A.1 RELAZIONE GENERALE - Home Valutazione degli effetti...

of 107 /107

Embed Size (px)

Transcript of A.1 RELAZIONE GENERALE - Home Valutazione degli effetti...

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel territorio comunale di Banzi (Pz)

RELAZIONE GENERALE

1

A.1.A. DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO ....................................... 4

A.1.A.1. DATI GENERALI IDENTIFICATIVI DELLA SOCIET PROPONENTE ........................................ 4 A.1.A.2. DATI GENERALI DEL PROGETTO .................................................................................. 5

Ubicazione dellopera (impianto, opere connesse, e infrastrutture indispensabili, elenco dei

comuni interessati, potenza complessiva dellimpianto, numero e posizionamento degli aerogeneratori) 5 Dati di progetto: potenziale eolico del sito, ore equivalenti di funzionamento, densit

volumetrica annua unitaria ............................................................................................................. 7 A.1.A.3. INQUADRAMENTO NORMATIVO, PROGRAMMATICO ED AUTORIZZATIVO ............................ 10

Normativa di riferimento nazionale e regionale .................................................................... 10 Elenco autorizzazioni, nulla osta, pareri comunque denominati e degli Enti competenti per il loro

rilascio compresi i soggetti gestori delle reti infrastrutturali .............................................................. 16 Normativa tecnica di riferimento ........................................................................................ 18

A.1.B. DESCRIZIONE STATO DI FATTO DEL CONTESTO ........................... 21

A.1.B.1. DESCRIZIONE DEL SITO DI INTERVENTO .................................................................... 21 Ubicazione degli aerogeneratori e degli anemometri utilizzati attraverso le coordinate piane

GAUSS BOAGA - Roma 40 Fuso Est ............................................................................................ 26 Ubicazione rispetto alle aree e ai siti non idonei definiti dal PIEAR e d aree di valore

naturalistico, paesaggistico ed ambientale ...................................................................................... 28 Descrizione delle reti infrastrutturali esistenti ...................................................................... 29 Descrizione della viabilit di accesso allarea ....................................................................... 29 Descrizione in merito allidoneit delle reti esterne dei servizi atti a soddisfare le esigenze

connesse allesercizio dellintervento da realizzare ........................................................................... 31 A.1.B.2. ELENCO DEI VINCOLI DI NATURA AMBIENTALE, DI TUTELA DEL PAESAGGIO E DEL PATRIMONIO

STORICO ARTISTICO ....................................................................................................................... 32 A.1.B.3. DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA ............................................................................. 34

A.1.C. DESCRIZIONE DEL PROGETTO ....................................................... 36

Individuazione dei parametri dimensionali e strutturali completi di descrizione del rapporto

dellintervento (impianto, opere connesse, e infrastrutture indispensabili .......................................... 36 DESCRIZIONE DEGLI AEROGENERATORI .................................................................................. 37

Il peso dellaerogeneratore ................................................................................................ 46 I livelli di rumore dellaerogeneratore ................................................................................. 46 La descrizione delle fasi di montaggio dellaerogeneratore ................................................... 50 La localizzazione degli aerogeneratori allinterno del parco e il rapporto con larea circostante . 50

DESCRIZIONE DELLE INFRASTRUTTURE E DELLE OPERE CIVILI .................................................... 51

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel territorio comunale di Banzi (Pz)

RELAZIONE GENERALE

2

La viabilit interna a servizio del parco ............................................................................... 51 Le piazzole di montaggio degli aerogeneratori ..................................................................... 58 Le fondazioni degli aerogeneratori ..................................................................................... 58

DESCRIZIONE DELLIMPIANTISTICA ....................................................................................... 61

A.1.D. MOTIVAZIONI DELLA SCELTA DEL TRACCIATO

DELLELETTRODOTTO DALLIMPIANTO AL PUNTO DI CONSEGNA DELLENERGIA

PRODOTTA ......................................................................................................... 67

A.1.E DISPONIBILIT AREE ED INDIVIDUAZIONE INTERFERENZE ........ 68

Accertamento in ordine alla disponibilit delle aree ed immobili interessati dallintervento ....... 68 Censimento delle interferenze, degli Enti Gestori ................................................................. 68 Accertamento di eventuali interferenze con reti infrastrutturali presenti (reti aeree e

sotterranee) ................................................................................................................................ 68 Accertamento di eventuali interferenze con strutture esistenti .............................................. 68 Progetto di risoluzione delle interferenze con definizione dei relativi costi e tempi di esecuzione

.................................................................................................................................................. 68 Progetto dellintervento di risoluzione della singola interferenza ........................................... 68

A.1.F. ESITO DELLA VALUTAZIONE DELLE CRITICIT AMBIENTALI ........ 69

Impatto acustico .............................................................................................................. 69 Effetti di shadow flickering ................................................................................................ 75 Rottura accidentale organi ruotanti .................................................................................... 79 Sintesi degli interventi previsti per la riduzione del rischio .................................................... 79

A.1.G. SINTESI DEI RISULTATI DELLE INDAGINI ESEGUITE

(GEOLOGICHE, IDROGEOLOGICHE IDROLOGICO - IDRAULICHE, GEOTECNICHE,

SISMICA, ECC. ................................................................................................... 80

INDAGINI GEOLOGICHE IDROGEOLOGICHE GEOTECNICHE SISMICHE ............................................ 80 Inquadramento geologico ................................................................................................. 80 Inquadramento geomorfologico ......................................................................................... 81 Inquadramento idrogeologico ............................................................................................ 82 Tettonica ......................................................................................................................... 83 Caratteristiche geomeccaniche .......................................................................................... 84

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel territorio comunale di Banzi (Pz)

RELAZIONE GENERALE

3

Sismicit .......................................................................................................................... 85

A.1.H. PRIMI ELEMENTI RELATIVI AL SISTEMA DI SICUREZZA PER LA

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ....................................................................... 88

Individuazione dei rischi e delle misure di sicurezza ............................................................. 89

A.1.I. RELAZIONE SULLA FASE DI CANTIERIZZAZIONE ........................... 93

Descrizione dei fabbisogni di materiali da approvvigionare, e degli esuberi di materiali di scarto

provenienti dagli scavi; individuazione delle cave per lapprovvigionamento delle materie e delle aree di

deposito per lo smaltimento delle terre di scarto; descrizione delle soluzioni di sistemazioni finali........ 94 Descrizione della viabilit di accesso ai cantieri e valutazione della sua adeguatezza, in relazione

anche alle modalit di trasporto .................................................................................................... 96 Eventuale progettazione di viabilit provvisoria ................................................................... 96 Indicazione degli accorgimenti atti ad evitare interferenze con il traffico locale e pericoli per le

persone ...................................................................................................................................... 96 Indicazione degli accorgimenti atti ad evitare inquinamenti del suolo, acustici, idrici ed

atmosferici .................................................................................................................................. 98 Conservazione del suolo vegetale ...................................................................................... 98 Descrizione del ripristino dellarea di cantiere .................................................................... 102

A.1.J. RIEPILOGO DEGLI ASPETTI ECONOMICI E FINANZIARI DEL

PROGETTO ....................................................................................................... 104

A.1.J.1. QUADRO ECONOMICO ........................................................................................... 104 A.1.J.2 SINTESI DI FORME E FONTI DI FINANZIAMENTO PER LA COPERTURA DEI COSTI

DELLINTERVENTO ....................................................................................................................... 105 A.1.J.3. CRONOPROGRAMMA RIPORTANTE LENERGIA PRODOTTA ANNUALMENTE DURANTE LA VITA

UTILE DELLIMPIANTO .................................................................................................................. 105

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

4

A.1.a. DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO

A.1.a.1. Dati generali identificativi della Societ proponente

La societ proponente dellintervento in oggetto la WINP S.R.L, la cui sede

legale in Via Vittorio Emanuele n.23 a Banzi in provincia di Potenza.

Lamministratore della Winp S.r.l. il sig. Mucelli Giorgio; Il consiglio di

amministrazione costituito dal sig. Mucelli Giorgio, dal sig Siciliani Carlo e dal sig Siciliani

Carlo che possiedono il 50% della societ proponente.

Il restante 50% appartiene alla societ Nisida del gruppo De Vizia che negli

ultimi anni ha destinato ingenti risorse nel settore delle energie rinnovabili e che ad oggi

pu contare su:

24 MW da fonte eolica in esercizio nei comuni di Longano (IS) e

Capracotta (IS) e Candela (FG);

27 MW in costruzione nei comuni di Gallomatese (CE), Candela (FG) e

Melfi (PZ);

1 MW da fonte FV in costruzione nei comuni di Atella e Ruvo del Monte

(PZ);

17 MW da biomassa ad olio vegetale in costruzione in provincia di

Salerno.

Obiettivo del gruppo quello di diventare un operatore di rilievo nel settore della

produzione di energia da fonte rinnovabile attraverso una serie di societ totalmente o

parzialmente controllate, che gi annoverano oltre 300 MW di impianti in avanzata fase

autorizzativa.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

5

A.1.a.2. Dati generali del progetto

Ubicazione dellopera (impianto, opere connesse, e infrastrutture

indispensabili, elenco dei comuni interessati, potenza complessiva

dellimpianto, numero e posizionamento degli aerogeneratori)

Lambito territoriale di intervento costituito dal territorio comunale di Banzi,

ubicato nella parte nord-est della Regione Basilicata, relativamente vicino alla Puglia ed in

particolare alla provincia di Bari (il comune di Spinazzola dista circa 7 km in direzione nord-

est).

Gli altri comuni confinanti sono quello di Genzano di Lucania (Pz), posto a circa

4 km in direzione sud, quello di Palazzo S. Gervasio (Pz) a circa 8 km in direzione nord-

ovest.

