09 - 07 maggio 2009_bassa

of 32/32
n. 9 S. Flavia Domitilla anno IX è il tuo giornale! fatti sentire! 02.39.84.60.31 @ [email protected] Redazione 339.28.00.846 @ [email protected] Pubblicità 7 MAGGIO 2009 WWW.7GIORNI.INFO S. Donato, blitz in un campo abusivo Il giornale gratuito del Sud Est Milano Secondo Luca Brunet è incomprensibile il sostegno dell’IdV a Tabacchi PESCHIERA a pagina 4 Molteplici le necessità di Serenella da inserire nei programmi elettorali SAN GIULIANO a pagina 14 La Fenice pre- senta un esposto alla Procura per verificare il progetto del gassificatore MEDIGLIA a pagina15 Il centrodestra candida Ferrario, volto nuovo della politica cittadina PAULLO a pagina 21 servizio a pagina 12 @ [email protected] Annunci www.7giorni.info S. Donato, blitz in un campo abusivo
  • date post

    10-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    235
  • download

    6

Embed Size (px)

description

339.28.00.846 02.39.84.60.31 www.7giorni.info @ [email protected] PAULLO SAN GIULIANO MEDIGLIA PESCHIERA @ [email protected] @ [email protected] 7 MAGGIO 2009 Redazione Annunci Pubblicità servizio a pagina 12 n. 9 a pagina15 a pagina 21 a pagina 14 a pagina 4

Transcript of 09 - 07 maggio 2009_bassa

  • n. 9 S. Flavia Domitillaanno IX

    il tuo giornale!fatti sentire!

    [email protected] [email protected]

    Redazione

    [email protected] [email protected]

    Pubblicit

    7 MAGGIO 2009

    WWW.7GIORNI.INFO

    S. Donato, blitz in un campo

    abusivo

    Il giornale gratuitodel Sud Est Milano

    Secondo LucaBrunet incomprensibileil sostegnodellIdV a Tabacchi

    PESCHIERA

    a pagina 4

    Molteplicile necessit di Serenella da inserire nei programmielettorali

    SAN GIULIANO

    a pagina 14

    La Fenice pre-senta un espostoalla Procura per verificare il progetto del gassificatore

    MEDIGLIA

    a pagina15

    Il centrodestracandidaFerrario, voltonuovo della politicacittadina

    PAULLO

    a pagina 21

    servizio a pagina 12

    @ [email protected]

    www.7giorni.info

    S. Donato, blitz in un campo

    abusivo

  • PESCHIERA B.

    Via Ca Matta, 2

    tel. 02.55.30.54.52

    Centri Servizi Immobiliari SAN BOVIO

    Viale Abruzzi, 1

    tel. 02.70.30.90.95

    SAN FELICE

    Centro Commerciale 27

    tel. 02.75.34.043

    MILANO

    Via Moscova, 46

    tel. 02.65.75.344

    In AffittoPESCHIERA BORROMEO

    Mq 81, bilocale parzialmente arredato.

    Soggiorno con balcone, cucina abita-

    bile, camera, bagno. Libero a luglio

    09. Rif. MM5620a Tel.02.55305452

    1978 - 2009Anni d i

    Esper i enza

    PESCHIERA BORROMEO

    Mq 100, in contesto signorile, presti-

    gioso trilocale vista lago. Soggiorno

    con camino, 2 camere, 2 bagni, ter-

    razzo mq 30, box.

    Rif. LD5615v Tel. 02.55305452

    ZELO BUON PERSICOIn contesto signorile, appartamenti

    mai abitati, varie metrature con finitu-

    re di pregio. Possibilit box.

    Rif. MM5590v Tel. 02.55305452

    SAN GIULIANO MILANESEMq 45, signorile bilocale completa-

    mente arredato. Soggiorno con cuci-

    na a vista, bagno, camera, cantina.

    Rif. LD5617v. Tel.02.55305452

    PESCHIERA BORROMEO

    Mq 135, quadrilocale arredato con

    ottime finiture: soggiorno,cucina, 3

    camere, 2 bagni, cantina e box. Rif.

    MM5524v Tel. 02.55305452

    In vendita

    VERONA

    Str. Porta Palio n.16/a

    tel. 045.80.01.199

    PESCHIERA BORROMEOMq 150, Quadrifoglio 1, quadrilocale:

    soggiorno doppio con camino, 3

    camere, 4 balconi, doppi servizi, box.

    Rif. LD5579v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 73 Quadrifoglio 4, bilocale

    nuovo. Soggiorno con camino e

    cucina a vista, terrazzo, camera,

    bagno, antibagno, cantina e box.

    Rif. RP3562v Tel. 02.70309095

    RODANOMq 135, Residenza delle Querce,

    villa bifamiliare con giardino mq

    200. Soggiorno, 2 camere, 2 bagni,

    sottotetto, taverna, box doppio.

    Rif. LD5625v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 182, Cascina la Fornace. In

    contesto residenziale, trilocale su 2

    livelli. Finiture di pregio, servizio di

    vigilanza Box e posto auto.

    Rif.MM5561v Tel. 02.55305452

    TRIBIANOMq 80, trilocale nuovo.

    Soggiorno con cucina a vista, 2

    camere, 2 balconi, disimpegno,

    bagno, cantina, box.

    Rif.MM5611a Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 110, trilocale arredato. Ampio

    soggiorno, cucina abitabile,

    2 camere, 2 balconi,

    doppi servizi, box.

    Rif. MM5594a Tel. 02.55305452

    SETTALAMq 55, bilocale arredato con

    finiture di pregio. Soggiorno con

    balcone, camera, bagno. Box.

    Rif. MM5619a Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 90 ampio bilocale finemente

    arredato. Soggiorno doppio con

    cucina a vista, camera, 2 bagni,

    cantina e box.

    Rif. LD5618a Tel. 02.55305452

    w w w . c o f i m - i m m o b i l i a r e . i t

    PESCHIERA BORROMEO

    Mq 170 6 locali su 2 livelli di cui uno

    mansardato, con doppio ingresso

    eventualmente separabili. Box.

    Contesto signorile.

    LD5623v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 63 in nuova palazzina, bilocale

    con ampio balcone. Soggiorno con

    cucina a vista, camera, bagno,

    cantina, box.

    Rif. LD5602v Tel. 02.55305452

    COLTURANOMq 90, in contesto signorile, trilocale

    biesposto, possibilit arredo. Box dop-

    pio, eventuale singolo.

    Rif.MM5622v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEO

    Mq 180 quadrilocale con finiture di

    pregio. Soggiorno doppio, 3 camere,

    2 bagni, 2 balconi, sottotetto. Box.

    Rif. MM5539v Tel. 02.55305452

    SAN GIULIANO MILANESEMq 50, Serpenthouse, signorile bilo-

    cale piano alto. Soggiorno con cucina

    a vista, camera, bagno, cantina e box

    singolo.

    Rif. LD5616v Tel. 02.55305452

    RODANOMq 220 in costruzione. Prestigiosa

    villa singola con giardino di mq 400

    sui 4 lati. Taverna, box quadruplo.

    Consegna 2010.

    Rif. LD5476v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 65 in contesto signorile, biloca-

    le con ampio balcone. Soggiorno

    con cucina a vista, camera, bagno.

    Cantina. Videocitofono.

    Rif. LD5624v Tel. 02.55305452

    PESCHIERA BORROMEOMq 118 Quadrifoglio 4, trilocale

    nuovo. Soggiorno con terrazzo,

    cucina abitabile, due camere, doppi

    servizi, cantina e box.

    Rif. RP3586v Tel. 02.70309095

    PESCHIERA BORROMEO

    Mq 63 Quadrifoglio 4, bilocale semiar-

    redato. Soggiorno con cucina a vista,

    camera con terrazzo, bagno, box.

