1 1 1 1 ï 1 1 & 1 ï 1 1 1 - .attenzione e approfondimento particolari per nuclei tematici quali

download 1 1 1 1 ï 1 1 & 1 ï 1 1 1 - .attenzione e approfondimento particolari per nuclei tematici quali

of 23

  • date post

    18-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of 1 1 1 1 ï 1 1 & 1 ï 1 1 1 - .attenzione e approfondimento particolari per nuclei tematici quali

ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO / L. REPACI

via Marconi, 77 89018 VILLA S. GIOVANNI (RC) - Cod. Mecc. RCIS03600Q con sedi associate :

IST. MAGISTRALE L. NOSTRORCPM036017 - I.T.E. L. REPACI -RCTD036012 Dirigenza: Tel. 0965/499482 Fax : 0965/499480 Centralino: Tel. 0965/499481

e-mail rcis03600q@istruzione.it - www. nostrorepaci.it

PROGRAMMA DI LATINO SVOLTO DALLA CLASSE IV D ANNO SCOLASTICO 2017/2018

PROF.SSA MARINELLA RINALDO

o Cicerone o - Premessa storico-politica o - Il cursus honorum o - La produzione: opere retoriche, politiche, filosofiche, epistolario o - Stile e fortuna o o o Il commentarius e la monografia come generi storiografici: Cesare e Sallustio Cesare - La vita - Opere in versi e prosa - Le imprese in Gallia: Commentarii de bello gallico - La guerra civile: Commentarii de bello civili

Sallustio - La vita - La monografie - Il Bellum Catulinae - Il Bellum Iugurthinum - I proemi e la concezione storiografica di Sallustio Let di Augusto - Il contesto storico. Lo sfondo politico e i circoli di Mecenate, di Messalla e di Pollione.

Lideologia augustea e la produzione letteraria. Virgilio - La vita - Le Bucoliche - Le Georgiche - LEneide - L Appendix V ergiliana Orazio - La vita - Epodi - Satire

- Odi - Carmen saeculare - Epistole - Ars poetica

ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO / L. REPACI

via Marconi, 77 89018 VILLA S. GIOVANNI (RC) - Cod. Mecc. RCIS03600Q con sedi associate :

IST. MAGISTRALE L. NOSTRORCPM036017 - I.T.E. L. REPACI -RCTD036012 Dirigenza: Tel. 0965/499482 Fax : 0965/499480 Centralino: Tel. 0965/499481

e-mail rcis03600q@istruzione.it - www. nostrorepaci.it

Programma svolto di Italiano

Classe IV D

Prof.ssa Marinella Rinaldo

LETTERATURA

Poesia : denominazione dei versi, figure retoriche, forme metriche, tipi di rime.

Let del Rinascimento .

Il rapporto coi classici.

Let delle corti.

Lorganizzazione della cultura. Le Accademie.

La questione della lingua. Pietro Bembo e le Prose della volgar lingua.

LAccademia della Crusca.

La ripresa del poema epico-cavalleresco

Il Petrarchismo.

Aspetti culturali e sociali.

Le due fasi del petrarchismo in Italia.

La commedia dellarte.

Let della Controriforma.

Il Seicento.

La questione della lingua.

Galileo Galilei.

Vita e opere.

Da Il Saggiatore, Il mondo dei suoni, ovvero la ricchezza inesauribile della natura.

Let del Barocco, caratteri generali

Il Settecento

Carlo Goldoni

Vita e opere. La riforma del teatro. Le Memorie.

La Locandiera : lettura e analisi (passim)

Giuseppe Parini

Vita e opere.. Il rapporto con gli Illuministi.

Le Odi. La Salubrit dellaria.

Il Giorno: Struttura dellopera.

Da Il Mattino : vv 1_100. (Il risveglio )

Da Il Mezzogiorno : vv. 516-556 (La vergine cuccia)

Illuminismo e Neoclassicismo.

Tramonto dellintellettuale cortigiano e nascita dellintellettuale moderno.

LEncyclopedie.

La cultura illuministica in Italia.

Il programma del Caff.

LIlluminismo di Pietro Verri.

Cesare Beccaria: Dei delitti e delle pene, cap.XVI.

Vittorio Alfieri

Vita, opere, pensiero.

.Il Grand tour in Europa e in Italia.

U.Foscolo,

vita, opere.

Da Le ultime lettere di Jacopo Ortis: Il sacrificio della patria consumato. Il colloquio con Parini. Il

problema di una classe dirigente in Italia. La lettera da Ventimiglia. La sepoltura lacrimata.

Dai Sonetti : In morte del fratello Giovanni. A Zacinto.

Dai Sepolcri: vv 1-90 e 151- 196.

Dante Alighieri, la Commedia.

Ripresa dei contenuti.

Inferno: il canto di Ulisse , XXVI.

Purgatorio; Analisi e commento dei canti I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII,IX, X, XVI.