Limpianto eolico costituito da unarea posta in localit Panetteria, a circa 4

km dal centro abitato del paese in direzione nord-est.

Il parco si compone di 18 aerogeneratori modello V90 della Vestas con

3 MW di potenza nominale ciascuno per un totale 54 MW di potenza

complessiva installata.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

6

Figura 1 Inquadramento territoriale su IGM

Lintero impianto si svilupper nel territorio di Banzi, cos come la

maggior parte del percorso dei cavidotti, di cui soltanto circa 700 m saranno

ubicati nel comune Genzano di Lucania cos come la sottostazione di

trasformazione.

Larea del parco eolico ricade in zona agricola (zona E1) del Piano

Regolatore Generale del comune di Banzi ed insiste in una zona dove non sono

presenti agglomerati abitativi permanenti; inoltre le case sparse e le masserie presenti nel

territorio interessato sono tutte a distanza di sicurezza dalle torri, cos come prescritto

nellAppendice A del PIEAR.

La scelta dellubicazione degli aerogeneratori ha tenuto conto, principalmente,

delle condizioni di ventosit dellarea (direzione, intensit e durata), della natura geologica

del terreno, nonch del suo andamento plano - altimetrico.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

7

Dati di progetto: potenziale eolico del sito, ore equivalenti di

funzionamento, densit volumetrica annua unitaria

La stima del potenziale eolico di una determinata area si basa sulla conduzione

di una adeguata campagna anemometrica in sito.

Lanalisi anemologica ha per scopo la creazione di una mappa del vento del sito

per individuare le aree pi ventose (Wind Resource) e posizionare in modo ottimale le

turbine tenendo conto del grado di turbolenza e delle interferenze tra turbine.

Lo strumento utilizzato per la raccolta dei dati lanemometro, costituito

essenzialmente da:

una torre;

una serie di sensori di velocit e di direzione a diverse altezze;

una centralina elettronica (Data Logger) per la memorizzazione dei dati e

leventuale trasmissione degli stessi tramite modem.

Lo studio Anemologico del Parco eolico Panetteria del comune di Banzi stato

redatto dalla Seraph s.r.l.

Per lanalisi del potenziale eolico del sito, sono stati utilizzati i dati registrati dalla

stazione anemometrica istallata nel comune di Banzi a circa 8 km (cod. 0923) dallarea del

parco, nelle coordinate EST 2602934; NORD 4522422 (GAUSS-BOAGA Roma 40) nel

periodo che va da 31/03/2010 fino a 23/02/2011.

Lo studio anemologico ha tenuto conto anche dei dati anemometrici registrati da

tre anemometri istallati nel comune di Melfi:

Melfi 1 (cod. 2136) dati raccolti dal 01/07/2009 al 31/06/2010;

Melfi 2 (cod. 1888) dati raccolti dal 17/11/2009 al 18/11/2010;

Melfi 3 (cod. 1885) dati raccolti dal 28/02/2010 al 16/06/2010;

Dai dati registrati si evince che tutti i mesi dellanno sono molto ventosi fatta

eccezione per il mese di agosto in cui la velocit media di circa 4,6 m/s, mentre il

periodo di picco registrato nel mese di dicembre con velocit media mensile di 9,0 m/s.

Il valore medio annuo invece pari a circa 6,9 m/s, con direzione prevalente

Nord-Ovest.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

8

Figura 2 Rosa dei venti della stazione anemometrica Banzi (cod. 0923)

Figura 3 Andamento della curva di Weibull

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

9

Dallo studio anemologico redatto, si evince che il sito del parco eolico

Panetteria, presenta elevate caratteristiche produttive con velocit media annua a 25 metri

dal suolo superiore ai 4 m/s.

La produzione energetica media delle macchine, espressa in ore equivalenti a

potenza nominale, pari a 2205 ore.

La soluzione progettuale prescelta dunque, prevede una produzione di energia

elettrica di circa:

2205 ore x 54 MW = 119.070,00 MWh anno

Per ulteriori approfondimenti si rimanda allo studio anemologico che parte

integrante del progetto.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

10

A.1.a.3. Inquadramento normativo, programmatico ed

autorizzativo

Normativa di riferimento nazionale e regionale

Normativa di riferimento nazionale

Si riporta di seguito un elenco delle principali norme:

Legge 29 maggio 1982, n. 308 - Norme sul contenimento dei consumi

energetici, lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e lesercizio di centrali

elettriche alimentate con combustibili diversi dagli idrocarburi

Legge 9 gennaio 1991, 9 n. 9 - Norme per l'attuazione del Piano energetico

nazionale in materia di uso nazionale dell'energia, di risparmio energetico e di

sviluppo delle fonti rinnovabili di energia

Legge 9 gennaio 1991, n. 10 Norme per l'attuazione del Piano energetico

nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di

sviluppo delle fonti rinnovabili di energia

Provvedimento CIP 29 aprile 1992, n. 6 6/92

Delibera del Cipe 19 novembre 1998, n. 137 contenente le linee guida per le

politiche e misure nazionali di riduzione delle emissioni di gas serra

Decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 Attuazione della direttiva 96/92/CE

recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica.

Delibera Cipe del 6 agosto 1999 n. 126 Libro bianco per la valorizzazione

energetica delle fonti rinnovabili. (Deliberazione n. 126/99).

Protocollo di intesa del 7 giugno 2000 tra il Ministero dellAmbiente e il Ministero

per i Beni e le Attivit culturali.

Legge 1 giugno 2002, n. 120 - Ratifica ed esecuzione del Protocollo di Kyoto alla

Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, fatto a Kyoto

l11 dicembre 1997.

Protocollo dintesa dicembre 2002 per favorire la diffusione delle centrali eoliche

e per il loro corretto inserimento nelambiente e nel paesaggio tra il Ministero

dellAmbiente e della tutela del territorio, il Ministero delle attivit produttive,il

Ministero per i beni e le attivit culturali e la Conferenza delle regioni.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

11

Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 di recepimento della Direttiva

2001/77/Ce relativo alla promozione dellenergia elettrica prodotta da fonti

energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricit

Legge del 23 agosto 2004, n. 239 - Riordino del settore energetico, nonch

delega al Governo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di energia

(c.d. legge Marzano)

Pacchetto energia e cambiamenti climatici - Position Paper del 10 settembre

2007 del Governo italiano

Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) - Nuovo sistema

incentivante, ulteriori agevolazioni ed obblighi per la produzione di energia

elettrica da impianti alimentari da fonti rinnovabili

Decreto Ministero dello sviluppo economico 18 dicembre 2008 Incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ai sensi dell articolo 2,

comma 150, della legge 24 dicembre 2007, n. 244

Il Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 di recepimento della Direttiva

2001/77/Ce relativo alla promozione dellenergia elettrica prodotta da fonti

energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricit

Tale decreto costituisce il recepimento della direttiva 2001/77/Ce nellordinamento

interno italiano; esso rappresenta la prima legislazione nazionale organica di disciplina della

produzione di energia elettrica da fonti di energia rinnovabile. Con lentrata in vigore del D.Lgs. n.

387/2003, sono stati introdotti importanti strumenti di incentivazione della produzione di energia

pulita. In particolare, lart. 12, D.Lgs. prevede che lAutorizzazione Unica alla costruzione e

allesercizio di un impianto che utilizza fonti rinnovabili venga rilasciata a seguito di un

procedimento unico, a cui partecipano tutte le Amministrazioni interessate.

Lautorizzazione riguarda, in particolare, oltre alla costruzione e allesercizio degli

impianti di produzione di energia elettrica, alimentati da fonti rinnovabili (e agli interventi di

modifica, potenziamento, rifacimento totale o parziale e riattivazione) anche le opere connesse e le

infrastrutture indispensabili alla costruzione e allesercizio degli stessi impianti.

Il D.Lgs. n. 387/2003 prevede lesame contestuale della domanda e della

documentazione presentata dal soggetto interessato, da parte di tutte le amministrazioni

interessate, e, pertanto, oltre dalle Autorit competenti in materia ambientale, anche dalle

amministrazioni cui spetta il rilascio di titoli edilizi ed urbanistici. Lautorizzazione deve essere

rilasciata (nel termine non superiore a 180 giorni) nel rispetto delle normative vigenti in materia di

tutela dellambiente, di tutela del paesaggio e del patrimonio storico artistico costituisce, ove

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

12

occorra, variante allo strumento urbanistico e conferisce il diritto a costruire ed esercire limpianto

in conformit al progetto approvato (art. 12, comma 4).

Nel comma 1 articolo 12 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 stabilito che

le opere per la realizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, nonch le opere connesse

e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e allesercizio degli stessi impianti sono di pubblica

utilit, indifferibili ed urgenti. Ci significa che lautorizzazione unica a seguito di procedimento

unico comporta ex lege la dichiarazione di pubblica utilit senza necessit di ulteriori adempimenti.

Pertanto nei casi nei quali non fosse possibili addivenire ad un accordo bonario con i

privati proprietari dei terreni ove limpianto eolico deve sorgere, loperatore potr ricorrere alla

procedura espropriativa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327

Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica

utilit, procedura problematica che sarebbe bene evitare anche per i tempi particolarmente lunghi

di conclusione. Ai sensi di legge alla procedura di esproprio provvede lautorit competente al

rilascio dellautorizzazione unica. Al fine di apporre il vincolo preordinato allesproprio sul bene

interessato al proprietario va dato opportuna comunicazione ai sensi dellarticolo 11.

Infine, la qualificazione di urgenza ed indifferibilit attribuita normativamente agli

impianti da fonti rinnovabili, consente il ricorso al provvedimento di occupazione di urgenza

preordinata allespropriazione al fine dellavvio dei lavori come previsto dallarticolo 22-bis del

medesimo testo unico.