    Rif. RP3592a Tel. 02.70309095

    PN

  • n. 09 - 07 maggio 2009

    Francesco Tabacchi at-tualmente inquisito, insie-me allex-sindaco Malin-verno, per truffa a danno di alcu-ni cittadini di Linate. Fermo re-stando che nessuno colpevolefino a sentenza definitiva, la ri-candidatura a sindaco di Tabac-chi poco limpida e francamentenon sostenibile. Questo repentinocambio di alleanze - e conseguen-temente di idee riguardo al buongoverno di Peschiera Borromeo -ci lascia sconcertati, tanto pi se siconsidera che lItalia dei Valorinon si nemmeno presa la pre-mura di avvisare e confrontarsicon chi gli stata alleata nellop-posizione alla Giunta Tabacchi.Queste le dure affermazioni ap-parse sul sito internet di LucaBrunet e della coalizione Societe ambiente sulla scelta dellItaliadei Valori di appoggiare Tabacchialle prossime elezioni amministra-tive.

    Signor Brunet, voi imputateallIdV peschierese una di-scontinuit di fondo conquanto avviene nel resto del-lItalia. Ci pu spiegare a co-sa si riferisce?In seguito all'accordo con Penatiper la Provincia di Milano, lIdVha appoggiato Tabacchi senza co-municarci niente. In Italia sonomolti i comuni dove IdV non faaccordi con il Pd, proprio perchsul territorio ci sono suoi rappre-sentanti che sanno con chi hannoa che fare, e quindi fanno sceltecoerenti con le politiche territoria-li, contrariamente a quanto avvie-ne qui. Loro si pongono comepaladini della legalit e della tra-

    sparenza, ma forse dovrebbero ri-partire dall'ABC dei comporta-menti.Che cosa pensa del direttivocittadino dellItalia dei Valo-ri? inesistente, visto che chi tira lefila non di Peschiera e non ope-ra a Peschiera. Comunque unaclasse dirigente inadeguata, vistoche ragiona esclusivamente inmodo funzionale al numero divoti da raccogliere (sfruttandol'onda positiva dell'anno scorso)senza porsi problemi sul cosa ecome farlo. Oltre tutto met listaproviene dalla formazione con cuisi alleano: il Pd. Tutto questo ov-viamente senza tenere conto degliavvenimenti e degli sviluppi spe-cifici di una citt come Peschiera.

    Abbiamo anche scritto all'onore-vole Antonio Di Pietro e al segre-tario provinciale di IdV per rende-re nota la scelta e i modi.Area feste, Il Foglio, asso-ciazioni: a suo parere laGiunta Tabacchi ha condivisoequamente le risorse della

    citt?Non credo proprio. L'area feste risultato uno spazio praticamenteinutilizzabile da tutti a parte il par-tito che oggi il signor Tabacchirappresenta. Il Foglio statouno strumento inutile alla cittadi-nanza, utilizzato solamente per fa-re bella mostra di sindaco, asses-sori, presidente e vicepresidentedel Consiglio comunale. Abbia-mo lavorato per anni a una pro-posta di spazi da lasciare ai varipartiti rappresentati in Consiglio,ma poi il presidente del ConsiglioFrancesco Ortugno non ha fattoniente. Per quanto riguarda le as-sociazioni, a mio parere l'eroga-zione dei contributi non statacos trasparente come dovrebbeessere e inoltre si sono sostenutein questi anni solo quelle "ami-che". Se non arriverete al ballot-taggio, quali saranno le indi-cazioni di voto al secondoturno?Premesso che mi auguro che sa-ranno altri a dover decidere cosafare al ballottaggio, posso tran-quillamente dichiarare che nonarriveremo a fare nessun appa-rentamento. Troppo distanti re-stiamo dalle altre coalizioni, seb-bene oggi si riempiano tutti labocca con questioni che noi soliabbiamo portato e sostenuto inConsiglio comunale.Qual la prima cosa che farebbese fosse eletto sindaco?Rendere trasparenti i bandi diconcorso, insistere su una politicadel potenziamento del trasportopubblico locale e fare eleggere (enon nominare dal Consiglio co-munale) i comitati di frazione.

    4 Peschiera Borromeo 7 GIORNI - [email protected]

    Di Pietro, scelte paradossaliLuca Brunet accusa lItalia dei Valori : Sostengono Tabacchi attualmente inquisito

    Un programma che nasce dalbasso. Con queste parole lacoalizione che sostiene EnricaColombo candidato sindaco al-le elezioni amministrative del6-7 giugno si presenta ai citta-dini. Un gruppo che fa capo al-la lista civica Base Democraticae che comprende anche PartitoSocialista e il movimento Pe-schiera al Centro. Attraversouna serie di incontri pubblicitematici nelle varie frazioni, ilmovimento ha gi delineato lelinee guida di un programmadi governo ambizioso quantoinnovativo. Peschiera citt della qualit:questo il punto di partenzaimprescindibile del nostro lavo-ro, ha dichiarato Enrica Co-lombo nel corso di una confe-renza stampa tenutasi nei gior-ni scorsi. Tra le proposte chespiccano, la creazione di unaconsulta per le pari opportuni-t e di unassociazione com-mercianti. Ma Base Democra-tica punta anche sulla valoriz-zazione ambientale e sul mi-glioramento dei trasporti: se-condo quanto dichiarato daivertici della coalizioni, checomprende tra gli altri gli ex as-sessori Silvio Chiapella e Wan-da Buzzella e gli ex consiglieridel Pd Donatella Lanati, Fran-ca Barletta, Giuseppe Salvala-lio e Paola Baratelli, lobiettivourbanistico confermare le li-nee guida del Pgt adottato nel-lo scorso gennaio, preservandoi vincoli imposti dal Parco Agri-colo Sud. A questo si aggiunge lincre-mento dei trasporti pubblici, inlinea con lattivit portataavanti nel corso degli anni dal-lassessorato presieduto daWanda Buzzella. Lavoreremoper portare la linea 38 dellAtma Peschiera, ha dichiarato lacandidato sindaco. Le corsedellautobus attualmente fini-scono a Milano, in via Corelli,ma obiettivo di Base Demo-cratica prolungarle fino alla fra-zione peschierese di Mezzate. Enrica Colombo ha anche ac-

    Base Democratica: Qualite innovazione per la citt

    cennato a uno dei temi picontroversi dellattivit ammi-nistrativa della Giunta Tabac-chi, cio i comitati di frazione,uno strumento che, cos comelo si era strutturato, non si mai rivelato utile per la cittadi-nanza. La candidata ha an-nunciato la programmazionedi un lavoro specifico sul de-centramento e la partecipazio-ne dei cittadini, che includerla rendicontazione pubblicadel bilancio sociale, secondo lemodalit del bilancio socia-le.

    Wanda Buzzella

    Nuove piantein via XXV Aprile

    Un 25 aprile non solo di Resi-stenza. In occasione della Festadi Liberazione, i vertici di BaseDemocratica hanno piantumatoin via XXV Aprile alcuni alberi earbusti appartenenti alla flora delParco Agricolo Sud Milano.Uniniziativa simbolica, mirata adare un significato trasversale auna ricorrenza cos importante, eal tempo stesso pratica, visto cheil tema ambiente uno dei caval-li di battaglia della coalizione chesostiene Enrica Colombo. Lepiante collocate in XXV Aprilesono state utilizzate come allesti-mento in occasione della stipuladella convenzione cittadina.Si trattato di un gesto impor-tante e in linea con ci che vo-gliamo per Peschiera Borromeo,ha dichiarato Wanda Buzzella,portavoce di Base Democrati-ca, che ha partecipato in primapersona alle operazioni di pian-tumazione.

