Alias 18maggio 2013

download Alias 18maggio 2013

of 16

  • date post

    03-Jan-2016
  • Category

    Documents

  • view

    122
  • download

    4

Embed Size (px)

Transcript of Alias 18maggio 2013

  • RAFFAELE K. SALINARI BENJAMIN E IL DIBBUK

    ARCHITETTURE PER LA CATASTROFE MARACHIARETTI KONCHALOVSKIJ LINDO FERRETTI

    METTETEQUESTOLIBROALSICURO,ALLAPORTATADEIBAMBINI,IN

    MODOCHE

    POSSANOSAPEREFINDASU

    BITODIUNMONDODALOROPOCODISTANTE

    DOVELIN

    DIFFERENZAEILRAZZISMOFANNOAPEZZIILORO

    COETANEICOMEFO

    SSEROBAMBOLEDIPEZZA

    ROCKNGOAL, STORIE DI CALCIO E MUSICA

  • (2) ALIAS18 MAGGIO 2013

    IL CINEMA MILITANTE

    Un readingmovieper ricordare

    Diciannove personalit leggono i capitolidel libro di Vittorio Arrigoni, lunica testimonianzadei ventidue giorni di bombardamento a Gaza,con 1400 morti tra cui 400 bambini

    di SILVANA SILVESTRI

    Stay Human, Restiamoumani - il film - una gigantescaoperazione di coinvolgimento permantenere viva la memoria diVittorio Arrigoni, il compagnoreporter volontario dell'Ism(International SolidarityMovement) che aveva il compitodurante loperazione PiomboFuso di aiutare sulle ambulanze ivolontari della Mezzaluna Rossa asoccorrere la popolazione di Gaza,vittima di un bombardamentodurante il quale furono distruttiospedali, scuole, moschee eabitazioni, utilizzando anchefosforo bianco sulla popolazionecivile, arma vietata da ogniconvenzione internazionale. Igiornalisti furono allontanati daGaza, il suo racconto lunicatestimianza di quella carneficina.Stay Human, Restiamo umani

    prodotto e diretto da di FulvioRenzi e Luca Incorvaia il ReadingMovie, la lettura capitolo percapitolo del libro che raccoglie irepostages di Arrigoni (Gaza.Restiamo umani. dicembre2008-gennaio 2009) editi dallamanifestolibri. Il libro diventatonon un semplice documentarioma unopera a pi voci, quelle diillustri testimoni che uno dopolaltro ne leggono le pagine,coinvolti e catturati dallaprofondit del testo, film che hacominciato a circolareinternazionalmente e che vieneproiettato gratuitamente: comecompiere un viaggio moltoimpegnativo, trovarsi proiettatinellassedio. impressionante,senza nessuna messa in scena esolo con la voce e le espressioni ditestimoni, come quelle dellamadre di Vittorio che anchesindaco di Bulciago, Egidia BerettaArrigoni che apre il film. E poi ildiplomatico tedesco StphaneHessel che fir la Dichiarazionedeidiritti umani, larcivescovoortodosso in esilio HilarionCapucci, Moni Ovadia, don Gallo,Noam Chomsky, LuisaMorgantini, Akiva Orr attivista dei

    diritti umani, Mohammad Bakri ilregista di Jenin Jenin, RogerWaters il componente dei PinkFloyd, il reporter di guerra AlbertoArce, autore del documentario ToShoot an Elephant, il professorIlan Papp dellUniversit diExeter, il rabbino David Weiss, ilpremio Nobel per la pace MaireadCorriganMaguire e tutti gli altri,un passaggio di fatti ed emozioniche sul sito(www.restiamoumani.com) oravengono segmentati fino afermare il respiro e lattenzione. una ricchezza che va mantenuta,ci dice Fulvio Renzi, artista emusicista a cui si deve lidea e larealizzazione del progetto e e checonosceva Arrigoni e lo avevaseguito negli ultimi tempi. Gliavevamo proposto di fare unapubblica lettura e lui avevaaccettato, gli piaceva questa idea. morto il 15 aprile e avrebbedovuto farla qualche giorno dopo.Avevo coinvolto ancheMassimo