Le Linee Guida Nazionali per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti

rinnovabilile

Le Linee Guida previste dallarticolo 12, comma 10 del D.Lgs. n. 387/2003 sono

state approvate con D.M. 10 settembre 2010 e pubblicate in G.U. n. 219 del 18 settembre

2010; esse costituiscono una disciplina unica, valida su tutto il territorio nazionale, che

consentir di superare la frammentazione normativa del settore delle fonti rinnovabili.

Linee Guida entreranno in vigore dopo quindici giorni dalla loro pubblicazione in

G.U., le Regioni dovranno adeguare le rispettive discipline entro novanta giorni da tale

data. Ove ci non accadesse, le Linee Guida nazionali troveranno applicazione nei

procedimenti in corso, ad eccezione dei progetti completi di soluzione di connessione e per

i quali siano intervenuti i pareri ambientali prescritti.

Le linee guida si compongono di una prima parte, dal titolo Disposizioni

generali, di una seconda parte dedicata al Regime giuridico delle autorizzazioni, di una

parte terza che disciplina il Procedimento unico, di una parte quarta che si occupa

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

13

dellInserimento degli impianti nel paesaggio e sul territorio, nonch di una parte quinta

contente le Disposizioni transitorie e finali.

Il testo delle linee guida corredato da una tabella che riepiloga le tipologie di

regime semplificato previste per ciascun tipo di impianto, nonch da 4 allegati.

Lallegato 1 contiene lElenco indicativo degli atti di assenso che

confluiscono nel procedimento unico; lallegato 2 stabilisce i Criteri per

leventuale fissazione di misure compensative; lallegato 3 sancisce i Criteri

per lindividuazione di aree non idonee; lallegato 4 dedicato agli Impianti

eolici: elementi per il corretto inserimento nel paesaggio e sul territorio.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

14

Normativa di riferimento regionale

La Legge Regionale 9/2007 e la redazione del PIEAR della Basilicata

La legge regionale 26 aprile 2007, n. 9 dal titolo Disposizioni in materia di energia ha

stabilito allart. 2 che il Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale (PIEAR) dovesse definire:

a) i fabbisogni energetici stimati e le relative dotazioni infrastrutturali necessarie;

b) gli obiettivi di risparmio energetico ed efficienza energetica negli usi finali;

c) gli obiettivi di sviluppo delle fonti rinnovabili ivi comprese quelle connesse al

settore agricolo e forestale;

d) gli obiettivi di diversificazione delle fonti energetiche e di riduzione della dipendenza

dalle fonti fossili;

e) gli obiettivi di qualit dei servizi energetici;

f) gli obiettivi di sviluppo delle reti energetiche, tenuto conto dei programmi pluriennali

che i soggetti operanti nella distribuzione, trasmissione e trasporto di energia

presentano;

g) gli indirizzi e le linee guida per la prevenzione dellinquinamento luminoso;

h) le azioni per la soddisfazione dei fabbisogni ed il raggiungimento degli obiettivi di cui

al presente comma e le risorse necessarie.

Lart 4 della Legge Regionale recita cos: La Regione sostiene il risparmio

energetico e luso delle fonti rinnovabili attraverso programmi finanziati con risorse

comunitarie, nazionali e regionali.

Il Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale (PIEAR)

Il Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale stato adottato dalla Giunta

Regionale della Basilicata il 22 aprile del 2009 ed approvato dal Consiglio nella notte tra il 13 e il 14

gennaio 2010.

Il PIEAR copre lintero territorio regionale e, ai sensi dellart. 1 della gi citata

legge regionale 26 aprile 2007 n. 9, fissa le scelte fondamentali di programmazione

regionale in materia di energia, il suo orizzonte temporale fissato allanno 2020.

Parte integrante della struttura del Piano costituita dallAppendice A che indica i

Principi generali per la progettazione, la realizzazione, lesercizio e la dismissione degli

impianti alimentati da fonti rinnovabili.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

15

Il punto 3 di tale Appendice nello specifico riguarda gli impianti eolici e fornisce le

indicazioni per un corretto insediamento degli impianti eolici sul territorio lucano nellottica della

promozione della qualit degli interventi e dellintegrazione degli stessi con lambiente circostante.

La Legge Regionale n. 1 del 19 gennaio 2010 Norme in materia di energia e Piano di

Indirizzo Energetico Ambientale Regionale

La L.R. n. 1 del 19 gennaio 2010, la cosiddetta legge istitutiva del Piano energetico

regionale, definisce allart. 1 le procedure per lapplicazione del PIEAR e le modalit per le eventuali

modifiche e all art. 2 ne sancisce lefficacia.

Lart. 3 della Legge definisce lo svolgimento del procedimento unico volto al rilascio

dellAutorizzazione Unica prevista dal D.Lgs 387/2003.

Lart. 4 della legge intende contemperare le esigenze di legalit delloperato della

Pubblica Amministrazione, con quella di evitare pregiudizi ad interessi e legittime aspettative, gi

maturate nellambito del procedimento di VIA relativamente allesame dei Progetti conclusisi con

esito positivo per i quali deve essere assicurato un esame separato.

Lart. 5 introduce una clausola valutativa, proprio in ragione del fatto che il PIEAR

disciplina politiche complesse, presupponenti una serie di eventi ed azioni di non semplice

applicazione. Per queste motivazioni prefigura un controllo sullattuazione del PIEAR al fine di

valutare lefficacia delle politiche.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

16

Elenco autorizzazioni, nulla osta, pareri comunque denominati e degli

Enti competenti per il loro rilascio compresi i soggetti gestori delle reti

infrastrutturali

Lart. 12, D.Lgs. n. 387/2003 prevede che lautorizzazione (unica) alla

costruzione e allesercizio di un impianto che utilizza fonti rinnovabili venga rilasciata a

seguito di un Procedimento unico a cui partecipano tutte le amministrazioni interessate,

svolto nel rispetto dei principi di semplificazione e con le modalita` stabilite dallart. 7

agosto 1990, n. 241, e successive modifiche e integrazioni.

Lautorizzazione riguarda, in particolare, oltre alla costruzione e allesercizio degli

impianti di produzione di energia elettrica, alimentati da fonti rinnovabili anche le opere

connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e allesercizio degli stessi

impianti.

LAutorizzazione Unica regionale di cui allart. 12 del D.Lgs 387/2003 rilasciata

a seguito di un procedimento Unico svolto tramite apposita Conferenza di Servizi indetta,

ai sensi della Legge n. 241/90, dalla Regione Basilicata.

Nella Conferenza di servizi confluiscono tutti gli apporti amministrativi necessari

per la costruzione e lesercizio dellimpianto, delle opere connesse e delle infrastrutture

indispensabili.

Elenco indicativo degli atti di assenso che confluiscono nel

Procedimento Unico

procedura di Valutazione dellimpatto ambientale prevista dalla parte seconda

del decreto legislativo 128/2010 e della L.R. 47/98 di competenza della Regione

ai fini del giudizio di compatibilit ambientale;

nulla osta delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica) per le servit

militari e per la sicurezza del volo a bassa quota solo se necessario e solo nel

caso di impianti ubicati in prossimit di zone sottoposte a vincolo militare;

nulla osta sismico ai sensi della legge. 2 febbraio 1974, n. 64 e successivi

provvedimenti attuativi;

nulla osta per la sicurezza del volo da rilasciarsi da parte dellaeronautica civile

(ENACENAV), ai sensi del R.D. 30 marzo 1942, n. 327 recante il codice della

navigazione;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

17

autorizzazione al taglio degli alberi prevista dalle leggi regionali;

autorizzazione allattraversamento e alluso delle strade ai sensi del Codice della

strada.

Permesso di costruire di cui al DPR 380 del 2001, di competenza del Comune

interessato;

nulla osta idrogeologico ( se necessario) previsto dal R.D. 30 dicembre 1923, n.

3267, in conformit a quanto stabilito dallarticolo 61, comma 5, del decreto

legislativo n. 152/06;

Di seguito si riporta lelenco degli Enti titolati al rilascio dei pareri:

Ufficio Energia del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dellImpresa,

Innovazione Tecnologica della Regione Basilicata;

Ufficio Compatibilit Ambientale del Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche

della Sostenibilit della Regione Basilicata;

Ufficio Urbanistica e Tutela del paesaggio Dipartimento Ambiente, Territorio,

Politiche della Sostenibilit della Regione Basilicata;

Ufficio Ciclo dellAcqua, Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della

Sostenibilit della Regione Basilicata;

Ufficio Tutela della Natura Regione Basilicata;

Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive Regione Basilicata;

Ufficio Controllo e Prevenzione Ambientale Regione Basilicata;

Ufficio Difesa del Suolo Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della

Sostenibilit della Regione Basilicata;

ARPAB;

Provincia di Potenza, Ufficio Viabilit e Trasporti;

Provincia di Potenza, Assetto Programmazione Territorio e Ambiente;

Comune di Banzi;

Comune di Genzano di Lucania;

Sportello Unico Attivit Produttive Alto Bradano;

Ministero dello Sviluppo Economico, dipartimento per le comunicazioni Ispettorato

Territoriale Puglia Basilicata;

Ente Irrigazione Basilicata;

Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata;

Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata;

Terna;

Enel Distribuzione Divisione Infrastrutture e Reti;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

18

Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata;

ASL n. 1 - Venosa;

Corpo Forestale dello Stato, Comando Provinciale;

Comando Militare, Regione Basilicata;

ENAC, Servizio Operativit;

ENAV.

