Analisi della Domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano

download Analisi della Domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano

of 48

  • date post

    29-Nov-2014
  • Category

    Environment

  • view

    101
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Analisi della Domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano

Transcript of Analisi della Domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano

  • 1. 2 Analisi della domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano Prefazione 1. Premessa 2. Metodologia 2.1. La terminologia dellindagine 2.2. Obiettivi dellindagine 2.3. La metodologia di ricerca 2.4. Le aziende coinvolte 3. Le evidenze dellindagine 3.1 Il campione 3.2 Le abitudini 3.3 La sicurezza percepita 3.4 Linteresse per la mobilit sostenibile 4. Conclusioni Indice p.4 p.8 p.12 p.13 p.14 p.15 p.16 p.18 p.19 p.24 p.34 p.38 p.46
  • 2. 3 Il tema della mobilit sostenibile diventato progressivamente uno degli argomenti di maggiore dibattito nellambito delle politiche ambientali nazionali e locali, che possiamo identificare con linsieme di azioni volte a ridurre limpatto ambientale derivante dalla mobilit delle persone e delle merci. Il settore dei trasporti produce oltre il 49% delle emissioni di polveri sottili (PM10 ) in Italia, di cui oltre il 65% di queste deriva dal trasporto stradale. Il sistema dei trasporti considerato uno dei maggiori responsabili dellinquinamento atmosferico e il traffico veicolare uno dei problemi comuni a molte citt europee: inquinamento atmosferico e acustico, sicurezza e qualit ambientale inadeguate rappresentano, infatti, le criticit pi evidenti per le aree urbane. Pi in generale la mobilit delle persone e delle merci una delle componenti fondamentali dellassetto del territorio poich uno degli strumenti essenziali per le attivit economiche e sociali. Lesigenza di rispondere adeguatamente ad una domanda di mobilit in continua crescita ha comportato, nellultimo decennio, un incremento consistente del sistema di trasporto privato, con un impatto ambientale negativo. Il miglioramento del sistema dei trasporti, in particolare in ambito urbano, rappresenta una delle priorit per le nazioni e per le citt che vogliono favorire una migliore qualit della vita dei cittadini, in termini di relazioni sociali e culturali. Se gi dallinizio del nuovo millennio lUnione Europea ha lanciato una serie di iniziative volte a migliorare la mobilit nelle aree urbane con lobiettivo di ridurre i costi ambientali derivanti dallutilizzo sfrenato dellautomobile (si veda ad esempio il progetto CIVITAS, iniziativa europea volta a promuovere la mobilit urbana sostenibileeafavorireloscambiodibuonepratiche),dallanciodellaStrategiaEuropa 2020 limpegno delle istituzioni di Bruxelles stato pi incisivo e determinato. A cominciare dallIniziativa Faro UnEuropa efficiente sotto il profilo delle Prefazione
  • 3. 4 Analisi della domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano risorse la Commissione Europea sottolinea limportanza di un approccio sostenibile ai trasporti di merci e persone per ridurre drasticamente le emissioni di gas serra a livello mondiale. Un impegno ribadito nel LIBRO BIANCO Tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti Per una tabella dei trasporti competitiva e sostenibile nel quale si ribadisce che i trasporti sono funzionali alla crescita economica e delloccupazione: e devono essere sostenibili in vista delle nuove sfide che viviamo. La Commissione Europea, pertanto, metter a disposizione degli stati membri, nella programmazione fondi 2014-2020 una serie di strumenti volti a finanziarie infrastrutture e servizi per garantire una migliore efficienza dei trasporti e una maggiore sostenibilit della mobilit urbana. Per il finanziamento di progetti dinfrastrutture nel settore dei trasporti si possono distinguere tre opzioni principali: - il Programma TEN-T (selezione progetti centralizzata a livello europeo, con bandi annuali e pluriennali), per cui il QFP approvato prevede la Connecting Europe Facility come strumento di finanziamento pluriennale; - il Fondo di Coesione, diretto a Stati membri con reddito nazionale lordo pro capite inferiore al 90% della media europea; - i fondi Regionali FESR con selezione a livello Regionale. Unaltra opportunit pi leggera di finanziamento EU per il trasporto sostenibile, rappresentata da Horizon 2020, che corrisponde alla convergenza del vecchio programma quadro della ricerca e del CIP (Competitiveness and Innovation programme) e che includer anche lIntelligent Energy Europe. In ultimo bene sottolineare come la Commissione europea considera strategici i Piani urbani della mobilit sostenibile (PUMS) e unopportunit unica per