    In primo piano a sinistra, Luca Brunet durante il corteo per i festeggiamenti del 25 aprile

    Attivisti dellIdV durante la campagna elettorale

    I sosteniotri di Enrica Colombo durante i festeggiamenti del 25 aprile al Parco della Pace

  • pu

    bb

    licit

    el

    etto

    rale

    a p

    agam

    ento

    , co

    mm

    itte

    nte

    res

    po

    nsa

    bile

    : A

    nto

    nio

    Fal

    lett

    a

  • Sono parecchi mesi, per laprecisione dallagosto 2008,che gli inquilini dei 4 stabiliAler di via Matteotti debbono fare iconti con il malfunzionamento del-limpianto elettrico nelle aree co-muni del condominio. La protesta,capitanata dal portavoce dei con-domini, il signor Antonio Salerno,porta alla luce una situazione di di-sagio e abbandono davvero gravee frustrante. Non ce la facciamopi, abbiamo chiamato e inoltratolamentele allAler, ai soggetti com-petenti e responsabili, ma niente, aoggi la situazione rimasta invaria-ta - dichiara Salerno. Ogni voltache imperversa il brutto tempo epiove, va via la luce, restiamo conle scale al buio, con conseguentepericolo di cadute. Io stesso e an-che mia moglie abbiamo rischiatopi volte di scivolare e persino ilparroco, a Natale, quando passa-to per il rito della benedizione del-le case, ha rischiato di farsi male,non vedendo i gradini. Le paregiusto che dobbiamo usare le tor-

    ce? Per non parlare dei citofoniguasti, se viene qualcuno a visitar-ci dobbiamo farci chiamare con ilcellulare per avvisarci della loropresenza. E il cancello? Sempreaperto. Abbiamo avuto casi di pic-coli furti e danneggiamenti nel par-cheggio e alle nostre auto, spesso sivedono zingari o malintenzionatiaggirarsi tra le macchine parcheg-giate, in cerca di chiss cosa.La situazione chiaramente pe-sante, anche alla luce del tempoenorme trascorso senza una possi-bilit di risoluzione del problema.Abbiamo paura - prosegue Sa-lerno la sicurezza nostra e deinostri cari viene per prima, ma do-po diverse sollecitazioni ancoranon si mosso niente, abbiamopersino interpellato la sede centra-le dellAler in viale Romagna, maanche in questo caso non abbiamoavuto riscontri positivi. Gli stabili di via Matteotti fanno ca-po allAler di Sesto San Giovanni esolo nel mese di marzo 2009, do-po diverse telefonate, uscito untecnico elettricista per un sopral-luogo. Ma poi, in concreto, il nulla.

    Interpellato in merito a questa si-tuazione di mala gestione, il re-sponsabile degli impianti elettricidellistituto, geometra Di Costanzo,spiega: La situazione la conosco,abbiamo ricevuto diverse segnala-zioni da parte dei condomini. Acausa delle infiltrazioni di acquapiovana, ledificio ha subito dan-neggiamenti che si ripercuotonoanche sullimpianto elettrico deglistabili. Ma il problema pi com-plicato di quanto pu apparire, inquanto ci vorrebbero diversi tipi diinterventi di manutenzione, nonsolo allimpianto elettrico. Ho co-munque gi allertato nuovamentela ditta appaltatrice, che a breve fa-r un sopralluogo per definire idanni e ristabilire il corretto funzio-namento dellimpianto. Noi intanto continuiamo a pagarelaffitto, senza ricevere i servizi do-vuti rincara la dose il signor Sa-lerno. Insomma, in attesa che la si-tuazione si risolva in meglio, a tuttii condomini delle 4 palazzine Alerlinvito quello di munirsi di tantapazienza e nel frattempo anchedi torce e pile elettriche.

    n. 09 - 07 maggio 20096 Peschiera Borromeo7 GIORNI - [email protected]

    Case Aler di via Matteotti:quando piove si sta al buioIl malfunzionamento dellimpianto elettrico dura da almeno 8 mesi. Gli inquilini sono esasperati.

    Rania Ibrahim

    Listituto comprensivo FabrizioDe Andr, per il mese di maggio2009, offre un bouquet di iniziati-ve culturali allinterno della mani-festazione FioridiMaggio, perlappunto particolarmente fioritoe variegato. La prima di questemanifestazioni sintitola Il pendo-lo di Foucault - Il ruolo delle scien-ze sperimentali nella formazionedelle giovani generazioni e si ter-r venerdi 8 maggio alle 20.30,presso lauditorium delle scuolamedie di Bettola. Il dirigente dellistituto scolastico,professor Giuseppe Facciorusso,spiega nei dettagli il significatodellevento: Si tratta di uniniziati-va importante, con un grande va-lore educativo e didattico. Nel cor-so della serata saranno previsti in-terventi dei docenti e degli alunniche hanno realizzato i percorsi dididattica sperimentale delle scien-ze naturali e verr installato, per laprima volta in Italia in una scuolamedia, un pendolo artigianale,progettato e costruito dai docentie dagli studenti, riproducendo ilmodello del pendolo progettatonel 1851 da Lon Foucault, per lostorico esperimento nel Pantheondi Parigi. Alla manifestazione sa-r presente come ospite il profes-sor Sutera, direttore del Coordina-mento Scientifico del Museo Na-

    zionale della Scienza e della Tec-nologia di Milano - sottolineaFacciorusso, una partecipazionesenza dubbio di altissimo valore,che per noi rappresenta un grandeonore.La seconda di queste iniziative,dal titolo 12345678910Pas-saggi di tempo, si svolger vener-di 22 maggio alle ore 20.30 presolauditorium della scuola media diBettola e si tratter di un conve-gno organizzato per sottolineare ilruolo culturale che il giornaledistituto, redatto interamente dadocenti e alunni, ha saputo con-quistarsi nel territorio locale. Marted 26 maggio alle ore 20.00,sempre presso lauditorium dellascuola media di Bettola, sar lavolta di Segmenti di tempo, chefar da scenario allo spettacoloconclusivo degli insegnanti e deglialunni impegnati nei laboratoriteatrali. Lultima iniziativa previstasi terr venerdi 29 maggio ore20.30 presso il teatro De Sica:Passaggi di tempo, uno spetta-colo teatrale a cui parteciperannotutte le scuole dellistituto, mater-na, elementare, media, per rap-presentare, con il linguaggio dellamusica, della danza, e delle imma-gini, le metafore del tempo.

    R.I.

    Il pendolo di Foucaultnelle aule della De Andr

    Con Fiordimaggio una carrellata di iniziative

    10 FEBBRAIO 2010 - CROCIERA 12 GIORNIQUOTE DA 730 EURO TASSE INCLUSE

    informazioni in agenzia

    OK IL VIAGGIO E GIUSTOv

  • Antonio Falletta ha fattouna scelta coerente e re-sponsabile. Le condizioniimposte dai vertici nazionali del-lUdc sulle scelte politiche da por-tare avanti nei comuni e nelleprovincie lombarde sono decisa-mente contraddittorie e poco ri-spettose del lavoro fatto nel corsodegli anni. giusto chiudere ecambiare pagina.Cos si espresso Roberto Mon-gini, ex presidente milanese del-lUdc, fuoriuscito la scorsa setti-mana dal partito di Casini per en-trare nel Popolo della Libert. Unpercorso parallelo a quello del

    candidato sindaco peschieresedel centrodestra e di altri dirigen-ti lombardi dellUdc, che hannoscelto di schierarsi con PdL e Le-ga, non condividendo la lineapolitica imposta da Roma. LUdc si trovato in una situa-zione imbarazzante, prosegueMongini. In Lombardia lunitcon gli altri partiti del centrode-stra non mai stata messa in di-scussione, quindi non si capisceperch non stato dato il via li-bera per formare alleanze conquelli che ancora oggi sono com-pagni di coalizione. Si tratta diuna direttiva fondamentalmente

    n. 09 - 07 maggio 2009 77 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Impossibile continuare con lUdcFalletta ha fatto la scelta giusta

    Roberto Mongini esce dal partito di Casini e commenta la vicenda peschierese

    anomala e che mette a nudo unproblema politico imbarazzante.Linput imposto da Casini sullob-bligo di presentare il partito dasolo nelle province e nei comunilombardi ha obbligato molti dinoi a una scelta difficile, ma indi-spensabile per mantenere saldala nostra coerenza.Lingresso di Falletta nel PdL non quindi un episodio isolato. Lostesso Guido Podest, candidatodel centrodestra alla Provincia diMilano, aveva annunciato neigiorni scorsi la richiesta di con-fluire nel PdL da parte di una cin-quantina di dirigenti dellUdc, tracui, oltre a Mongini, anche SergioBoschetti, coordinatore provin-ciale dellUdc di Bergamo, che haduramente criticato la posizionedellex partito con una lettera didimissioni indirizzata al segretarionazionale Lorenzo Cesa. Roberto Mongini chiude con unaugurio a Falletta in vista delleelezioni amministrative: ConAntonio abbiamo condiviso unpercorso comune che ci ha unitoda un punto di vista umano oltreche politico. La sua una candi-datura autorevole e mi auguroche possa portare a una vittoriastorica. Peschiera una realt ri-levante e merita quella crescitache solo un sindaco di valore ingrado di assicurare.