Normativa tecnica di riferimento

Per la redazione del progetto definitivo in oggetto si fatto riferimento, tra

laltro, alla seguente normativa tecnica:

Elettrodotti, linee elettriche, sottostazioni e cabine di trasformazione

D.P.C.M. 08/07/2003 Fissazione dei limiti di esposizione, dei valori di

attenzione e degli obiettivi di qualit per la protezione della popolazione dalle

esposizioni ai campi elettrici e magnetici alla frequenza di rete (50 Hz) generati

dagli elettrodotti

Legge 22/02/2001, N. 36. Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a

campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

Direttiva Presidente Del Consiglio Dei Ministri 03/03/1999. Razionale

sistemazione nel sottosuolo degli impianti tecnologici.

D.Lgs 31/03/1998 N. 112. Ulteriore conferimento di funzioni e compiti

amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali in attuazione del Capo I

della legge 15 marzo 1997, n. 59.

D.P.C.M. 28/09/1995. Norme tecniche procedurali di attuazione del D.P.C.M.

23 aprile 1992 relativamente agli elettrodotti.

D. M. 16/01/1991. Aggiornamento delle norme tecniche per la disciplina della

costruzione e dell'esercizio di linee elettriche aeree esterne.

Legge 28/06/1986, N. 339. Nuove norme per la disciplina della costruzione

e dell'esercizio di linee elettriche aeree esterne.

Norme CEI 11-1. Impianti elettrici con tensione superiore a 1 kV in corrente

alternata.

Norme CEI 11-17. Impianti di produzione, trasmissione, e distribuzione

pubblica di energia elettrica Linee in cavo.

Norme CEI 11-32. Impianti di produzione di energia elettrica connessi ai

sistemi di III categoria.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

19

Norme CEI 64-8. Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non

superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua.

Norme CEI 103-6. Protezione delle linee di telecomunicazione dagli effetti

dellinduzione elettromagnetica provocata dalle linee elettriche vicine in caso di

guasto.

Delibera Autorit per lEnergia elettrica ed il gas 182/06. Modificazioni

della delibera 04/05 in merito ai metodi di rilevazione delle misure di energia per

i punti di immissione e prelievo.

Delibera Autorit per lEnergia elettrica ed il gas 281/05. Disposizioni in

merito alle modalit di connessioni alle reti con obbligo di connessione di terzi;

Delibera Autorit per lEnergia elettrica ed il gas 34/05. Disposizioni in

merito alla vendita di energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Progettazione stradale

D.M. 05/11/2001 Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle

strade e successive modifiche e integrazioni (D.M. 22/04/2004).

D.M. 19/04/2006 Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle

intersezioni stradali.

Strutture in cemento armato

D.M. 14/01/2008. Approvazione delle nuove norme tecniche per le

costruzioni

D.M. 05/08/1999. N. 05-08-99 Modificazioni al decreto ministeriale 9

gennaio 1996 contenente norme tecniche per il calcolo, l'esecuzione ed il

collaudo delle strutture in cemento armato normale e precompresso e per le

strutture metalliche

D.M. LL.PP. 16 gennaio 1996. Norme tecniche relative ai Criteri generali per

la verifica di sicurezza delle costruzioni e dei carichi e sovraccarichi.

D.M. LL.PP. 9 gennaio 1996. Norme tecniche per il calcolo, l'esecuzione ed il

collaudo delle strutture in cemento armato, normale e precompresso e per le

strutture metalliche

Legge 5 novembre 1971, n. 1086. Norme per la disciplina delle opere di

conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura

metallica

Zone sismiche

Ordinanza 3431 Presidenza del Consiglio dei Ministri del 03.05.2005

Ulteriori modifiche ed integrazioni allordinanza del Presidente del Consiglio dei

Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003, recante Primi elementi in materia di criteri

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

20

generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative

tecniche per le costruzioni in zona sismica

ORDINANZA del Presidente del Consiglio dei ministri 20/03/2003, N.

3274. Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica

del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica.

D.M. LL.PP. 16 gennaio 1996. Norme tecniche per le costruzioni in zone

sismiche.

Legge 2 febbraio 1974, n. 64. Provvedimenti per le costruzioni con particolari

prescrizioni per le zone sismiche.

Terreni e fondazioni

D.M. LL.PP. 11 marzo 1988. Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni

e sulle rocce, la stabilit dei pendii naturali e delle scarpate, i criteri generali e le

prescrizioni per la progettazione, l'esecuzione e il collaudo delle opere di

sostegno delle terre e delle opere di fondazione e successive istruzioni.

Sicurezza

D.Lgs 09/04/2008, n. 81. Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto

2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di

lavoro.

D.Lgs del 3/08/2009, n. 106. Disposizioni integrative e correttive del decreto

legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza

nei luoghi di lavoro.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

21

A.1.B. DESCRIZIONE STATO DI FATTO DEL CONTESTO

A.1.b.1. Descrizione del sito di intervento Il parco eolico oggetto di intervento si sviluppa nella localit Panetteria in agro

di Banzi.

Larea del parco si trova nella parte nord-est del territorio comunale di Banzi, a

circa 4 km dal centro abitato del paese, lungo il confine con il territorio comunale di

Genzano di Lucania (Pz) e a poche centinaia di metri dal confine con il comune di

Spinazzola (Ba).

Laccesso principale al parco avviene tramite la SS.655 Bradanica.

Larea del parco parte con un vasto pianoro posto a circa 400 m s.l.m. per poi

salire fino a quota 570 m s.l.m. sulle colline verso sud.

Lambiente quello tipico dellarea collinare dellAlto Bradano.

La zona di intervento sostanzialmente priva di copertura arborea tranne

piccole macchie sparse ed interessata da colture cerealicole e/o aree destinate a pascolo.

Il paesaggio caratterizzato da ampi spazi pianeggianti coltivati in cui si rileva la

presenza di alcune aziende agricole attive, di diverse masserie in stato di abbandono e/o

degrado e di poche unit abitative, queste ultime distanti dagli aerogeneratori

ben di pi di quanto stabilito nellAllegato A del PIEAR.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

22

seminativi nellarea del parco seminativi nellarea del parco

Viabilit esistente Masserie nellarea del parco

Il sito del parco eolico Panetteria

Il sito eolico Panetteria sorge in una localit allinterno del territorio comunale di

Banzi posta, come detto, a circa 4 km in linea daria rispetto al nucleo urbano. Trattasi

essenzialmente di unarea collinare dedicata alle coltivazioni varie nonch, in zone limitate,

a pascolo.

La viabilit principale costituita dalla S.S. 655 Bradanica e dalle strade S.S 168

ed S.S. 169.

Per accedere allarea in cui ricadono gli aerogeneratori

(A1,A2,A3,A7,A8,A9,A10,A12,A14,A15) si esce dalla S.S.655 e si imbocca la S.S.169 per

poi svoltare a sinistra sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma da cui si diramano i

tracciati di viabilit interna al parco.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

23

Gli aerogeneratori A4,A5,A6,A11,A13,A17,A18 si raggiungono sempre dalla

S.S.655 Bradanica, uscendo sulla S.S. 168 e proseguendo sulla S.P. Appula per poi

imboccare la Strada Consorziale delle Grotte di Cassano da cui, percorrendo un tratturo

interpoderale si accede alla S.P. Li Cugni lungo la quale si diramano i tracciati a servizio dei

singoli aerogeneratori.

Strada provinciale Li Cugni Colline ad uso agricolo

Strada provinciale Li Cugni Colline ad uso agricolo

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

24

Sullo sfondo masseria Cosentino Incrocio SS 169 con SP Li Cugni

Strada Provinciale Marascione Lamacolma Strada Provinciale Marascione Lamacolma

Il parco eolico Panetteria da realizzarsi in agro di Banzi occupa unarea di circa

874 ettari.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

25

Nella seguente tabella sono riportate le coordinate dei vertici del poligono

racchiudente larea di pertinenza dellimpianto nel sistema di riferimento GAUSS BOAGA

Roma 40 fuso est.

VERTICE EST NORD

1 2609240 4528208

2 2608479 4526081

3 2608637 4525233

4 2609063 4525288

5 2609884 4525972

6 2611068 4526631

7 2611989 4526223

8 2613182 4527138

9 2611358 4528432

10 2611798 4528766

11 2611645 4528957

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

26

COORDINATE AEROGENERATORI GAUSS-BOAGA Roma 40

WTG EST NORD A1 2608952 4526641 A2 2609298 4526531 A3 2609504 4526725 A4 2610380 4526822 A5 2610685 4526812 A6 2611182 4526908 A7 2610556 4527346 A8 2610843 4527321 A9 2611483 4527483 A10 2611489 4527623 A11 2608965 4526103 A12 2612236 4527051 A13 2609008 4525429 A14 2611651 4528831 A15 2611343 4528612 A16 2611891 4526534 A17 2610148 4526673 A18 2610047 4526408

Tabella 1 Vertici coordinate vertici aerogeneratori

Ubicazione degli aerogeneratori e degli anemometri utilizzati attraverso

le coordinate piane GAUSS BOAGA - Roma 40 Fuso Est

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

27

Ubicazione aerogeneratori

La dislocazione delle macchine sul territorio conforme a quanto prescritto

nellAppendice A del PIEAR per gli impianti eolici di grande taglia.

Tale ubicazione infatti consente di:

evitare una disposizione degli aerogeneratori dellimpianto eolico la cui mutua

posizione possa realizzare, da particolari e privilegiati punti di vista, il cosiddetto

effetto gruppo o effetto selva;

garantire la presenza di corridoi di transito per la fauna riducendo al contempo

limpatto visivo degli aerogeneratori;

essere il pi vicino possibile al punto di connessione alla rete di conferimento

dellenergia al fine di ridurre limpatto degli elettrodotti interrati di collegamento;

evitare la dislocazione degli impianti e delle opere connesse in prossimit di

compluvi e torrenti montani;

contenere gli sbancamenti ed i riporti di terreno.

