2008/9 - Sebastiano A. Patan¨ - e altro amore

download 2008/9 - Sebastiano A. Patan¨ - e altro amore

of 32

  • date post

    26-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

description

poesia d'amore

Transcript of 2008/9 - Sebastiano A. Patan¨ - e altro amore

  • Sebastiano A. Patan Ferro

    e altro amore

  • 2

    e altro amore by Sebastiano A. Patan Ferro

    Catania 2008/9

  • 3

    e altro amore Catania 2008/9

  • 4

  • 5

    #1 del ricordo

    Guarda, senti come respira il mare, come si lascia togliere spuma dal vento e percuote lo scoglio innocuo

    Era un viavai di sentimenti questanima incolta e quanto amore, quanti sogni girandole per ogni vento

    Quante mani ho avuto per tutte voi unica donna della mia vita, senza volto, senza scale, fantasma diurno senti, guarda come respira

  • 6

    Quellottobre

    Ci pensi mai al chiaro improvviso delle caldarroste quando il molo di levante ci inebriava di salsedine e le risa ovattate dalla spuma si dissolvevano in quellottobre di inedite voglie?

    Autunni di rame tagliati nelle rette discontinue del maestrale nel vocio delle calle o nei gradini esposti a mezzogiorno e forcine a mezzaria

    Restiamoci immersi in quellottobre rossomosto

  • 7

    (Potevo)

    Potevo comprare i semi per una nuova vigna poi attendere, seduto sulla nostra pietra il vino buono con te vicino mano nella mano

  • 8

    E tardi

    tardi, non vedi? il vino che mi porgi vecchio di rondini sfrecciate via di sapori persi negli alberghi e di notti popolate di silenzi

    E' marcio il sottoscala e la stanza, bisogna ridipingerla ma non vedi quanto tardi amore?

  • 9

    Proprio cosi

    come bocca dopo la sera notte attesa, divano limite preso nella rete del lamento tra colonna e colonna tra la gola ed il fuoco del bordo

    Martirio di voci pizzicate corde nel concerto... abbracciami adesso nel telaio di questo lenzuolo con sopra le tue iniziali

  • 10

    Quantica elusiva (variante)

    Cosa afferri, cosa spingi nellaria della tua danza dove siamo - cosa afferri - legati a quale musica - cosa spingi - in che amplesso con quale corpo-groviglio con che mani - cosa spingi - - cosa afferri -

    In quali sensi sei entrata sesti, settimi, mentre cammini nel mio giardino di sedie

    Cosa afferri cosaspingi come una artista che recita le parti senza virgole

    8 agosto 2008

  • 11

    Puoi?

    a te che cerco negli specchi e fra le carte

    puoi?

    cercare nel golfo del mio abbraccio e vederti cuore nel mio petto oppure nel soffitto riletto mille volte tra le forme illogiche di fumo

  • 12

    (Ogni moneta)

    Ogni moneta ha il valore ogni giorno il lato buio ogni bacio...il suo veleno Brillerete d'amore ad ogni dono e piangerete alla mia morte ma adesso dimmi che mi ami ed un bosco di betulle apparir dalle mie mani

    Profumami di baci come i mandaranci la sera

  • 13

    (Nudi)

    Nudi, riserve speciali e divorate risa noi del mezzo del cammin di nostra vita di Maria o dei girovaghi arlecchini persi tra la folla di un autunno newyorkese e giri di parole e schegge di poesia tentativi di quel tu dellagrodolce del quando passarono le aquile della porta socchiusa, del sale

  • 14

    Metope

    Rosso e rosa il mezzo vestito odori di terra e selva con due lune avanti e una scia di filamenti al seguito Si compie il cerchio malizioso dell'ammaestrato puma nel ruggito tacito il balzo e lo schermire i sensi miei gi pronti ma non adesso

    *

    rosso e rosa come la bocca che appanna gli occhi, rifugio del minimo sospiro, inizio delle curve sadiche degli ancora, dei si allungati sulla pelle e degli umidi bisbigli.

    Diagonali aperte del corpo-fuoco che mi inverte roccia vapore e roccia e un bacio dietro l'orecchino

  • 15

    *

    Sarai roccia e muschio negli anfratti quando governer la resa dei fianchi e dei tracciati

    Percorrer le linee delle ninfee che s'aprono nel lento fluire della fertile saliva e t'amo di pugno e di farfalla di spada e di giglio, t'amo

    *

    divenuta artiglio e ritmo di appena voci esauste trifonie di contrappunto... mostrami i mari dove immergermi e le baie dove rifugiarmi sintesi del mio amare femmina animale del mio tribale canto

    Ala unica del mio volo richiudi il cerchio e portami a bruciare nel tuo sole d'acqua

  • 16

    *

    Ci sono le strane stelle dei tetti del dopo e le ombre di ritorno dal fumo. Ci sono le tue parole ed il rumore di quella nuova primavera che sboccia dalle mani. C' il te freddo ed un lenzuolo a coprire il seno gli specchi, le porte a met, il bicchier d'acqua... e noi...