    Peschiera Borromeo

    Dal 24 al 26 aprile, il Centro An-ziani di San Bovio ha ospitatouna mostra di arti figurative daltitolo Segni, colori, emozioni.Gli artisti che hanno realizzato i50 quadri esposti sono 8 allievidel maestro Mario Vitali che tieneil corso da soli 2 anni al gruppo atitolo di volontariato. Le opere erano molto eteroge-nee, rappresentando ognuna lostile, la tecnica e la personalecreativit dellartista che le harealizzate. Laffluenza stata regi-strata intorno ai 100 visitatori enon sono mancati gli elogi per gliottimi risultati raggiunti in cospoco tempo da un gruppo di arti-sti alle prime armi.

    Colori ed emozionial Centro Anziani

    Mostra di artisti locali

    Senza dubbio sono questi gliesempi di giovani che vorremmovedere di pi in giro nelle nostrecitt. Al progetto Community,una forma di reclutamento gio-vanile denominata leva civica,hanno partecipato circa unatrentina fra ragazzi e ragazze diPeschiera Borromeo, di et com-presa tra i 19 e i 27 anni. Linizia-tiva stata promossa dal Comu-ne e guidata dagli operatori delCentro di Aggregazione Giovani-le Jumback, che hanno fattoda tutor e accompagnato i ra-gazzi fino al loro inserimento nel-le realt di volontariato presentinella nostra citt. A usufruire diquesto prezioso aiuto sono stateotto associazioni di volontariatopresenti a Peschiera Borromeo,tra cui il Gahr, la Caritas, la Pro-tezione Civile e altre ancora. Tra gli scopi del progetto, la ne-cessit di rendere i giovani pro-tagonisti attivi, coinvolgendoli al-linterno di percorsi che promuo-vono un senso di responsabilit edi appartenenza nei confronti delterritorio e della societ. Il pro-getto stato suddiviso in dueparti: la prima teorica e di forma-zione, la seconda pratica, prope-deutiche allinserimento nelle di-verse associazioni di volontaria-to.

    Rania Ibrahim

    Community arruolale giovani levedel volontariato

    Un progetto del Comune

    Il Movimento Sociale Italiano nel2009? Esiste, e anche Peschiera dacirca un mese ha un suo coordina-mento. L11 aprile scorso, infatti, ilvicepresidente nazionale di Msi-De-stra Nazionale, Maurizio Monti, hanominato Antonio Esposito coordi-natore di partito a Peschiera Borro-meo. Si tratta di una novit politicaimportante, visto che nessun altropartito di destra radicale attual-mente rappresentatoa Peschiera.LMsi non correr comunque alleelezioni amministrative del 6-7 giu-gno.

    Msi, Antonio Espositonuovo coordinatore

    Il primo circolo peschiereseRoberto Mongini

  • n. 09 - 07 maggio 20098 Pubblicit7 GIORNI - [email protected]

  • n. 09 - 07 maggio 2009 9Inchiesta7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Nellultimo anno Peschiera Bor-romeo ha visto la chiusura dicirca una decina di esercizi com-merciali di vario genere: panet-terie, fioristi, negozi dabbiglia-mento, mercerie. I motivi diquesto, a detta dei commercian-ti, sono svariati, ma sicuramentequelli che hanno influito mag-giormente sono gli alti costi dimantenimento del negozio (af-fitto dei locali, tasse) e la crisieconomica, che ha determinatoun notevole calo dei consumisoprattutto nella piccola distri-buzione, continuando invece afavorire gli acquisti nei centricommerciali e nei supermercatigrazie alla pi vasta scelta degliarticoli e prezzi pi bassi. Peschiera Borromeo si trova inuna zona gi circondata da cen-tri commerciali e come se nonbastasse nel giro di qualche an-no sorgeranno altri tre impor-tanti poli commerciali tra Panti-gliate, Segrate e il quartiere diBellaria. Questo scenario sicura-mente non aiuta i commerciantipeschieresi a scegliere di rima-nere aperti e a combattere per lasopravvivenza. Inevitabilmentela preoccupazione per il futuro ela difficile gestione del precariopresente spaventano e spingonoi negozianti alla chiusura o allavendita del negozio e a frequen-ti cambi di gestione. Attraverso alcune interviste aicommercianti, emerge la diffi-colt nel combattere la concor-renza dei grandi supermercatidella zona. Ormai anche Pe-schiera Borromeo sta diventan-do un paese dormitorio; le fami-glie non escono pi a piedi a fa-re la spesa usufruendo del nego-zio sotto casa, ma per guada-gnare tempo si fermano nei su-permercati una volta usciti dal-lufficio, rientrando in citt soloper cenare e dormire, dichiaraun negoziante di generi alimen-

    tari, segnalando un nuovo stiledi vita che ha influito sui calidelle vendite. Il commerciantespiega che anche la crisi econo-mica dellultimo anno ha contri-buito alla diminuzione degli in-cassi, ma il problema maggiorerimane la difficolt nel contro-battere la concorrenza dellegrosse catene di distribuzione:La gente pensa di risparmiareseguendo le offerte dei super-mercati e compra grandi quanti-t di prodotti influenzati dal 3x2e poi finisce col buttare la merceperch scade nel giro di pocotempo. La titolare di un negozio di inti-mo dichiara che sicuramente ledifficolt a mantenere aperto unpiccolo negozio in un paese co-me Peschiera Borromeo esisto-no ma che sta anche alla volon-t del negoziante riuscire a so-pravvivere, in particolare in unperiodo di crisi come quello chestiamo vivendo: Sicuramentegli incassi potrebbero essere pialti ma per non chiudere biso-gna essere creativi e trovarestrategie commerciali che attrag-gano i clienti e li invoglino agliacquisti. La titolare proseguespiegando che dal suo punto divista molti negozi hanno chiusoper la stanchezza e per la faticadi impegnarsi a sopravvivere inun momento difficile come que-sto, in particolare riferito a ne-gozi storici presenti a Peschieraormai da decenni. La faticaquindi nel tentare di mantenereaperti i piccoli negozi esiste ed ilrischio a cui si va incontro quello di ritrovarci lentamentein un piccolo paese di provinciaspoglio di vetrine e dove le fa-miglie e gli anziani a passeggionon hanno pi zone in cui ritro-varsi e soffermarsi a fare qual-che chiacchiera sul marciapiedemagari dopo aver fatto la picco-la spesa quotidiana.