In particolare per il parco eolico in progetto sono verificate le seguenti condizioni

prescritte dal PIEAR:

Distanza minima di ogni aerogeneratore dal limite dellambito urbano previsto dai regolamenti urbanistici redatti ai sensi della L.R. n. 23/99 determinata in base ad una verifica di compatibilit acustica e tale da garantire lassenza di effetti di Shadow- Flickering in prossimit delle abitazioni, e comunque non inferiore a pari a 1.000 m. Distanza minima di ogni aerogeneratore dalle abitazioni determinata in base ad una verifica di compatibilit acustica (relativi a tutte le frequenze emesse) di Shadow-Flickering, di sicurezza in caso di rottura accidentale degli organi rotanti. In ogni caso, tale distanza non deve essere inferiore a 2,5 volte laltezza massima della pala (altezza della torre pi lunghezza della pala) o 375 metri. Distanza minima da edifici subordinata a studi di compatibilit acustica, di Shadow-Flickering, di sicurezza in caso di rottura accidentale degli organi rotanti. In ogni caso, tale distanza non deve essere inferiore a 300 metri. Distanza minima da strade statali ed autostrade subordinata a studi di sicurezza in caso di rottura accidentale degli organi rotanti, in ogni caso tale distanza non deve essere inferiore a 300 metri Distanza minima da strade provinciali subordinata a studi di sicurezza in caso di rottura accidentale degli organi rotanti e comunque non inferiore a 200 metri. Distanza minima da strade di accesso alle abitazioni subordinata a studi di sicurezza in caso di rottura accidentale degli organi rotanti e comunque non inferiore a 200 metri; Con riferimento al rischio sismico, osservanza di quanto previsto dallOrdinanza n. 3274/03 e sue successive modifiche, nonch al DM 14 gennaio 2008 ed alla Circolare Esplicativa del Ministero delle Infrastrutture n.617 del 02/02/2009 e, con riferimento al rischio idrogeologico, osservare le prescrizioni previste dai Piani di Assetto Idrogeologico (PAI) delle competenti Autorit di Bacino. Distanza tale da non interferire con le attivit dei centri di osservazioni astronomiche e di rilevazioni di dati spaziali, da verificare con specifico studio da allegare al progetto.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

28

UbicazBione anemometri

Come gi indicato nella sezione dedicata allo studio anemologico, la societ

proponente ha istallato un anemometro nel comune di Banzi a circa 8 km dallarea del

parco, nelle coordinate EST 2602934; NORD 4522422 (GAUSS-BOAGA Roma 40).

Lo studio anemologico ha tenuto conto anche dei dati anemometrici registrati da

tre anemometri istallati nel comune di Melfi:

Melfi 1 (cod. 2136);

Melfi 2 (cod. 1888);

Melfi 3 (cod. 1885).

Ubicazione rispetto alle aree e ai siti non idonei definiti dal PIEAR e d

aree di valore naturalistico, paesaggistico ed ambientale

Il parco eolico sito nel territorio di Banzi rientra nelle aree definite idonee dal

PIEAR, esso infatti non ricade in:

Riserve Naturali regionali e statali;

Aree SIC;

Aree ZPS;

Oasi WWF;

Siti archeologici e storico-monumentali con fascia di rispetto di 1.000 m;

Aree indicate a rischio idrogeologico elevato o molto elevato nei Piani per la

difesa del rischio idrogeologico redatti dalle competenti Autorit di bacino (aree

R3 ed R4 dei PAI), nonch le aree classificate come aree a rischio geologico

eccezionale o elevato nei Piani Paesistici di Area Vasta;

Aree comprese nei Piani Paesistici di Area vasta soggette a vincolo di

conservazione A1 e A2;

Boschi governati a fustaia e di castagno;

Fasce costiere per una profondit di almeno 1.000 m;

Aree fluviali, umide, lacuali e le dighe artificiali con fascia di rispetto di 150 m

dalle sponde;

Centri urbani.

Aree dei Parchi Nazionali e Regionali.

Aree comprese nei Piani Paesistici di Area Vasta soggette a verifica di

ammissibilit;

Aree sopra i 1.200 m di altitudine dal livello del mare;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

29

Aree di crinale individuate dai Piani Paesistici di Area Vasta come elementi lineari

di valore elevato.

Descrizione delle reti infrastrutturali esistenti

Il sito del parco eolico Panetteria di Banzi raggiungibile dalla SS 655 Bradanica

e dalle strade S.S 168 ed S.S. 169.

Per accedere allarea a nord, in cui ricadono gli aerogeneratori (A1, A2, A3, A7,

A8, A9, A10, A12, A14, A15, A16) si utilizza la Strada Provinciale Marascione Lamacolma,

mentre per larea a sud in cui ricadono gli aerogeneratori (A4, A5, A6, A11, A13, A17, A18)

si percorrono la S.P. Appula, la Strada Consorziale delle Grotte di Cassano e la S.P. Li

Cugni.

Tutte le strade sopracitate hanno andamento plano-altimetrico idoneo al transito

dei mezzi necessari al trasporto e al montaggio dei componenti degli aerogeneratori.

Descrizione della viabilit di accesso allarea

La viabilit principale costituita dalla S.S. 655 Bradanica e dalle strade S.S 168

ed S.S. 169.

Per accedere allarea in cui ricadono gli aerogeneratori A1, A2, A3, A7, A8, A9,

A10, A12, A14, A15, A16, si esce dalla S.S.655 e si imbocca la S.S.169 per poi svoltare a

sinistra sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma da cui si diramano i tracciati di

viabilit interna al parco.

Gli aerogeneratori A4, A5, A6, A11, A13, A17, A18 si raggiungono sempre dalla

S.S.655 Bradanica, uscendo sulla S.S. 168 e proseguendo sulla S.P. Appula per poi

imboccare la Strada Consorziale delle Grotte di Cassano da cui, percorrendo un tratturo

interpoderale si accede alla S.P. Li Cugni lungo la quale si diramano i tracciati a servizio dei

singoli aerogeneratori.

Dalle visite di sopralluogo effettuate, la viabilit disponibile risultata in

condizioni soddisfacenti, comunque sufficienti a consentire la costruzione e lesercizio del

parco eolico senza significativi lavori di adeguamento.

Si riporta di seguito una tabella con riproduzioni fotografiche dalle quali

possibile rilevare le condizioni in cui versa la viabilit interessata dal parco eolico di Banzi.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

30

Larea del parco attraversata dalla strada statale 655, dalle strade provinciali

168, 169 ed Appula, che, essendo tutte a doppia carreggiata, lineari nel tracciato ed

asfaltate, risultano essere adeguate dimensionalmente al transito dei mezzi dopera

occorrenti per la realizzazione del Parco.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

31

Dovranno essere effettuati interventi puntuali di adeguamento al tratturo

interpoderale utilizzato per accedere allarea sud del parco.

Descrizione in merito allidoneit delle reti esterne dei servizi atti a

soddisfare le esigenze connesse allesercizio dellintervento da realizzare

La principale rete viaria di accesso al parco sufficientemente idonea, come gi

ribadito, al funzionamento dellimpianto.

Per quanto riguarda limpianto elettrico, sar necessaria la costruzione di una

nuova stazione elettrica di rete Terna a 380/150 kV, di una stazione Utente 150/MT kV e

dei relativi raccordi necessari al collegamento della stazione elettrica a 150 kV a servizio

del parco eolico da 54 MVA sita nel comune di Genzano (PZ) sulla rete RTN.

In particolare il collegamento sulla rete Terna sar realizzato in entra - esce

sullelettrodotto a 380 kV Matera S. Sofia, di propriet della Societ Terna S.p.A, mentre

sar realizzato un breve raccordo 150kV per il collegamento della stazione utente alla

sezione 150kV della futura stazione 380/150kV.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

32

A.1.b.2. Elenco dei vincoli di natura ambientale, di tutela del

paesaggio e del patrimonio storico artistico

Il parco non ricade in aree vincolate dal punto di vista ambientale e

paesaggistico, come del resto gi ampiamente ribadito.

Lintero territorio comunale di Banzi non ricade in Zone a Protezione Speciale

(ZPS), n tantomeno nellelenco dei Siti di interesse comunitario (SIC), non rientra in aree

IBA non ricade in Piani paesistici, aree protette, ecc.

Figura 4 Carta delle aree vincolate dal P.A.I.

Dallesame del P.A.I. dellAutorit di Bacino della Basilicata emerge che larea

dintervento non rientra n tra le aree a rischio idrogeologico n tra quelle a rischio di

inondazione.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

33

Nellarea del parco eolico Panetteria nel comune di Banzi non sono presenti

vincoli di tipo monumentale; si segnala altres che il territorio comunale ricco di

emergenze archeologiche, che tuttavia sono distanti ben oltre 4 km dallarea oggetto

dellintervento.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

34

A.1.b.3. Documentazione fotografica

Ripresa panoramica aerogeneratori n. 1 Ripresa aerogeneratore n. 2 Ripresa aerogeneratore n. 3

Ripresa aerogeneratori n. 4-5 Ripresa aerogeneratore n. 6 Ripresa aerogeneratori n. 7-8-9

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

35

Ripresa aerogeneratore n. 10 Ripresa aerogeneratore n. 11 Ripresa aerogeneratori n. 12-16

Ripresa aerogeneratore n. 13 Ripresa aerogeneratori n. 14-15 Ripresa aerogeneratori n.17-18

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

36

A.1.C. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Individuazione dei parametri dimensionali e strutturali completi di

descrizione del rapporto dellintervento (impianto, opere connesse, e

infrastrutture indispensabili

I criteri che hanno guidato lanalisi progettuale al fine di minimizzare il disturbo

ambientale dellopera si distinguono in:

criteri di localizzazione;

criteri strutturali.