  • 4. 5 laccesso ai fondi comunitari della nuova programmazione. In questottica si muove la Regione Puglia che sta attuando un percorso di sensibilizzazione e conoscenza dello strumento nei comuni pugliesi. Gli interventi legislativi regionali in materia di mobilit sostenibile sono stati determinanti nella creazione di un contesto favorevole. Dalla Legge regionale n.16/2008 che stabilisce come obiettivo del piano regionale dei trasporti quello di promuovere forme di mobilit sostenibile nei centri urbani e nei sistemi territoriali rilevanti, alla Legge Regionale n. 1/2013 che attiva la Regione Puglia a favore della realizzazione di interventi infrastrutturali per rendere le strade pi sicure anche per i ciclisti e pedoni, sul fronte della promozione di azioni di comunicazione, educazione e formazione sul tema della mobilit sostenibile, nonch sulla promozione dellintermodalit bici e trasporto pubblico. Un quadro normativo e di azioni allinterno del quale si inserisce a pieno titolo il progetto di ricerca Analisi della domanda di TPL per i lavoratori della zona industriale di Putignano, finanziato dalla Regione Puglia, nellambito del programma CREATTIVAMENTE(BandoPugliApedali)chehalobiettivoultimodiimpegnare il comune di Putignano nella promozione della mobilit sostenibile urbana mediante, anche, la realizzazione di un servizio bus-navetta che colleghi la citt con la Zona Industriale di Putignano.
  • 5. 6 Analisi della domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano 1. Premessa
  • 6. 7 Il progetto Analisi della domanda di TPL per i lavoratori della zona industriale di Putignano si inserisce allinterno di una spinta istituzionale locale nei confronti della mobilit sostenibile. Il comune di Putignano ha infatti avviato sin dal 2009 una serie di attivit istituzionali dedicate alla mobilit sostenibile. Ed inoltre ha garantito un forte sostegno agli enti no profit che pongono attenzione al tema. Limpegnodelterritorioafavoredellamobilitsostenibilesintetizzabileneiseguenti step: nel maggio 2009 viene inaugurata la Pista Ciclabile e Pedonale; ancora nel 2009 viene realizzata unindagine dei flussi veicolari cittadini che ha rappresentato il primo passo verso lo studio del Piano del traffico; sempre nel 2009 viene avviata per la prima volta, con risorse proprie e con la fondamentale e concreta partecipazione di un gruppo di genitori lesperienza del Piedibus che, da settembre 2012, grazie ad un finanziamento regionale e allimpegno dei due circoli didattici comunali, stato affiancato da un servizio di Ciclobus; lUfficio IAT (Informazione e Accoglienza Turistica), attivo a Putignano da dicembre 2010, inserisce fra i suoi servizi proposte culturali di turismo lento e sostenibile con ciclopasseggiate nel territorio urbano ed extraurbano; nellottobre 2011 Legambiente Putignano, insieme a MurgiAmbiente di Noci, ottiene un finanziamento nellambito del programma Crea-Attiva-Mente dellAssessorato Regionale alla Mobilit per il progetto La Ciclofficina; nel 2012 il Carnevale di Putignano, kermesse di punta delle iniziative culturali, turistiche e produttive della cittadina, sposa le tematiche della sostenibilit. Ledizione invernale dellevento lancia liniziativa Carnevale a pedali, realizzata nellambito del programma Crea-Attiva-Mente, in collaborazione con lAssessorato alla Mobilit della Regione Puglia e lAssessorato alla Cultura del Comune di Putignano; nellaprile 2012 lassociazione culturale putignanese La Goccia presenta il Premessa
  • 7. 8 Analisi della domanda di TPL tra i lavoratori della zona industriale di Putignano progetto per la promozione del turismo lento Andare per Masserie. Si tratta della realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale da ricreare, grazie a un cofinanziamento regionale, lungo strada comunale Femmina Morta. Putignanodunque,comunedelsud-estbaresedicirca28milaabitanti,sidimostrato negli anni unentit territoriale privilegiata dove poter sperimentare metodologie innovative ed integrate in materia di mobilit sostenibile. A dimostrazione di ci lAssessorato alla mobilit della Regione Puglia ha promosso a Putignano Non lasciamo le cose al caos, una tre giorni di incontri e dibattiti sulla mobilit possibile, che ha visto partecipare esperti del settore e cittadini di Putignano. Levento si concluso con il tracciare le linee guida di un piano della mobilit sostenibile da attuare sul Comune di Putignano e che trover attuazione nei prossimi mesi. La redazione del piano stata assegnata con un Avviso Pubblico del Comune di Putignano al Dott. Ing. Francesco Civitella, il quale concluder il suo lavoro entro linizio dellestate 2014. Allinterno del Piano della mobilit sostenibile del comune di Putignano stata lanciata la proposta di un ser