    Allinterno di una comunit do-ve il piccolo commerciante nonesiste pi, si spegne la comunica-zione, c la desertificazione del-lumanit (Daniel Pennac)La citazione di uno dei pi affer-mati scrittori contemporanei di-pinge il rischioso scenario di unpiccolo paese o una cittadina diprovincia spoglia di negozi aldettaglio. Negli ultimi anni si as-siste a una lenta ma gradualechiusura dei negozi sotto casa,soppiantati il pi delle volte daimpersonali agenzie immobiliari,banche o generici uffici che ren-dono il paesaggio cupo e spo-glio. Le cause di questo fenome-no sono sicuramente riconduci-bili al fiorire di mastodontici cen-tri commerciali, supermercati ehard discount che con la politicadel ribasso dei prezzi rendonodifficoltosa la sopravvivenza delnegozietto. Ad accompagnarequesta selvaggia guerra al prezzopi basso si aggiunge la crisi chenellultimo anno ha colpito tutti isettori delleconomia, penaliz-zando i lavoratori italiani che persbarcare il lunario si vedono co-stretti a limitare i consumi anchedi beni di prima necessit, ren-dendo cos pi debole il girodaffari degli esercizi commercia-li esclusi dalle catene della gran-de distribuzione. Cittadine come Peschiera Borro-meo rischiano di trovarsi privatinon solo dei negozi ma anchedel valore sociale che essi rap-presentano. La desertificazionecommerciale porta conseguen-ze che vanno oltre al danno eco-nomico: i negozi di paese rap-presentano da sempre un puntodi aggregazione sociale dove po-ter vivere contatti umani con ipropri compaesani, dove poterscambiare quattro chiacchiere emantenere vivo il proprio quar-tiere. La scomparsa delle botte-ghe del macellaio, del fruttiven-dolo, del panettiere portano cons il degrado urbano dei centriabitati nuocendo alla qualit del-la vita dei cittadini. Mantenere viva la citt significadare la possibilit a chi la abitadi poter uscire di casa, passeg-giare, incontrare gente, riempirele vie dello shopping e condivi-dere la propria quotidianit. Gliacquisti nei centri commercialiinibiscono tutto ci, rendendo ilmomento dellacquisto imperso-nale e privo di scambio sociale e

    possibilit di comunicazione: ilcliente concentrato nella ricer-ca tra decine di marche di unostesso prodotto del prezzo pibasso senza avere pi la possibi-lit di essere consigliato dal com-merciante che ne evidenzierebbepiuttosto la qualit instaurandocos una relazione di fiducia e lapossibilit di conversare disto-gliendo per un attimo lacquiren-te dalla frenesia degli acquisti. In un momento di profonda crisieconomica come quella che stia-mo vivendo non si pu rimanereindifferenti alla necessit dellefamiglie di spendere il menopossibile per gli acquisti e a que-sto proposito i supermercati ri-sultano essere molte volte unafonte di risparmio nella spesa ditutti i giorni; ma, detto questo, ri-mane comunque fondamentaletutelare lapertura dei piccoli ne-gozi garantendo a chiunque lapossibilit di scegliere di fare laspesa dove meglio crede. Sullafatica di mantenere aperto unnegozio di paese soprattutto inun momento di crisi economica,grava anche il poco sostegnodelle Amministrazioni comunali,che applicando le opportunitpromulgate dalla legge finanzia-ria, hanno innalzato del 150% letariffe sulle pubbliche affissioni,come avvenuto a Peschiera Bor-romeo nella primavera del 2008.Un impegno economico notevo-le, se associato anche agli altissi-mi prezzi degli affitti dei locali,

    che a Peschiera si aggirano intor-no ai 1500 euro per 50 mq. Proprio a Peschiera diversi nego-zianti per far fronte a questo in-nalzamento della tassa sulle af-fissioni hanno deciso di non af-figgere nessuna insegna esternaal proprio negozio, abbattendocos un alto costo che faticano asostenere. I piccoli commerciantisi scontrano quindi con una dif-ficile realt che spesso li spinge apreferire di chiudere leserciziocommerciale piuttosto che tenta-re la sopravvivenza. Il centro stu-di di Confcommercio ha pubbli-cato un dato rappresentativo delfenomeno a cui stiamo assisten-do: solo nel primo trimestre del2008 hanno chiuso nella zona diMilano quasi 14.000 piccoli ne-gozi con un conseguente aumen-to di problemi di sicurezza nellezone colpite dalla cosiddettadesertificazione commerciale. Il rischio messo in luce dallaConfcommercio rappresentatodai pi frequenti episodi di mi-crocriminalit e atti di vandali-smo che portano lentamente aldegrado urbano e alla scarsa vi-vibilit dei quartieri privi di ne-gozi. Il degrado urbano risultaquindi essere una delle pi graviconseguenze della scomparsadei piccoli negozi di paese e que-sta la prospettiva che si sta gra-dualmente realizzando anchesotto casa nostra, a PeschieraBorromeo.

    Greta Montemaggi

    I piccoli negozi chiudonoe la citt diventa un deserto

    Una tendenza sempre pi diffusa nei comuni del nostro territorio I costi lievitano e i megastore si moltiplicano

    E la cessata attivit pullulaanche a Peschiera

  • riuscita la festa organizzata dal-lassociazione Cuore Fratello didomenica 26 aprile nel suggestivoCastello Mediceo, grazie alla colla-borazione dellassessorato allaCultura e Identit del Comune diMelegnano. Nonostante il tempodecisamente invernale, levento haregistrato molti partecipanti, inparticolare famiglie e bambini, chehanno potuto fare visite guidate alcastello, godere dellintrattenimen-to della Pirrimpa con i suoi gio-chi e i suoi laboratori in allegria,sentire testimonianze dirette relati-ve allattivit della onlus e assistereagli spettacoli di danza africanadella compagnia Moo me nda-ma. Nel corso del pomeriggio si potu-to anche ammirare lesposizione diquadri disposta lungo il cortile. Il fi-ne dellincontro stato quello dipromuovere anche sul territoriomelegnanese la mission del grup-po, in particolare diffondere il prin-cipio che la salute un diritto ditutti e va tutelata. Don Claudio, fondatore della on-lus, ha voluto ringraziare lAmmini-strazione comunale per lospitalite ha ricordato limportanza delleattivit dei suoi volontari. Ha poiproceduto a conferire lannualeonorificenza a quelli pi meritevo-li: questanno a ricevere il premiosono stati Roberto Fonda e Vin-cenzo Albonico, supervisori tecnicidel progetto Camerun, a cuiCuore Fratello molto legata. Ipartecipanti allevento sono statianche omaggiati di una merenda edi un buffet solidale.

    Labbiamo gi conosciutanelle cronache locali peressere stata la regista dimolti spettacoli teatrali di suc-cesso, tra i quali quello delloscorso mese al Troisi dal titoloSe devi dire una bugia dillagrossa. Si chiama AngelicaChiarella, risiede in via Di Vitto-rio ed proprietaria insieme almarito di un ristorante a SanGiuliano. I quadri esposti proprio nel suoristorante fanno gi scoprire lal-tra faccia della regista, quellapi intima e riservata della suapassione per larte. Il mio inte-resse per il disegno nasce daquando ho imparato a tenere lamatita in mano - ha confessatola regista-artista sono stata

    parecchio fortunata perch nelmio percorso ho incontrato per-sone che mi hanno incoraggia-ta, come la mia insegnante d'ar-te delle medie, che si accortache per me era una passione,quasi come se la matita fosseuna parte di me. E poi i mieidue grandi maestri, WilliamCiola, morto prematuramentein un incidente stradale, e FabioCuman, dal quale ho appresomolto avendo frequentato il suolaboratorio darte per 10 anni. Angelica ha partecipato a molticoncorsi d'arte in passato, qualiMilano che si muove, organiz-zato dal Comune di Milano, do-ve ha ottenuto il secondo pre-mio, il premio internazionale"Agazzi", dove ha avuto la men-zione speciale della giuria su unmigliaio di artisti, e il premioBarocco, organizzato dalla

    Regione Lombardia, dove si aggiudicata il secondo posto. lunica forma che conosco peresprimere me stessa ha affer-mato Angelica. Concilio questamia passione con gli impegni la-vorativi perch si deve pur cam-pare, ma oltre al cibo per il cor-po, unartista ha bisogno di nu-trire anche l'anima e io ci riescosolo dipingendo o preparandospettacoli artistici. Dopo tuttoper me il palco una tela e gliattori sono i colori pi belli. La pittrice torner in scena ilprossimo autunno con un altrospettacolo: intanto si prepara aparlare di s in un altro avvin-cente quadro. Io non so parla-re di me. Se volete sapere qual-cosa guardate con la dovutasensibilit i miei lavori, conclu-de.