I criteri di localizzazione del sito hanno guidato la scelta tra varie aree

disponibili in localit diverse del territorio comunale. Le componenti che hanno influito

maggiormente sulla scelta effettuata sono state:

verifica della presenza di risorsa eolica economicamente sfruttabile;

disponibilit di territorio a basso valore relativo alla destinazione duso rispetto

agli strumenti pianificatori vigenti;

basso impatto visivo;

esclusione di aree di elevato pregio naturalistico;

viabilit opportunamente sviluppata in modo da ridurre al minimo gli interventi

su di essa;

vicinanza di linee elettriche per ridurre al minimo le esigenze di realizzazione di

elettrodotti;

esclusione di aree vincolate dagli strumenti pianificatori territoriali o di settore.

I criteri strutturali hanno condotto allottimizzazione della disposizione delle

macchine, delle opere e degli impianti al fine di ottenere la migliore resa energetica,

compatibilmente con il minimo disturbo ambientale sono stati:

disposizione degli aerogeneratori in prossimit di tracciati stradali gi esistenti

che richiedono interventi minimi, al fine di evitare il pi possibile la lapertura di

nuove strade;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

37

scelta dei punti di collocazione per le macchine, per gli impianti e per le opere

civili in aree non coperte da vegetazione o dove essa pi rada o meno

pregiata;

distanza minima da edifici a carattere abitativo, ben maggiore di quella

prescritta dallAppendice A del PIEAR;

distanza minima da edifici maggiore di 300 m;

condizioni morfologiche favorevoli per minimizzare gli interventi sul suolo,

soluzioni progettuali a basso impatto, quali lutilizzo di pavimentazione stradale

in misto stabilizzato;

percorso dellelettrodotto interrato e adiacente al tracciato della viabilit interna

per esigenze di minor disturbo ambientale.

Descrizione degli aerogeneratori Il parco eolico in oggetto sar costituito da 18 aerogeneratori del tipo V90 della

Vestas aventi rotore tripala e sistema di orientamento attivo.

Siffatto aerogeneratore possiede una potenza nominale di 3 MW, e rappresenta

una delle macchine attualmente pi avanzate tecnologicamente e sar fornito delle

necessarie certificazioni rilasciate da organismi internazionali.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

38

Foto 1 Aerogeneratore tipo V90 della Vestas

Il rotore, costituito da tre pale, ha un diametro di 90 m ed realizzato con fibra

di vetro rinforzata con vernici epossidiche e fibre di carbonio.

I 18 aerogeneratori, con potenza totale installata pari a 54 MWe, saranno

ubicati, ad uninterdistanza non inferiore a 6 diametri del rotore (540m) se disposti nella

direzione del vento dominante o ad una distanza non inferiore a 3 volte il diametro (270m)

se gli stessi saranno posizionati perpendicolarmente rispetto alla direzione del vento

dominante.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

39

La configurazione di un aerogeneratore ad asse orizzontale, come gi indicato in

precedenza, costituita da una torre di sostegno tubolare conica in acciaio S355 che

porta alla sua sommit la navicella.

Lenergia meccanica del rotore mosso dal vento trasformata in energia elettrica

dal generatore, tale energia viene trasportata in cavo sino al trasformatore MT/BT che

trasforma il livello di tensione del generatore ad un livello di media tensione tipicamente

pari a 20kV.

Il sistema di controllo dellaerogeneratore consente alla macchina di effettuare in

automatico la partenza e larresto in diverse condizioni di vento.

Laerogeneratore eroga energia nella rete elettrica quando presente in sito un

velocit minima del vento (4 m/s) mentre viene arrestato per motivi di sicurezza per venti

estremi superiori a 25 m/s.

Il sistema di controllo ottimizza costantemente la produzione attraverso i comandi

di rotazione delle pale attorno al loro asse (controllo del passo).

Le caratteristiche principali dellaerogeneratore prescelto sono brevemente

riassunte di seguito:

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

40

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

41

Figura 5 - Vista laterale della navicella dellaerogeneratore Vestas V90

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

42

Figura 6 - Caratteristiche principali dellaerogeneratore Vestas V90

Per determinare il rendimento energetico previsto degli aerogeneratori, si

utilizzano curve di potenza derivanti da appositi calcoli.

Tali curve sono basate su:

diverse misurazioni di curve di potenza per il relativo tipo di aerogeneratore da

istituti accreditati con certificazione di queste misurazioni nei rispettivi certificati

delle curve di potenza; oppure su risultati di altri tipi di aerogeneratori, in caso

che le misurazioni ancora non siano iniziate o ancora non siano terminate;

unintensit media delle turbolenze del 12%;

ipotesi realistiche per il comportamento dellanemometro;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

43

funzionamento degli aerogeneratori con lo storm control, che consente un

funzionamento dellaerogeneratore senza spegnimento in caso di elevata

velocit del vento.

La curva di potenza dellaerogeneratore deriva quindi da un calcolo altamente

attendibile e realistico dei rendimenti energetici prevedibili secondo le condizioni del vento

sul relativo sito.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

44

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

45

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

46

Le pale hanno una lunghezza di 44 m e sono costituite in fibra di vetro rinforzata

con resine epossidiche e fibre di carbonio.

Laerogeneratore alloggiato su una torre tubolare tronco conica alta circa

105m. Il diametro alla base di 4,20 m, alla sommit 2,40 m.

Al suo interno ubicata una scala per accedere alla navicella; questultima

completa di dispositivi di sicurezza e di piattaforma di disaccoppiamento e protezione.

Sono presenti anche elementi per il passaggio dei cavi elettrici e un dispositivo ausiliario di

illuminazione. Laccesso alla navicella avviene tramite una porta posta nella parte inferiore.

La torre viene costruita in sezioni di acciaio S355 assemblate in loco.

Il peso dellaerogeneratore

Il peso dellaerogeneratore, esclusa la fondazione, considerando una torre di

altezza pari a 105 m, di 385 tonnellate suddivise come segue in tabella:

Torre 275 tNavicella 80 t Rotore 30 t Totale 385 t

I livelli di rumore dellaerogeneratore

Il suono prodotto da un aerogeneratore la combinazione di alcune singole

sorgenti, come ad esempio il generatore, gli ingranaggi, le pompe idrauliche, i

trasformatori ed il convertitore.

Il rumore viene generato anche dagli effetti aerodinamici, dovuti alla rotazione

delle pale, con differente intensit in base alla velocit delle pale, dal profilo adottato e

dallangolo dinclinazione del rotore.

Il produttore fornisce i valori di intensit di potenza sonora emessa

dallaerogeneratore e Vestas V90 da 3000 kW che riportiamo nelle seguenti tabelle:

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

47

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

48

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

49

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

50

Dai dati riportati si pu evincere che per venti di velocit 8 m/s non previsto

nessun incremento significativo della potenza di suono emesso dallaerogeneratore.

La descrizione delle fasi di montaggio dellaerogeneratore

Ultimate le fondazioni, il lavoro di installazione delle turbine in cantiere consiste

essenzialmente nelle seguenti fasi:

1. trasporto e scarico materiali;

2. controllo delle torri e del loro posizionamento;

3. montaggio delle sezioni della torre prefabbricata;

4. sollevamento della navicella e relativo posizionamento;

5. montaggio delle pale sul mozzo;

6. montaggio della passerella porta cavi e dei relativi cavi;

7. sollevamento del rotore e relativo posizionamento;

8. montaggio della traversa e dei cavi in navicella;

9. collegamento dei cavi al quadro di controllo a base torre;

10. messa in servizio.

Il montaggio della torre viene realizzato imbragando le varie sezioni della torre con

apposita attrezzatura per il sollevamento, e innestandole luna allaltra con apposite flange

in acciaio.

Completato il montaggio della torre si procede allistallazione della navicella ed in

seguito allinnesto del rotore completo delle tre pale.

La localizzazione degli aerogeneratori allinterno del parco e il rapporto con

larea circostante

La disposizione degli aerogeneratori si evince, tra gli altri, dagli elaborati

cartografici di inquadramento generale.

La dislocazione degli aerogeneratori sul territorio scaturita da unattenta analisi

della morfologia del territorio, da una serie di rilievi sul campo, da studi anemometrici e da

una serie di elaborazioni e simulazioni informatizzate finalizzate a:

minimizzare limpatto visivo;

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

51

ottemperare alle prescrizioni delle competenti autorit;

ottimizzare la viabilit di servizio dedicata;

ottimizzare la produzione energetica.

Gli aerogeneratori ed i loro principali accessori, saranno caratterizzati dal minimo

livello di potenza sonora, tecnicamente ottenibile sul mercato.

Descrizione delle infrastrutture e delle opere civili

Le opere civili previste consistono essenzialmente nella realizzazione di:

viabilit interna a servizio del parco;

piazzole di montaggio a servizio degli aerogeneratori;

fondazioni delle torri degli aerogeneratori.

La viabilit interna a servizio del parco

La viabilit interna del Parco Eolico Panetteria di Banzi sar costituita da 18

tracciati realizzati ex-novo con andamento altimetrico il pi possibilmente fedele alla

naturale morfologia del terreno al fine di minimizzare limpatto visivo, con una lunghezza

totale di circa 8891 m.

A tal fine non saranno realizzati muri di sottoscarpa n muri di contenimento,

ma ove necessario, scarpate con rapporto H/B = 1 in trincea, ed H/B = 0,66 in rilevato.