    Arrigoni (un caso di omonimia)suo maestro di teatro, direcitazione e di musica che avevagi iniziato a scegliere i capitoliche avrebbe letto. Il 15 aprile,quando ho saputo che Vittorio erastato assassinato sono rimastogiorni a fissare il muro. Il 17 aprileci siamo ritrovati a casa diMassimo Arrigoni e abbiamorealizzato la prima lettura. Subitodopo con Luca abbiamo stilatouna lista di diciannove possibililettori, mettendo insiemepersonaggi anche improbabilicome Tarek Al, Brian Eno (che poiabbiamo scoperto non guardaneanche le mail, quindi non hamai saputo della nostra richiesta),alcuni non ci hanno neancherisposto. Abbiamo pensato di farfare questo reading ai pigrandi. Non sapevamo comesarebbe andata a finire, ma i pigrandi hanno accettato. Bisognaanche dire che alcuni non hannovoluto accettare, come DesmondTutu, o anche Dario Fo che non sisa perch non ha voluto leggere leparole di Vittorio. una storia chenon abbiamomai raccontato,adesso possiamo raccontarla.Abbiamo portato avanti ilprogetto come carri armati, per iprimi sette mesi da soli e senzafinanziamenti. Abbiamo lasciato inostri lavori. Io ho sempre fatto ilmusicista e avevo 3 tour inAmerica e altri lavori che miproponevano, Luca ha fatto lostesso: ha detto che per farequesto lavoro dovevamo lavorare24 ore su 24. Tantissime persone cihanno aiutato, sono stati fantastici(e lo fanno ancora), con 1700sottoscrittori quasi tutti italiani edora vorremmo aprire un crowfounding anche allestero. Un pocome ha fatto lui che ha lasciatotutto per portare il suo aiuto invarie parti del mondo: La prioritsopra le nostre famiglie, i nostriamici, i nostri lavori. La cosa bella che siamo riusciti a far leggeretutti i capitoli del libro e poi fare letraduzioni con 50 traduttorivolontari in 9 lingue, tra cui anchequelle meno frequentate, il croato,

    il giapponese, lo svedese. Macome siete riusciti a coinvolgerequei nomi? Conoscevano lattivitdi Vittorio? Stiamo ora lavorandocon Ronnie Barkan attivistaisraeliano che ha letto un capitoloe con lui stiamo organizzando untour in America e in Europa. stato difficile aspettare che alcunipersonaggi trovassero il tempo pernoi tra i loro impegni: Chomsky venuto in Italia per tre giorni eogni minuto era gi impegnato,cos poi lo abbiamo incontratodirettamente al Mit e ci haconcesso unora intera. AncheRoger Waters lo abbiamoincontrato a casa sua. Alcunisapevano di Piombo fuso, altrinon avevvano letto il libro, tuttisapevano che Vittorio era unattivista italiano, come RogerWaters (sar a Roma allo stadioOlimpico il 28 luglio con TheWalls, ndr). Li abbiamo ripresitutti alla prima ripresa, per fissarela prima emozione: Roger si vedeche mentre legge gli sale la rabbiae alla fine ci ha detto: voglio illibro, meraviglioso questo libro.Maguire lo conosceva, aveva giletto alcuni capitoli. Stphane

    RESTIAMO UMANISTAYHUMAN

    VIK, IL FILM

  • (3)ALIAS18 MAGGIO 2013

    A Gaza un plotone d'esecuzioneha messo Ippocrate controun muro, ha preso la mira

    e ha sparato(Capitolo X letto da don Andrea Gallo)