    n. 09 - 07 maggio 200910 San Donato Milanese 7 GIORNI - [email protected]

    Il nutrimento dellanimaRistoratrice di giorno, artista nel tempo libero: Angelica Chiarella si racconta

    in quindici righe Cuore Fratelloal CastelloMediceo

    Evento a Melegnano

    Stefania Pellegrini

    Monti, il vicesindacoche fa discutere un avvocato il nuovo vice-sin-daco nominato da Mario Domp.Il suo nome Claudio Monti e damarted 29 aprile entrato a farparte della Giunta a tutti gli effetti.Sono tre le deleghe affidate alnuovo assessore. Monti si occupe-r di ambiente, attivit produttivee commercio, mobilit e trasporti. Faccio i migliori auguri al nuovovice-sindaco ha commentatoMarco Menichetti, consigliere co-munale dei Verdi anche perch inuovi compiti affidati a Monti so-no molto impegnativi e c tantoda lavorare. Ritengo per che lanuova carica sia stata data per tu-telare meglio il sindaco e le sueinadempienze. Non a caso Montiproviene direttamente dalla segre-terie di partito. Unaltra critica viene mossa dalconsigliere Francesco Forenza, chemugugna sulle modalit di nomi-na dellavvocato: Non ho nientecontro Monti ma ritengo che nes-suno lo conosca politicamente. un esterno che non si presentatoneanche alle elezioni. Non capiscopoi perch lamministrazione ciabbia messo 5 mesi per sostituire ilvice-sindaco uscente. Con questa nomina ha dichia-rato il sindaco Domp la nostrasquadra di Governo si valorizzaulteriormente. Un altro sandona-tese entra a far parte della Giunta.Sono convinto che lavvocatoMonti, con la sua professionalit eil suo impegno, offrir un preziosocontributo alla nostra comunit.

    S.P.

    Il nuovo braccio destro di Domp

    La Cessione del Quinto dello Stipendio una particolare tipologia di prestito personale da estinguersi con ces-sione di quote dello stipendio o salario fino al quinto dellammontare degli emolumenti al netto delle ritenute. Iltutto disciplinato dal D.P.R. n. 180 del 5 Gennaio Questo D.P.R. stato aggiornato dalla Legge n. 80 del 14maggio 2005. Questo particolare tipo di prestito destinato a tutte le categorie di lavoratori dipendenti (statali,parastatali e aziende private) oltre, come previsto dalla nuova normativa, anche ai pensionati facenti capo a tut-ti gli Enti.Una persona che desidera contrarre un prestito con cessione del quinto dovr rivolgersi a una Socie-t di MEDIAZIONE CREDITIZIA iscritta allapposito albo tenuto dalla Banca dItalia. Compito del Mediatore sa-r quello di fare da interfaccia tra il cliente e lEnte erogatore (Banca o Societ Finanziaria). Al mediatore nonspetter alcun compenso da parte del cliente in quanto lonorario sar corrisposto direttamente dalla Banca oFinanziaria preposta.Considerando il fatto che il rimborso del prestito avverr trattenendo direttamente i soldidalla busta paga, appare ovvio che il rischio di insolvenza da parte del debitore sia fortemente abbattuto inquanto una volta che si dato il consenso alla trattenuta in busta paga il cedente non pu pi revocare il paga-mento (fatto salva lestinzione anticipata)Il datore di lavoro obbligato ad accettare una richiesta di cessione delquinto da parte di un dipendente.La sottoscrizione del contratto lo vincola a due obblighi ben precisi:1)A trattenere la rata indicata nel contratto e a versarla allente che ha erogato il prestito, il tutto fino alla estin-zione del debito ma solo se c una busta paga In caso di cessazione o sospensione della busta paga per unqualunque motivo (dimissioni, licenziamento , aspettativa ecc.) il datore di lavoro legittimato a interrompere ilpagamento in quanto non MAI responsabile del corretto pagamento ma solo ed esclusivamente un esecuto-re.

    2)In caso di licenziamento o dimissioni dovr trattenere il T.F.R. maturato dal dipendente e versare la somma al-lente erogante il prestito, tale somma sar utilizzata per estinguere parzialmente o totalmente il debitoresiduo.Come qualsiasi prodotto finanziario estinguibile ratealmente gli elementi principali di tale operazione so-no.1)LA RATA la cui entit determinata entro una soglia massima pari a un quinto dello stipendio o del salario odella pensione2)LA PERIODICITA prevista dalla legge con cadenza mensile3)LA DURATA entro un massimo di 120 mesi (10 anni) compatibilmente con la data di pensionamento4)IL TASSO DI INTERESSE (TAN tasso annuo nominale) previsto fisso dal legislatore per tutta la durata del pre-stito5)IL T.A,E.G. (tasso annuo effettivo globale) che come sapete, se avete letto i miei articoli precedenti, il para-metro di riferimento pi importante.Esiste inoltre la possibilit di ampliare il prestito cedendo, tramite una operazione particolare denominata de-roga una ulteriore parte della busta paga.IMPORTANTE: a questo tipo di operazione possono usufruirne anche persone che abbiano avuto protesti, pi-gnoramenti , disguidi finanziari e inseriti nelle liste dei cattivi pagatori.Non servono ulteriori garanzie n avalli o quantaltro occorre solo il reddito fisso.Questi prestiti inoltre, prevedo-no lobbligatoriet della copertura assicurativa a tutela dellintermediario finanziario che eroga il finanziamento,nei casi di morte o perdita del lavoro del debitore.

    Informazione commerciale Cari lettori, oggi ci occuperemo di una forma di prestito assai diffusa e in costante aumento, per svariati motivi: LA CESSIONE DEL QUINTO.

  • n. 09 - 07 maggio 2009 11Pubblicit7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

  • n. 09 - 07 maggio 200912 San Donato Milanese7 GIORNI - [email protected]

    Accampamento abusivosmantellato dai Carabinieri

    Fermata anche la banda protagonista dei furti al Policlinico

    Continua la lotta agli inse-diamente abusivi da partedei militari della compa-gnia sandonatese, che mercole-d 30 aprile a Segrate, insieme aun grosso contingente della Po-lizia Locale e ai Carabinieri diSegrate, hanno rastrellato e se-tacciato lennesimo insedia-mento abusivo. Una sessantinale persone controllate, di etniarom e nazionalit italiana, fran-

    cese e romena. Nel corso dei controlli sono sta-ti rinvenuti un motociclo HondaTransap, provento di furto rego-larmente denunciato presso ilcommissariato di Bonola, un in-gente quantitativo di materialeedile costituito da cassette conattrezzatura elettrica, con trapa-ni, seghe e flessibili, e diversomateriale elettronico, comecomputers e un nuovissimoIphone della Apple, tutti pro-

    venti di furto. Tutto il materiale, sottoposto asequestro, ha un valore di circa15.000 euro. I carabinieri han-no anche fermato due cittadiniextracomunitari, B.R., maroc-china, e H.B., serbo, privi di do-cumenti, senza fissa dimora econ un decreto di espulsione ri-masto inottemperato. I militari sandonatesi nello stes-so giorno hanno anche compiu-to altri arresti sul nostro territo-rio: due romene, L.D. e L.L., di45 e 30 anni, sono state sorpre-se in flagranza di reato mentrenascondevano alimenti del va-lore di 200 euro sottraendoli al-lEsselunga di via Unione Euro-pea.In questi giorni un altro impor-tante intervento, effettuato dalnucleo radiomobile comandatodal tenente Cantarella, ha postofine ai continui furti registratipresso il Policlinico sandonate-se, dove puntualmente veniva-no sottratti apparati informatici.Dopo un breve inseguimentosono stati fermati due giovanis-simi sandonatesi, che sono statiprocessati per direttissima perfurto aggravato. Entrambi sonostati traditi da unimpronta discarpa infangata lasciata nellastanza del furto.