Di seguito si riporta una tabella di sintesi della viabilit di accesso agli

aerogeneratori.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

52

STRADA PENDENZA MAX (%) LUNGHEZZA

(m) L.ASFALTO

(m) STRADA 1 13,05% 436,603 76,603 STRADA 2 11,86% 1869,502 120 STRADA 3 12,80% 94,195 69,195 STRADA 4 9,45% 351,092 0 STRADA 5 0,1141 248,955 56,955 STRADA 6 0,0945 351,092 0 STRADA 7 13,91% 261,776 210 STRADA 8 10,00% 615,16 0 STRADA 9 13,70% 513,866 140 STRADA 10 8,00% 502,665 0 STRADA 11 9,65% 305,432 0 STRADA 12 9,03% 559,23 0 STRADA 13 2,80% 343,57 0 STRADA 14 2,17% 319,663 0 STRADA 15 2,35% 234,647 0 STRADA 16 13,65% 1380,074 510 STRADA 17 10,00% 266,552 0

STRADA 18 8,90% 236,665 0

TOTALE (m) 8890,739 1182,753

Tabella 2 Il sistema della viabilit interna al parco con indicazione della lunghezza e dei tratti

da asfaltare temporaneamente

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

53

Dal punto di vista altimetrico la pendenza massima dei tracciati inferiore al

10%, tranne che per alcuni brevissimi tratti in cui si raggiungono pendenza contenute nel

14%.

Allo scopo di preservare la naturalit del paesaggio, i tracciati saranno realizzati

in misto granulare stabilizzato con legante naturale, ad eccezione dei tratti pi acclivi, con

pendenza superiore al 10% che verranno temporaneamente asfaltati per consentire un

agevole passaggio ai mezzi di trasporto delle componenti degli aerogeneratori.

Di seguito si riportano schematicamente le sezioni stradali tipo.

Figura 7 Sezione tipo strada in rilevato

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

54

Figura 8 Sezione tipo strada in trincea

Figura 9 Sezione tipo strada a mezza costa

Di seguito si riporta la descrizione degli interventi previsti per i vari tracciati a

servizio degli aerogeneratori.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

55

Strada N. 1

La strada n.1 parte dalla piazzola a servizio dellaerogeneratore n.2 e dopo un

percorso di circa 436,6 m con pendenza massima del 13,05% raggiunge la piazzola n.5.

Avendo pendenza superiore al 10% sar necessario asfaltare il tratto pi acclive

per una lunghezza di circa 76,6 m.

Strada N. 2

La strada n.2 inizia nei pressi della masseria Panetteria e dopo un percorso di

circa 1869,5 m termina nella piazzola di montaggio n.2.

Questa strada rappresenta lasse principale da cui si diramano sul lato sinistro

lasse n.5 e lasse n.3.

La pendenza massima raggiunta pari a 11,86% circa, pertanto sar necessario

asfaltare un tratto di circa 120 m.

Strada N. 3

Il tracciato n.3 una diramazione della strada n.4 e con una lunghezza di circa

94,2 m consente laccesso allaerogeneratore n.3. La pendenza massima raggiunta del

12,80% pertanto verr asfaltata la livelletta pi acclive di 69,2 m circa.

Strada N. 4

Questa strada lunga 369,4 m circa permette di accedere agli aerogeneratori

n.17 e n.4.

Il tracciato ha origine sulla Strada Provinciale Li Cugni e termina nella piazzola a

servizio dellaerogeneratore n.4.

La pendenza massima pari al 9,81% pertanto la strada sar interamente in

misto stabilizzato.

Strada N. 5

Il tracciato n.5 parte dalla Strada Provinciale Li Cugni e con un tracciato di 249

m circa consente laccesso alla piazzola a servizio dellaerogeneratore n.5.

La strada ha una pendenza massima del 11,41% pertanto sar necessario

asfaltare la livelletta pi acclive per una lunghezza di circa 57 m.

Strada N. 6

Questo tracciato collega la piazzola di montaggio dellaerogeneratore n.6 con la

Strada Statale Li Cugni.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

56

La strada n.6 ha lunghezza pari a 351,1 m circa e pendenza del 9,45%, pertanto

avendo pendenza massima inferiore al 10% verr realizzata interamente in misto

stabilizzato.

Strada N. 7

Questo tracciato consentir laccesso allaerogeneratore n. 7.

Partir dalla piazzola n.6 e giunger dopo 261,8 m circa nella piazzola n.7.

La pendenza raggiunta nella livellett pi acclive pari a 13,91% pertanto verr

asfaltato un tratto di 210 m.

Strada N. 8

La strada n.8 parte dalla piazzola n.7 e giunge fino alla piazzola a servizio

dellaerogeneratore n.8.

Il tracciato ha una lunghezza di 347,9 m circa, con una pendenza massima del

12,73%, quindi per consentire lagevole transito dei mezzi sar necessario asfaltare il

tratto di 55 m in cui la pendenza supera il 10%.

Strada N. 9

La strada n.9 si dirama dal lato destro del tracciato n.10 e consente laccesso

allaerogeneratore n.9.

Il tracciato misura 513,9 m circa con una pendenza massima del 13,7% sulla

livelletta pi acclive, lunga 140 m che necessita di uno strato di asfaltatura.

Strada N. 10

La strada n.10 ha origine sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma, e con

un percorso di 502,7 m e pendenza del 8% consente laccesso alla piazzola a servizio

dellaerogeneratore n.10.

Il tracciato sar interamente in misto stabilizzato.

Strada N. 11

Il tracciato n.11 parte dalla Strada Provinciale Li Cugni e con un tracciato di

305,4 m circa consente laccesso allaerogeneratore n.11.

La strada ha una pendenza massima del 9,65% e sar interamente in misto

stabilizzato.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

57

Strada N. 12

La strada n.12 ha origine sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma, e con

un percorso di 559,2 m circa e pendenza massima del 9,03% consente laccesso alla

piazzola a servizio dellaerogeneratore n.12.

Il tracciato sar interamente in misto stabilizzato.

Strada N. 13

Il tracciato n.13 parte dalla Strada Statale n.169 e con un tracciato di 343,6 m

circa consente laccesso allaerogeneratore n.13.

La strada ha una pendenza massima del 2,80% e sar interamente in misto

stabilizzato.

Strada N. 14

La strada n.14 parte dalla piazzola n.15 e giunge fino alla piazzola a servizio

dellaerogeneratore n.14.

Il tracciato ha una lunghezza di 319,7 m circa, con una pendenza massima del

2,17%, quindi avendo una pendenza molto lieve sar interamente in misto stabilizzato.

Strada N. 15

La strada n.15 ha origine sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma, e con

un percorso di 234,6 m circa e pendenza massima del 2,35% consente laccesso alla

piazzola a servizio dellaerogeneratore n.15.

Il tracciato sar interamente in misto stabilizzato.

Strada N. 16

La strada n.16 ha origine sulla Strada Provinciale Marascione Lamacolma, e con

un percorso di 1380,1 m circa e pendenza massima del 13,65% consente laccesso alla

piazzola a servizio dellaerogeneratore n.16.

Per consentire lagevole transito dei mezzi necessari al trasporto dei componenti

dellaerogeneratore sar necessario asfaltare il tratto di 510 m in cui la pendenza supera il

10%.

Strada N. 17

Il tracciato n. 17 si dirama dal lato sinistro della strada n.4 e con uno sviluppo di

266,6 m circa realizzati interamente in misto stabilizzato consente laccesso alla piazzola

n.17.La pendenza massima riscontrata nel tratto pi acclive del 10%.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

58

Strada N. 18

Il tracciato n.18 parte dalla Strada Provinciale Li Cugni e con un tracciato di

236,7 m circa consente laccesso allaerogeneratore n.18.

La strada ha una pendenza massima del 8,90% e sar interamente in misto

stabilizzato.

Le piazzole di montaggio degli aerogeneratori

Le piazzole di montaggio degli aerogeneratori avranno forma rettangolare con

dimensioni in pianta di circa 60 m x 40 m, e con ingresso ubicato al centro del lato corto;

al termine della fase di montaggio degli aerogeneratori, potranno essere ridotte ad unarea

di 225 mq (15 m X 15 m) necessaria alle periodiche visite di controllo e manutenzione

delle turbine, la restante parte verr rinaturalizzata attraverso piantumazione di essenze

erbacee ed arbustive.

Delle 18 piazzole di montaggio, 16 saranno di fine corsa, ovvero con il tracciato

stradale che termina allimbocco della piazzola stessa, mentre 2 saranno di passaggio, con

il tracciato stradale che prosegue allinterno della piazzola stessa per raggiungere

laerogeneratore successivo.

Per la realizzazione delle piazzole sar utilizzato materiale proveniente dagli

scavi , adeguatamente selezionato e compattato per assicurare la stabilit ai mezzi di

montaggio delle torri. Il dimensionamento di tutte le piazzole sar conforme alle

prescrizioni progettuali della Committenza.

Le fondazioni degli aerogeneratori

Allinterno di tutte le piazzole di montaggio, saranno ospitati i plinti di fondazione

delle torri, aventi forma quadrata 15 m X 15 m ed altezza di 2 m.

La fondazione sar poggiata su 16 pali di diametro 1,20 m.

Si riporta di seguito una vista assonometria della fondazione in questione.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

59

Figura 10 Assonometria delle fondazioni

I plinti in calcestruzzo C25/30, saranno armati e dimensionati per resistere agli

sforzi di ribaltamento e slittamento prodotti dalle forze agenti sulla torre.

Sui plinti saranno predisposte le flange di ancoraggio alle quali saranno

bullonate le basi delle torri.