    Hessel non lo aveva letto ed curioso che era citato con fotonella copertina delledizionefrancese. La madre abbiamovoluto che aprisse il reading.Lintenzione di lasciare che sifruisca gratuitamente, ma sarebbebello poter trovare il modo diprodurre un dvd con tutti gli extrada vendere a prezzo popolare.Per lo stile di ripresa, per la sceltadei primissimi piani anzi deiparticolari del volto che seguonocon gli occhi o con la bocca leparole chiediamo al regista LucaIncorvaia: stato una necessit:nel momento in cui deviraccontare le parole di un librosenza modificarle, mentre in undocumentario devi aggiungereparticolari e un contesto, qui pernon far distogliere lattenzione venuto da s questo linguaggioche sembra essere funzionale.Quando vedi i vari capitoli entri inquesto linguaggio. Abbbiamo fattotante proiezioni con pubblicidiversi, anche nonparticolarmente legati al problemapalestinese e dopo unora diproiezione ci accorgevammo chela loro attenzione era catturata. un lavoro anomalo, non un film,non c nulla di finzione, non undocumentario, lo abbiamochiamato reading movie, non c

    altro termine per descriverequesto genere. Abbiamo scelto dinon far vedere mai il primo piano,ma solo il particolare: se vedi ilvolto di Roger Waters che unpersonaggio conosciuto, ti distrai.Solo alla fine vedi il volto intero, cimettono la faccia. C il gioco degliocchi e della bocca: quando vediuna bocca parlare, chi ti raccontaqualcosa come se lo avesse visto,quando vedi gli occhi come sericordasse qualcosa, innestaimmediatamenteunidentificazione. Eraimpegnativo prendere parole cosimportanti e gestirle. Non crecitazione, hanno letto tutti solouna volta e anche gli errori dilettura hanno avuto un senso.Potevamo eliminarli in montaggio,ma cos ancora pi umano, hadato pi credibilit. Era una leturavera di pagine mai lette prima ched lemozione della prima volta,con gli occhi che fanno piccolecontrazioni, piccoli dettagli sentiti.Avevamo paura dellenfasi dellarecitazione. Inoltre ci sono ventibrani di musica con tanti artistidiversi, tutta musica originale, unamusica che accompagni e nonsovrasti il testo. Sul sitometteremo anche i diversi brani.La colonna sonora originale diFulvio Renzi, con brani di PakiZennaro, Gilad Atzmon, VincenzoZitello, Fakhraddin Gafarov,Romina Salvadori, Marco Messina,Emanuele Wiltsch Barberio, DavidBoato, Adriano Clera, XabierIriondo.

    GERENZA

    In copertina foto di VittorioArrigoni (Foto Sintesi)

    COME PROGRAMMARE UNA PROIEZIONE PUBBLICA

    Il manifestodirettoreresponsabile:Norma Rangeri

    a cura diSilvana Silvestri(ultravista)Francesco Adinolfi(ultrasuoni)

    con Roberto Peciola

    redazione:via A. Bargoni, 800153 - RomaInfo:ULTRAVISTAe ULTRASUONIfax 0668719573tel. 0668719557e 0668719339redazione@ilmanifesto.ithttp://www.ilmanifesto.it

    impaginazione:il manifestoricerca iconografica:il manifesto

    concessionaria di pubblicit:Poster Pubblicit s.r.l.sede legale:via A. Bargoni, 8tel. 0668896911fax 0658179764poster@poster-pr.itsede Milanoviale Gran Sasso 220131 Milanotel. 02 4953339.2.3.4fax 02 49533395tariffe in euro delleinserzioni pubblicitarie:Pagina30.450,00 (320 x 455)Mezza pagina16.800,00 (319 x 198)Colonna11.085,00 (104 x 452)Piede di pagina7.058,00 (320 x 85)Quadrotto2.578,00 (104 x 85)posizioni speciali:Finestra prima pagina4.100,00 (65 x 88)IV copertina46.437,00 (320 x 455)

    stampa:LITOSUD Srlvia Carlo Pesenti 130,RomaLITOSUD Srlvia Aldo Moro 4 20060Pessano con Bornago (Mi)

    diffusione e contabilit,rivendite e abbonamenti:REDS Rete Europeadistribuzione e servizi:viale BastioniMichelangelo 5/a00192 Romatel. 0639745482Fax. 0639762130

    Tutto quello che indispensabile per condurrea Gaza u