    stato approvato con 17 favore-voli, 6 contrari e nessuna asten-sione il rendiconto sulla gestione2008 da parte dellAmministrazio-ne comunale sandonatese.Non sono mancate polemiche econtestazioni mosse dalla mino-ranza in relazione a investimentiritenuti dagli stessi avventati e re-lative a spese a loro dire inutili.Questo il primo bilancio com-pleto da parte della Amministra-zione Domp - ha detto MarcoMenichetti, consigliere di mino-ranza dei Verdi - ed la dimostra-zione che questultima non abbiaoperato a dovere. Molti dati sononegativi e i risultati non ci sonostati. Per esempio nellarea Mobi-lit e Trasporti sono stati spesi320mila euro in pi del previsto esono venuti meno 70mila euro diintroiti che dovevano proveniredalle soste a pagamento che poinon sono state attuate. Secondo Francesco Forenza, con-sigliere di minoranza, gli inter-venti in settori estremamente im-portanti quali lambiente, lurba-nistica, il territorio, larea produtti-va e ledilizia sono state sintetizza-te in poche pagine. Le linee pro-grammatiche di Domp su cui ioho espresso voto favorevole nelluglio 2007 erano buone. Sonoottime se realizzate. Finora pernon stato fatto nulla.

    Approvato il rendicontosulla gestione 2008

    Polemica in Consiglio comunale

    Stefania Pellegrini

    Rimane acceso il dibattito sul fu-turo della Campagnetta, lareaadiacente a via Di Vittorio, conte-sa tra chi vorrebbe costruirci ap-partamenti e chi vorrebbe che di-ventasse interamenteparco. A di-fendere lAmministrazione comu-nale dalle accuse del consiglierecomunale del Prc, MassimilianoMistretta, portavoce del comitatoGi le mani dalla Campagnetta, il consigliere del gruppo mistoAntonio Marino: Non si mai in-teressato nessuno a quellarea percirca 50 anni. Essa diventata ab-bandonata e in stato di degrado.Di fatto bisogna fare qualcosa. Al-lo stato attuale la Campagnetta propriet privata e lAmministra-zione dovrebbe attuare un espro-prio a prezzo di mercato, con no-tevole esborso di soldi. Ritengoche sia necessario costruire case,anche a edilizia agevolata per inostri giovani, al fine di rientraredelle spese. Si potrebbe discuteresul numero delle case che verreb-bero costruite, operandone unariduzione al fine di consentireunarea destinata a parco. Intanto Mistretta ha invitato il sin-daco Domp allincontro pubbli-co che si terr in via Parri venerd8 maggio per promuovere un dia-logo fra ente e cittadini. MaDom-p ha spiegato che non potr par-tecipare per precedenti impegniistituzionali.

    Campagnetta:case s o no?

    La politica si divide

  • Gli anni 90 diedero inizio,in Italia, a un lungo etutt'oggi persistente pro-cesso di riqualificazione del terri-torio a livello locale, che toccanche il campo dell'agricoltura. L'originarsi di una nuova esigen-za di ritorno alle tradizioni localie il recupero della gestione delterritorio stesso, hanno dato ori-gine a un nuovo modello di agri-coltura, non pi basato sullegrandi produzioni del commer-cio mondiale a discapito dellaqualit del prodotto, ma piutto-

    sto un modello che della qualitne fa il suo culto. Ed cos che oggi ovunque tro-viamo, accanto al normale pro-dotto, altri prodotti a denomina-zione biologica (quindi di qualitsuperiore) e prodotti a km zero(che avvicinano il produttore alconsumatore). Un esempio di queste nuovepratiche agricole lo troviamoproprio nelle campagne dellenostre zone. All'interno del ParcoAgricolo del Sud Milano, l'agritu-rismo Cascina Santa Brera, si-tuato nel comune di San Giulia-no, ha attuato, a partire dal 4aprile 2009, l'interessante pro-

    n. 09 - 07 maggio 2009 13San Giuliano Milanese 7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Un orto per capire limportanzadei prodotti alimentari naturali

    Cascina Santa Brera propone un interessante progetto ai cittadini

    getto Adotta un orto. Questoprogetto ha valore polifunziona-le: paesaggistico, culturale, so-ciale, qualitativo e eco-sostenibi-le e sottolinea un impegno con-creto e consapevole a realizzareinsieme ad altri un percorso diproduzione di "cibo di qualit"condividendone investimenti,gestione, scelte colturali, mo-menti di festa e altro ancora. Per aderire al progetto richiestauna quota annuale divisa in duesemestrali; l'importo varia in fun-zione della dimensione della fa-miglia che si ciber dell'orto.Grazie a questo abbonamento, sipotr accedere all'orto libera-mente per raccogliere la verduranecessaria al proprio nucleo fa-miliare. Una quota ridotta pre-vista per i single e i bambini nonpagano. Le scelte delle colture sono quel-le che soddisfano le comuni esi-genze quotidiane di tutti (cipolle,patate, cetrioli, lattughe, pomo-dori, piselli, fagiolini e fagioli,zucchine, porri, spinaci, bietole,erbe aromatiche e tante ancora)con un occhio particolare allevariet antiche e tradizionali checostituiscono un importante pa-trimonio.Per avere ulteriori informazioni,si pu visitare il sito internetwww.cascinasantabrera.it.

    Come non fermarsi a osservareincuriositi i container spuntati pri-ma di Pasqua presso i giardini divia Marconi angolo via Nisoli,protagonisti del progetto ForestaNascosta, Museo Temporaneo diQuartiere nato il 18 aprile a SanGiuliano, su promozione dellaProvincia e del Comune? Nellar-co di quindici mesi, i container at-traverseranno cinque quartieri(via Marconi, Zivido, Serenella,via Repubblica), permettendo auna decina di giovani dintervista-re chi avr il coraggio di racconta-re il giro di vite che lha portato atrasferirsi a San Giuliano, e comeha visto cambiare questa citt,condividendo ricordi e foto di fa-miglia. Come sottolineano gliideatori (Matteo Balduzzi, DanieleCologna e Stefano Laffi), si vuolerendere ogni persona protagonistae non solo soggetto passivo dellastoria collettiva del proprio paese.

    Il 10 aprile il futuro dellarea exBlue Residence divenuto realt:in Regione stato firmato un ac-cordo tra il Comune di San Giu-liano e lassessore del Pirellone,Davide Boni. Via libera al proget-to che prevede lampliamentodellEsselunga nellarea commer-ciale di Zivido, lennesimo mega-store in una zona gi costellata dimarchi della grande distribuzio-ne. Inoltre, prevista una struttu-ra multifunzionale che includerun complesso di uffici, un resi-dence con un hotel e uno spazioper il terziario, e limmancabileparcheggio pubblico. In base agli accordi, larea com-merciale non potr essere inau-gurata finch non si completeran-no i lavori legati alla viabilit, inaiuto alle arterie della zona chia-mate a sopportare una nuova on-data di traffico. Infatti, proprioquel tratto di San Giuliano dovressere servito dalla stazione dimetropolitana leggera di superfi-cie di via Tolstoi. La risoluzione diquesto accordo dovrebbe far ri-flettere sulla prepotente imposi-zione di queste componenti edili-zie, diventate ormai egemoni nel-le nostre citt. Il fatiscente schele-tro di acciaio e cemento sar sta-to sicuramente un ecomostro, maforse verr sostituito da un suodegno rivale.