Laboratorio di scrittura

Tipologia A

Tipologia B (articolo di giornale e saggio breve)

Tipologia D (Tema argomentativo)

Istituto Statale Luigi Nostro/L.Repaci Villa S. Giovanni (RC)

Programma di Disegno e Storia dellArte Docente: Prof.ssa Francesca Luppino

CLASSE IV D

- Il Rinascimento - Giovanni Bellini - Donato Bramante - Leonardo Da Vinci - Raffaello Sanzio - Michelangelo - Tiziano - Giorgione - Il 600 i caratteri del Barocco - Il Caravaggio - Gian Lorenzo Bernini - La prospettiva centrale - Assonometria cavaliera e isometrica

PROGRAMMA DI RELIGIONE

Classe IV D anno scolastico 2017- 2018

1) L uomo e la conoscenza di Dio a - La conoscenza di Dio secondo la Bibbia b - La conoscenza di Dio nella filosofia c - La conoscenza di Dio secondo la Chiesa d - Il fenomeno dellateismo

2) Il rapporto tra fede e scienza a Creazione e teoria evoluzionista b Momenti di crisi tra scienza e fede: Galileo e Darwin c Collaborazione tra scienza e fede e necessit di una morale

3) La missione evangelizzatrice della Chiesa. 4) La dimensione sessuale delluomo: lamore inteso come valore umano e cristiano in tutti i suoi significati e dinamiche relazionali. 5) Luomo alla ricerca della verit a La verit nella scienza, nella filosofia e la verit della fede b Il rapporto uomo verit c - La verit secondo il Magistero della Chiesa Insegnante Maria Antonia Cassone

ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO / L. REPACI via Marconi, 77 89018

VILLA S. GIOVANNI (RC) - Cod. Mecc. RCIS03600Q con sedi associate : IST. MAGISTRALE L. NOSTRORCPM036017 - I.T.C. L. REPACI -RCTD036012

Dirigenza: Tel. 0965/499482 Segreteria e Fax : Tel. 0965/499480 Centralino: Tel. 0965/499481 e-mail RCIS03600Q@istruzione.it - www. nostrorepaci.it

PROGRAMMA SVOLTO

ANNO SCOLASTICO 2017/2018

LICEO SCIENTIFICO

FILOSOFIA

CLASSE IV SEZ. D

Prof. Domenica Mollica

mailto:RCIS03600Q@istruzione.ithttp://www.luiginostro.it/

Relazione Filosofia

In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in

termini di CONOSCENZE, COMPETENZE E ABILITA

Il programma di filosofia stato sviluppato tenendo conto delle principali correnti

filosofiche e dei nuclei problematici pi importanti per il pensiero tardo-antico, con

attenzione e approfondimento particolari per nuclei tematici quali la metafisica e la

gnoseologia.

La classe stata in genere costante nellimpegno e ha sempre dimostrato disponibilit al

dialogo educativo. La conoscenza degli autori, delle correnti filosofiche, nonch dei

principali nodi tematici trattati si dimostrata pi che sufficiente o discreta per la

maggioranza della classe, in alcuni casi buona e in altri ottima. La maggioranza della classe

sa riconoscere il lessico filosofico e riesce a comprendere il significato assunto da uno

stesso termine nel pensiero di autori diversi. Quasi tutta la classe ha una discreta e in alcuni

casi ottima conoscenza dei testi e dei brani proposti per gli autori o per le tematiche

ritenute particolarmente significative. Quasi tutti i ragazzi hanno cercato di utilizzare in

modo attivo il manuale in uso, integrando le spiegazioni fornite dallinsegnante. Molti

alunni sanno cogliere in modo discreto, alcuni buono, le modalit argomentative attraverso

cui una riflessione filosofica viene presentata e individuano i problemi dai quali muovono i

singoli filosofi. Luso del linguaggio specifico e di una terminologia appropriata risulta

consolidato per un buon numero di studenti, ancora da perfezionare per altri. Gli ultimi

obiettivi, relativi alla comprensione della specificit del sapere e del linguaggio filosofico,

allattitudine a riferirsi ad altre aree disciplinari, allanalisi e alluso di testi filosofici e

saggi critici, si possono dire sostanzialmente raggiunti da un piccolo numero di studenti.

Infine, molti allievi riescono ad elaborare un discorso utilizzando in modo preminente

argomentazioni razionali, anche se solo pochi riescono a proporre riflessioni sui problemi

della realt e dellesistenza, formulando un punto di vista autonomo e personale. Quasi tutti

dimostrano di aver compreso la dimensione di problematicit propria del dialogo

filosofico e la necessit della comprensione critica del proprio tempo. Sempre vivi per

quasi tutti gli alunni si sono rivelati linteresse, la partecipazione e la disponibilit al

dialogo e alla discussione. Si sono registrati due casi di grave insufficienza.

METODOLOGIE:

Per quanto riguarda la metodologia si rinvia alle indicazione presentate nella

Programmazione iniziale. lo stesso uso degli strumenti didattici (dalla lezione frontale, ai

lavori di gruppo, alla discussione, al momento valutativo, alla lettura e analisi dei testi, alla

costruzione di mappe concettual