Larmatura di ripartizione dei plinti sar costituita da rete elettrosaldata 26 a

maglia 20x20 del tipo B450/C. Al centro del plinto prevista una maglia aggiuntiva di

armatura 26/10.

Il volume complessivo derivante dagli scavi delle fondazioni sar riutilizzato in

cantiere per la riqualificazione della viabilit esistente, per ricopertura parziale degli scavi

di sbancamento, ecc..

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

60

Figura 11 Particolare esecuzione plinti di fondazione

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

61

Figura 12 Planimetria fondazione aerogeneratore

Il volume complessivo derivante dagli scavi delle fondazioni sar riutilizzato in

cantiere per la riqualificazione della viabilit esistente, per ricopertura parziale degli scavi

di sbancamento, ecc..

Descrizione dellimpiantistica Le opere impiantistiche riguardano:

reti elettriche interne (cavidotti);

cabina di campo;

stazione elettrica 380/150kV (Terna);

stazione elettrica 150/30kV utente.

Rimandando per tutti gli approfondimenti del caso agli elaborati di progetto

prodotti da Terna, sia per quanto riguarda la stazione elettrica 380/150 kv che quella

utente, si riporta di seguito una descrizione sintetica delle opere impiantistiche.

Reti Elettriche Interne (Cavidotti)

Le connessioni degli aerogeneratori con la sottostazione di trasformazione

saranno realizzate con cavidotti interrati posti in fregio alla sede stradale cos da ridurre al

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

62

minimo limpatto; lo scavo per la loro realizzazione avr una profondit variabile tra 1,70m

e 2,10m e unampiezza variabile da 0,60 m a 1,00 m a seconda del numero di cavidotti

inseriti nello scavo.

Nel fondo di scavo, al di sopra un letto di sabbia di 0,20 m saranno posati i cavi,

sui quali sar steso un altro strato di 0,70 m di sabbia finemente setacciata. Il

riempimento dei cavi avverr con il materiale proveniente dagli scavi.

Figura 13 - Sezione tipo scavo per cavidotto a singolo cavo

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

63

Figura 14 - Sezione tipo scavo per cavidotto con quattro cavi

Il riempimento finale dei cavidotti sar effettuato con compattazione meccanica

a pi riprese di singoli strati di spessore massimo di 0,30 m.

Al fine di rispondere alle prescrizioni CEI 11-17 e di offrire una idonea protezione

meccanica in caso di eventuali scavi successivi (nuove infrastrutture o sostituzione di cavo

avariato), sar disposta una fila di tegole.

Nella zona del riempimento sar posta una fascia gialla di segnalazione di

polietilene (nastro monitore) per indicare la presenza di cavi elettrici.

In corrispondenza degli incroci con i viali la canalizzazione sar effettuata

impiegando tubi in EPR (diametro esterno 200 mm) rivestiti in cemento HM-15: al di sopra

sar collocata la fascia di monito.

Sono inclusi nel progetto le trincee ed i pozzetti necessari per ubicare le

canalizzazioni elettriche. Una volta terminati gli scavi il percorso dei cavidotti interrati sar

segnalato con picchetti di cemento verniciato.

Lo schema elettrico del parco prevede una suddivisione in sei sottocampi cosi

suddivisi:

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

64

sottocampo 1 (9.000 kW) aerogeneratori n.1-2-3;

sottocampo 2 (12.000 kW) aerogeneratori n.7-8-9-10;

sottocampo 3 (3.000 kW) aerogeneratore n.12;

sottocampo 4 (6.000 kW) aerogeneratori n.14-15;

sottocampo 5 (3.000 kW) aerogeneratore n.16;

sottocampo 6 (21.000 kW) aerogeneratori n.4-5-6-11-13-17-18.

Le stazioni elettriche

Gli impianti in oggetto saranno costituiti da due cabine di sezionamento, una

nuova stazione elettrica di rete Terna a 380/150 kV, da una stazione Utente 150/MT kV e

dai relativi raccordi necessari al collegamento della due stazioni entrambe realizzate nel

comune di Genzano (PZ).

In particolare il collegamento sulla rete Terna sar realizzato in entra - esce

sullelettrodotto a 380 kV Matera S. Sofia, di propriet della Societ Terna S.p.A, mentre

sar realizzato un breve raccordo 150k V per il collegamento della stazione utente alla

sezione 150kV della futura stazione 380/150 kV.

Figura 15 Ubicazione stazioni elettriche nel comune di Genzano di Lucania

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

65

La stazione elettrica 380/150kV

Il progetto della stazione elettrica 380/150kv stato elaborato dalla societ

TERNA.

La stazione elettrica di progetto sar conforme alla soluzione tecnica minima

generale (STMG), elaborata ai sensi dellart. 3 del D.Lgs. n. 79/99, della deliberazione n.

281/05 dellAutorit per lEnergia Elettrica e il Gas e del Codice di trasmissione,

dispacciamento, sviluppo e sicurezza della rete.

Le cabine di sezionamento

La cabina di sezionamento permette il sezionamento della linea di collegamento

del parco con la sottostazione di trasformazione e consegna dellenergia elettrica prodotta.

Sono previste 2 cabine di sezionamento che raccolgono lenergia prodotta dai

sottocampi e fanno capo ad una cabina di consegna posta allinizio della linea di

collegamento del parco con la sottostazione di consegna.

All interno di ogni cabina sono disposti i quadri di media tensione costituiti da

interruttori automatici e relativi sistemi di protezione; ogni cabina costituita da un edificio

prefabbricato, che viene trasportato mediante automezzi e posato direttamente in sede

con lausilio di apposita gru.

Per la posa delle cabine sar necessario uno sbanco del terreno per la posa di

un basamento prefabbricato di dimensioni di mt 3,50 x 5,50 x 0,60 su cui pogger la

cabina.

Il materiale risultante dallo scavo servir per il rinterro del basamento stesso.

I fabbricati avranno le dimensioni di mt 2,44 x 4,40 e di altezza circa 3mt.

La stazione elettrica 150/30 kv (Utente)

La sottostazione di trasformazione ha una duplice funzione: raccogliere lenergia

prodotta dagli aerogeneratori del parco eolico mediante la rete di cavidotti e la

conversione della stessa energia da MT ad AT.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

66

Il punto di raccolta in esame sar costituito da una stazione di trasformazione

posta allinterno del parco dalla quale si svilupper una linea in cavo interrato fino alla

stazione di consegna in AT, di propriet dellEnte Gestore della Rete.

Nella stazione di trasformazione vengono individuate due aree principali:

Area 1: necessaria per linstallazione apparecchiature gestore della rete;

Area 2: da utilizzare per linstallazione di tutte le apparecchiature elettriche

occorrenti sul lato utente ;

Larea utente sar ricavata in adiacenza allarea Gestore della rete, ed avr

dimensioni tali da permettere la corretta installazione di tutte le apparecchiature elettriche

facenti parte della sottostazione lato utente, apparecchiature di condizionamento

dellenergia e di misurazione, di trasformazione/adeguamento di tensione ed isolamento

degli impianti.

Le opere da realizzarsi consistono principalmente in una serie di tralicci in

acciaio su fondazione in cemento armato (identiche a quelle degli aerogeneratori, ma di

dimensioni diverse), da recinzioni, muri di recinzione, rampa di accesso allarea, locali

tecnici costituiti da elementi prefabbricati, marciapiedi, impianto di terra, cavidotti, cunicoli

e trasformatori di potenza.

Si realizzeranno n. 2 manufatti destinati a locali tecnici di servizio dellutente e

del gestore della rete.

Entrambi i manufatti saranno realizzati in aderenza alla recinzione esterna

allarea.

I manufatti saranno del tipo in prefabbricato autoportante, poggiati direttamente

su basamento in cemento armato, avranno forme e dimensioni secondo quanto stabilito

dalle normative e saranno destinati esclusivamente al contenimento delle apparecchiature

tecniche.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda agli elaborati del progetto elettrico.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

67

A.1.D. MOTIVAZIONI DELLA SCELTA DEL TRACCIATO DELLELETTRODOTTO DALLIMPIANTO AL PUNTO DI CONSEGNA DELLENERGIA PRODOTTA

La scelta effettuata per il collegamento dellimpianto al punto di consegna

consente di limitare le perdite di trasmissione sia in media che in alta tensione. Il punto di

consegna inoltre vicino al parco eolico e questo consente di ridurre gli impatti di tipo

ambientale.

Lopera necessaria per trasferire lenergia elettrica prodotta dal Parco Eolico

Panetteria nel comune di Banzi alla RTN tramite lelettrodotto a 380 kV denominato

Matera S. Sofia.

Il collegamento all elettrodotto sar realizzato in prossimit dellattuale tratta

106-108 a mezzo di due raccordi distinti in semplice terna a 380 kV, posti ad una distanza

reciproca di un minimo di 160 m ad un massimo di 290 m.

WINP S.R.L

Parco eolico PANETTERIA nel comune di Banzi RELAZIONE GENERALE

68

A.1.E DISPONIBILIT AREE ED INDIVIDUAZIONE INTERFERENZE

Accertamento in ordine alla disponibilit delle aree ed immobili

interessati dallintervento

La disponibilit delle aree interessate dallintervento stata verificata ed acquisita

mediante la formalizzazione di contratti con i vari proprietari.

Censimento delle interferenze, degli Enti Gestori

Nellarea oggetto di intervento presente la rete aerea elettrica del gestore

ENEL, ma non si verificano interferenze con le opere in progetto.

Accertamento di eventuali interferenze con reti infrastrutturali presenti

(reti aeree e sotterranee)

Non stata riscontrata nessuna interferenza con le opere in