ATTESTATI E RICONOSCIMENTO CREDITI EmIAS IFRS ... Cambiamenti nei principi contabili e correzione di...

Click here to load reader

  • date post

    07-Feb-2020
  • Category

    Documents

  • view

    2
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of ATTESTATI E RICONOSCIMENTO CREDITI EmIAS IFRS ... Cambiamenti nei principi contabili e correzione di...

  • EmIAS/IFRS/OIC Executive Master

    IL BILANCIO DI ESERCIZIO Principi contabili nazionali, internazionali e disciplina fiscale

    Edizione 2013/2014

    Numero Verde

    800-‐901194 Numero Verde

    800-‐901195

    PER INFORMAZIONI

    LUISS Business School

    Divisione MBA & Master Viale Pola 12 -‐ 00198 Roma

    Segreteria EmIAS

    Tel: +39 06 85 222 325

    Fax: +39 06 85 222 326

    e-‐mail: [email protected]

    www.mba.luiss.it/emias

    ATTESTATI E RICONOSCIMENTO CREDITI

    Al termine del Master sarà rilasciato un attestato di partecipazione a coloro che avranno frequentato almeno l’80% delle attività di formazione previste dal programma.

    Verrà richiesto all’ordine professionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma il riconoscimento di 80 crediti formativi, a cui si aggiungono i crediti per materie obbligatorie.

    QUOTA DI ISCRIZIONE

    4.000 Euro + IVA 21% da corrispondere in due rate:

    2.000 Euro + IVA 21% per perfezionare l’iscrizione entro il 30 Novembre 2013

    2.000 Euro + IVA 21% entro il 28 Febbraio 2014

    MODALITÀ DI PAGAMENTO

    La quota d’iscrizione può essere pagata mediante bonifico bancario -‐ indicante gli estremi del partecipante e il titolo del Master – a favore di:

    LUISS Guido Carli -‐ Divisione LUISS Business School -‐ c/c 400000917 -‐ ABI 02008 -‐ CAB 05077 -‐ ENTE 9001974 -‐ IBAN IT17H 02008 05077 000400000917 -‐ Unicredit Banca di Roma -‐ n. agenzia 274 -‐ dipend. 31449 -‐ Viale Gorizia, 21 -‐ 00198 Roma

    Partner

    PROGRAMMA

    PROGRAMMA

    A -‐ Principi generali

    Introduzione ai Principi contabili nazionali e internazionali

    Schemi di bilancio (IAS 1 e IAS 7 -‐ OIC 12)

    Cambiamenti nei principi contabili e correzione di errori (IAS 8)

    Fatti intervenuti dopo la data di redazione del bilancio (IAS 10 -‐ OIC 29)

    Il segment reporting (IFRS 8)

    Il bilancio infrannuale (IAS 34)

    Le operazioni con parti correlate (IAS 24 -‐ OIC 12)

    La transizione ai principi contabili internazionali (IFRS 1) e la transizione ai principi nazionali (Principio contabile nazionale)

    Riserve nel bilancio di esercizio redatto in conformità agli IAS: principali differenze con l’impostazione nazionale

    disciplinati

    La disciplina dell’IRES e dell’IRAP per le imprese IAS adopter

    Impatti degli IFRS su sistemi informativi e processi gestionali

    La comunicazione, l’informativa societaria ed il ruolo dell’investor relator dei soggetti IAS adopter

    B -‐ Attività materiali e immateriali

    Attività materiali

    (IAS 16, IAS40 – OIC 16)

    Attività immateriali (IAS 38 – OIC 24)

    Accordi per servizi in concessione (IFRIC 12)

    Le perdite di valore (IAS 36 – OIC 9)

    perdita di valore

    di valore

    Attività non correnti possedute per la vendita (IFRS 5)

    Contributi pubblici (IAS 20)

    Strumenti finanziari: presentazione in bilancio e distinzione equity-‐liability (IAS 32 – OIC 11, OIC 19 e OIC 28)

    strumento rappresentativo di capitale

    dalle società

    dalle società

    Strumenti finanziari: rilevazione e valutazione (IAS 39 e IFRS 9 – OIC 15, OIC 20 e OIC 21)

    IAS 39 (costo ammortizzato e fair value)

    Strumenti finanziari derivati (IAS 39 e IFRS 9)

    e verifica dell’efficacia

    Strumenti finanziari: informativa di bilancio (IFRS 7)

    F -‐ Special topic (materie obbligatorie)

    Ordinamento Professionale

    Organizzazione dello studio professionale

    Deontologia professionale

    Formazione professionale

    C -‐ Costi e ricavi

    Ricavi (IAS 18 – OIC 11)

    Rimanenze (IAS 2 – OIC 13)

    fungibili

    Lavori su ordinazione (IAS 11 – OIC 23)

    commessa completata

    Accantonamenti, passività ed attività potenziali (IAS 37 – OIC 19)

    accantonamenti per ristrutturazione

    D -‐ Partecipazioni

    Conferimenti, fusioni e acquisti di rami di azienda nel sistema IFRS (IFRS 2 e 3) e nella normativa nazionale (OIC 4)

    e scelta delle regole applicabili

    pooling of interest

    Partecipazioni in impresecontrollate (IFRS 10 -‐ OIC 17 e OIC 21)

    Partecipazioni in imprese collegate (IAS 28 – OIC 17 e OIC 21)

    Accordi a controllo congiunto (IFRS 11)

    Benefici ai dipendenti e Fondo TFR (IAS 19 – OIC 19)

    internazionali e nazionali

    complementare

    Imposte correnti e differite (IAS 12 – OIC 25)

    Operazioni in valuta (IAS 21 – OIC 26)

    E -‐ Relazioni

    Nota integrativa (art. 2427 c.c.) e relazione sulla Gestione (art. 2428 c.c.)