  • 17

    Finale

    (Lei piange ma in silenzio, senza singhiozzare, nuda, senza maschere. Ora e lei veramente. Gli ha mostrato la forza, ora fa vedere le fragilit e lui sa bene di cosa ha bisogno adesso.)

    Ci vuole poco a rifare il letto, sai?

  • 18

    (E ceri tu)

    e c'eri tu

    sulle monete antiche ai bordi di un disco che si ripete da solo nei maliziosi intrighi delle nuvole al mattino

    E spiegavo ai limoni il tuo sorriso e alla gazza il tuo volo

    C'eri tu nel dormiveglia dei cuscini

  • 19

    Bella

    Bella ti ho vista correre sulle mie parole accese ho rinunciato al mio canto di poeta sopra il tuo seno, chiara

    gira il tuo corpo nei miei sensi incustoditi per questa mente ormai libera di altari, bella

    rimetter radici e foglie sulla croce nessun demonio violer la nostra casa e quando sarai di nuovo vera nessuno al mondo asciugher la nostra terra

    Bella ho visto dietro ogni tuo sorriso e ho camminato sulla bocca di corallo bella

  • 20

  • 21

    il sangue fermo nellattesa del tuo bacio quel paradiso che non si era mai perduto fra i denti di un amore che fa male bella,

    vorrei dormirti fra le mani o nel tuo volo fermare il ritmo poi ricominciare ancorabella

    ti ho vista correre sulle parole accesebella sopra il tuo seno

  • 22

    (Scendi come brina)

    Scinni comu risinu sdizza a sdizza 'nta la vucca sicca ppi ghinchiri sta fossa

    e batti i tuoi tamburi per scoprire la resa

    Lascer la carezza crescere nel modulo dei girasoli ed io, sole, mi lascer girare

    Scinni comu risinu

  • 23

    (Ti prender...)

    Ti prender sull'altare della betulla e nella trama del bosco canterino

    Ti respirer nelle braccia inedite delle girandole di maggio lente, lente come i tuoi si

    Saranno lini e sete ai bordi delle labbra quando l'abisso pieno mi riempir di te

    E nel pudore di un nudo sorriso affogheremo gli ultimi graffi per quel dopo che ci vedr avvolti in un respiro e lampi di fragoroso abbraccio

    Spezziamo allora tutte le cime ed innestiamo di noi il cielo che sia serpente e manto amore mio

  • 24

    Respirami

    Respirami e torneranno tutti i sogni interrotti prendi queste mie ali e portami lontano

    dalle soffitte e dalle assenze

    Ho mani ed occhi per te ed anche ore e secoli...

    ricordi gli aquiloni te li ricordi amore mio?

  • 25

    Ripresa

    Rifacciamoci delle piatte dei giorni bui, fermi come pietre sull'anima

    Corriamoci sulla pelle a riprenderci le piste antiche, colorate di fianchi e bocche assetate di inediti fiori. Si aprano i ventagli e le parole senza schermo si cerchino le note del prossimo flamenco e le nuove vele da issare

    30 settembre 2008

  • 26

    Resta

    non c' bianco nelle dalie della serra non c' verso... Si stagliano quelle parole che ci fecero grandi e poeti dalle curiose sintesi. No! non voglio ascoltarle spillare di suoni e baci e spaghetti e scarpe rotte ci rimpiange il divano ancora disfatto arreso alle mosche

    Resta - ti dissi

  • 27

    (Ti ho fatta)

    si, ti ho fatta verso e regina splendente sulle cime delle palme verticale parola e canto

    Mi son fatto onda per avvolgerti di spuma e nei rossi dei garofani la tua bocca sazia gli antichi dirupi

    Vieni, entrami dentro tutte le donne che sei

  • 28

    (Toglieremo)

    Toglieremo i rampini dal sale ed il sale dalle geometrie

    Dalle vette imprecise torneremo a valle come lacqua fresca e con nuove bocche per quei baci-rifugio senza spine

    Rimettiamo il sole dovera prima

  • 29

    Nel miele

    verso il tempio,

    dove i richiami non mentono

    si scioglie l'oro nuovo

    Un manto cremisi ti spoglia

    sul farsi della sera

  • 30

    (Chiamami)

    e risorge la colomba

    dal fiore contratto delle mani

    si attorciglia alle vene

    dove scorrono parole

    e risale il flusso dei numerosi

    cuori. Gemito e passione

    lungo tutti i bui delle stanze

    o sopra o sotto le savane della mente

    Affacciati dalle edere

    e chiamami

  • 31

    Indice

    e altro amore 2008/9

    #1 del ricordo

    Quellottobre (Potevo)

    E tardi Proprio cosi Quantica elusiva (variante)

    Puoi?

    (Ogni moneta)

    (Nudi) Metope

    Finale

    (E ceri tu) Bella

    (Scendi come brina)

    (Ti prender...)

    Respirami

    Ripresa

    Resta

    (Ti ho fatta) (Toglieremo) Nel miele

    (Chiamami)

  • 32