A tal riguardo va premesso che i lavori della commissione si sono svolti in assenza della componente dell AOUI Ruggi dAragona e, pertanto, risultano inevitabilmente parziali e non conclusivi.

In previsione del necessario confronto fra lAOUI e lASL Salerno si intende sottolineare la carenza complessiva nei Presidi Ospedalieri dellAzienda Territoriale di risorse umane e, in particolare, di personale sanitario.

Va altres rilevato che in rapporto al ruolo nella rete dellemergenza che lAzienda Ospedaliera di Salerno preveder per i presidi ospedalieri di Cava de Tirreni e Mercato S. Severino deve essere eventualmente adeguata la rete dellemergenza territoriale. Lapposito tavolo dellemergenza territoriale ha previsto, in caso di chiusura dei Pronto Soccorso di questi presidi, listituzione di postazioni PSAUT nel territorio dei Comuni di riferimento.

Relativamente alle attivit diagnostiche (laboratorio analisi e diagnostica per immagini) svolte nei Presidi Ospedalieri Da Procida di Salerno, Fucito di Mercato S. Severino e S. Maria dellOlmo di Cava de Tirreni, va sottolineata la notevole valenza che esse hanno ai fini del soddisfacimento della domanda territoriale.

Di ci bisogner tener conto nei processi riorganizzativi, in particolare l dove siano previste fusioni o riconversioni.

Apposite indicazioni sui criteri da utilizzare, per leventuale passaggio di personale e di attrezzature dalla ASL Salerno allAOUI, sono in via di definizione nelle strutture competenti.

La commissione ha tenuto conto di quanto espresso nel Piano di Rientro ovvero del disegno organizzativo stabilito nel decreto n. 49 del 27 settembre 2010 per ogni ospedale.

Nel rispetto dei posti letto individuati per ogni presidio dal Piano di Rientro e delle relative direttive, vengono fornite alcune indicazioni circa gli assetti, in ragione di alcune necessit evidenziate anche dai direttori sanitari dei vari presidi, al fine di un migliore adeguamento della nuova configurazione del presidio da loro diretto alle reali necessit.

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

6

Tenuto conto che trattasi di un riordino dei presidi in un ampio progetto di rientro della spesa continuamente in crescita, tutte le indicazioni, che questo tavolo tecnico si sente di fornire, sono orientate ad un sistema utile ed economico, sicuramente efficiente e senza che vengano, in nessun caso, superati i limiti imposti dal riassetto.

Per ogni presidio viene riportato lo schema riassuntivo della dotazione di posti letto e del personale, sulla base dei dati forniti dai relativi Direttori Sanitari, onde consentire una valutazione di massima, suscettibile di una approfondita indagine in ognuna delle UU.OO. dei presidi.

sede legale via Nizza, 146 - 84124 Salerno

7

Cosa prevede il piano ospedaliero

Per lAzienda Ospedaliera Integrata con lUniversit (A.O.I.U.) Ruggi dAragona, III livello della rete dellemergenza di riferimento per tutto lambito provinciale, programmato un potenziamento per garantire lespletamento delle funzioni assistenziali, didattiche e di ricerca della facolt di medicina e chirurgia della Universit di Salerno. Pertanto allazienda sono annessi, qua