    Relazione del Revisore e del Collegio Sindacale

    Istituto per il Governo Societario (I.G.S.)

  • OBIETTIVI L’EMIAS/IFRS/OIC si pone l’obiettivo di analizzare in modo diffuso ed esaustivo la disciplina dei principi contabili nazionali ed internazionali al fine della formazione dei bilanci di esercizio conformemente a tali principi ed alle regole civilistiche.

    La trattazione sarà arricchita da implicazioni di carattere fiscale.

    Lo scopo è anche quello di confrontare i due schemi di bilancio, mettendone in evidenza le principali differenze.

    In particolare, ogni singola voce di bilancio verrà trattata e studiata a fondo dal punto di vista della prassi contabile nazionale e internazionale.

    L’obiettivo è soprattutto quello di fornire ai partecipanti del Master EMIAS/IFRS/OIC tutte quelle conoscenze pratiche indispensabili per la corretta redazione del bilancio di esercizio.

    Il Master è organizzato secondo la formula week end. Le lezioni si terranno il venerdì pomeriggio.

    Il metodo didattico, di carattere pratico-‐operativo, prevede un inquadramento normativo nella prima fase (BASE), ma anche e soprattutto la discussione di casi aziendali al fine di fornire a tutti i partecipanti strumenti di immediata applicabilità (AVANZATO).

    La trattazione è dunque accompagnata da esercitazioni, documenti e casi pratici.

    A CHI È RIVOLTO

    praticamente le conoscenze acquisite in ambito universitario relativamente alla redazione del bilancio di esercizi

    ORGANIZZAZIONE

    : Franco Fontana

    Romana di Ragioneria

    Coordinatore del Master: Paolo Moretti

    Fondazione Accademia Romana di Ragioneria e Istituto

    Comitato Scientifico Niccolò Abriani,

    Stefano Amore

    Attilio Befera

    Componente del Comitato scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Paolo Boccardelli, Ordinario di Economia e

    Mario Civetta Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma

    Giuseppe Colavitti

    Adolfo de Rienzi dell’Accademia del Notariato e componente del

    Fabrizio Di Lazzaro, Ordinario di Economia

    Gianfranco Ferranti tributi -‐ Scuola Superiore dell’ Economia e delle

    scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Fabrizia Lapecorella

    di Ragioneria

    Valentina Lostorto

    Maurizio Leo

    di Ragioneria

    Andrea Monorchio, Ordinario Contabilità di Stato

    Giuseppe Pisauro, Rettore della Scuola Superiore

    Beniamino Quintieri,

    Vergata -‐ Componente del Comitato scientifico Istituto

    Carlo Salvatori

    Livia Salvini

    Accademia Romana di Ragioneria

    Massimo Tezzon

    Ivan Vacca,

    TUTOR D’AREA Maria Azzurra Marzano fornirà attività di assistenza durante lo svolgimento del Master

    FACULTY

    Nicola Caputo, Responsabile Fiscale Confagricoltura Stefano Ceccacci,

    Accademia Romana di Ragioneria

    Gianluca De Candia, Componente del Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Marco Di Capua,

    Accademia Romana di Ragioneria

    Annibale Dodero, Agenzia delle Entrate

    Nicola Forte, Componente del Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Angelo Garcea, Edoardo Marchetti, Funzionario Assonime Francesca Mariotti, Area Fiscalità, Finanza e

    Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Aldo Polito,

    Accademia Romana di Ragioneria

    Paolo Puglisi,

    Componente del Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Paola Rossi,

    Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Francesco Rossi Ragazzi,

    Componente del Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Guerino Russetti, Ministero dell’Economia e delle Finanze

    Paolo Savini,

    dell’Economia e delle Finanaze

    Laura Zaccaria, Roma, Componente del Consiglio di Sorveglianza

    Componente del Comitato Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    Andrea Angelino, Responsabile Amministrativo

    Cristina Bauco, Ricercatrice Fondazione Istituto di

    Scientifico Accademia Romana di Ragioneria

    INTRODUZIONE La globalizzazione dei mercati ha reso sempre più indispensabile armonizzare e analizzare i criteri di redazione dei bilanci delle imprese ai fini di un confronto degli stessi “nel tempo e

    Nel mercato globale, il bilancio ha assunto in maniera crescente una funzione fondamentale, in quanto, vi è una necessità impellente di mettere a disposizione degli operatori, esterni ed interni all’impresa e di tutti gli stakeholder, le informazioni sull’andamento economico, finanziario e gestionale della stessa.

    nel processo di armonizzazione imponendo agli Stati membri l’uso dei principi contabili internazionali (Inte