    Elisa Murgese

    Un containerculturalein citt

    Foresta nascosta

    Altro cementoin arrivo

    Al posto dellecomostro

    Bianca Malusardi

  • Aun mese dalle elezioni am-ministrative del 6 e 7 giu-gno, i sangiulianesi preten-dono pi attenzione per le frazio-ni periferiche. Cos, tra le richiesteche la nuova Giunta dovr pren-dere in esame ci sono i desidera-ta degli abitanti del Serenella, ilquartiere decentrato al di l dellavia Emilia. Diviso dal resto della citt, nelsentire comune lagglomerato dicase e negozi lungo la statale vie-ne associato al Redefossi, il cana-le che per anni ha diffuso i suoimiasmi nella zona, costringendomolte persone a trasferirsi altrove.Oggi quel problema risolto (stato lattuale sindaco Marco To-ni, durante la prima legislatura, aprovvedere alla copertura del cor-so dacqua), ma restano altri ner-vi scoperti. Innanzitutto, il sistemadella sosta. Quello che ci vuole un ripensamento dei parcheggi,per mettere a disposizione pi po-sti auto. Servono anche multe se-vere per gli incivili che lasciano lamacchina in doppia fila fannosapere i residenti -. Vorremmo ve-dere i vigili passare pi spesso,per punire gli indisciplinati. Pas-saggi pi frequenti delle forze del-lordine potrebbero fare da deter-rente anche agli atti di vandali-smo, che spesso danneggiano iparchi e le aree pubbliche, co-stringendo il Comune a spese ag-giuntive per il ripristino degli arre-di. Spese che ricadono, inevitabil-mente, su tutta la comunit.

    Strade e marciapiedi sono pienidi buche prosegue chi abita nel-la frazione -. La nuova Ammini-strazione dovr programmare unpiano di manutenzioni, per met-tere in sicurezza le carreggiate. Neva dellincolumit di tutti: auto-mobilisti, ciclisti e pedoni.Tra le richieste dei residenti canche la messa a disposizione diun locale per gli anziani, oggi co-stretti ad attraversare la statale perfare quattro chiacchiere, o la clas-sica partita a carte.Un occhio, infine, alle attivitcommerciali. Negli anni, il Sere-nella ha visto arrivare nuovi servi-

    zi, tanto che ora pu contare sucirca 60 esercizi, tra i quali unafarmacia, una libreria, unauto-scuola e diverse rivendite di ali-mentari. Manca per una pizze-ria, per passare le serate con gliamici senza doversi spostare inmacchina, ricordano alcune per-sone. E dallUnione Commer-cianti del Sud-est Milanese arrivala proposta di creare nel quartiereun distretto commerciale. Si trattadi unarea dove i punti venditapossano essere valorizzati da unaviabilit studiata ad hoc, iniziativericreative permanenti e dallarrivodi nuovi negozi, in unottica di

    completamento dei servizi esi-stenti. Esiste gi un progetto inquesto senso, steso dalla stessaassociazione di categoria in colla-borazione con il Comune: ora sitratta di renderlo esecutivo, pre-sentandolo alla Regione per cer-care di ottenere un finanziamen-to. Secondo gli operatori del set-tore, un piano di rilancio dei ne-gozi di vicinato indispensabile,considerato che la via Emilia siriempir presto di nuovi centricommerciali destinati a fare con-correnza alle attivit a conduzionefamigliare.

    n. 09 - 07 maggio 200914 San Giuliano Milanese7 GIORNI - [email protected]

    Serenella, un quartiere da ripensareViabilit, commercio, vita sociale: i punti critici su cui i futuri amministratori sangiulianesi dovranno lavorare

    Daniela Di Maggio

    Laltra sinistracorre con lexvicesindaco emerso con chiarezza che nelPd e nella la lista civica ViviBene San Giuliano - si leggenella nota della lista Verdi e si-nistra per San Giuliano - pre-valgono posizioni ostaggio diveti e di personalismi a dannodella coalizione di centrosinistrae della citt. Questo comunica-to stampa, unito a quello di Ri-fondazione Comunista, eviden-zia la frattura avvenuta allinter-no della sinistra. Da un lato Gi-na Greco, presidente del consi-glio di amministrazione dellasociet Rocca Brivio, sostenu-ta da Pd e liste Italia dei valori eVivi bene San Giuliano, sentitacome candidata fresca, espres-sione del nuovo, come ha sot-tolineato Antonio Cavaliera, co-ordinatore del Pd. Dallaltra,lex vicesindaco Giovanna Bu-gada, scelta dalla parte estremadella vecchia alleanza - Rifon-dazione comunista, lista Verdi esinistra per San Giuliano, Co-munisti Italiani - nonch dalmovimento Fare bene la nostracitt, nato spontaneamente frapersone che intendono limpe-gno politico come servizio. Quanto alle ragioni per cui for-ze diverse nel centrosinistra ab-biano deciso di candidare mecome sindaco - puntualizza laBugada - ritengo sia perchcondividono metodo di lavoropartecipato e democratico cherende i cittadini protagonistidella vita politica.

    Elisa Murgese

    Col supporto dei Verdi

  • n. 09 - 07 maggio 2009 157 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610 Mediglia

    Il movimento civico continua lasua lotta contro la realizzazionedellimpianto di gassificazione neipressi di Bustighera.Una battaglia questa, iniziata perproteggere la comunit non solodalla costruzione di un ecomo-stro, dimostrato dannoso per lasalute dei cittadini, ma anche daivari soggetti decisionali che perqualche strano motivo non si so-no o non si stanno comportandocome dovrebbero.Noi siamo fermamente determi-nati a portare a casa lunico risul-tato che riteniamo utile e ammis-sibile per la cittadinanza che quello del blocco totale del pro-getto spiega Michele Ronchi,presidente de La Fenice per Me-diglia.Oltre al gran lavoro gi svolto, dalpreparare le osservazioni restie al

    progetto allorganizzazione di in-contri con esperti, attualmenteLa Fenice, sta mettendo incampo, per ottenere un esito fa-vorevole, altre azioni, tra cui unesposto alla Procura della Repub-blica per chiedere al procuratoredi verificare se, nelle gravi irrego-larit amministrative che hannoportato a questa situazione, nonsi possano prefigurare anche deiprofili penali. Tuttavia fin dallinizio qualcosanon quadrava.Come mai Manlio Cerroni pre-sent un progetto che in teorianon aveva nessuna speranza diessere approvato? Forse perchnutriva ragionevoli possibilit diriuscita? Presumibilmente allora esistonodelle forze che sostengono il pro-getto della MSE, riporta Ronchi,ribadendo che i soggetti che han-no favorito lavvento di questa si-tuazione continuano a lavorarenellombra o che comunque nonsi stiano opponendo con la ne-cessaria efficacia affinch questafaccenda si risolva in modo sod-disfacente.Gli stessi soggetti che, tempo fa,hanno firmato gli atti autorizzativiconcernenti linstallazione di unsito di rifiuti a Bustighera, come ilsindaco Carla Andena o lasses-sore provinciale allambiente.

    16.000 sono pochi per arruolare un serioe competente professionista del settore

    Il parere del movimento civico La Fenice per Mediglia, capofila del fronte del no al gassificatore

    Difatti, La fenice sta lavorandoper costruire unalternativa a que-sta amministrazione che, secon-do la sua linea, non merita la fi-ducia della comunit.Il nostro sogno rivela il suopresidente cambiare in ma-niera radicale questo clima e que-sto assetto socio-economico checaratterizza le aree del territorioriconducendo le problematichedel territorio di Mediglia, in termi-ni progettuali e di gestione, nellemani dei cittadini.Ma ritornando alloggettiva con-temporaneit il movimento nonpoteva che esprimere il propriodissenso, come ha fatto altres ilPd, in merito al bando istituitodal comune per il servizio di con-sulenza tecnica inerente allim-pianto di gassificazione.Le osservazioni riportare, sonostate presentate attraverso unin-terpellanza riguardante in primisla nomina di uno o pi espertiche non dovrebbe dipendere dal-le scelte di qualche funzionariocomunale non esperto a 360della materia in questione e che16.000 siano effettivamentepoche per arruolare un serio ecompetente professionista delsettore.Ma fortunatamente La Fenicevigila su tutto.

    Maurizio Zanoni

    Questione gassificatore, il Comu-ne chiede agli esperti per capircimeglio. Il Comune ha indetto unagara dappalto: al vincitore verraffidata la gestione del servizio diconsulenza tecnico-scientifica sulprogetto presentato a ridosso del-le vacanze natalizie dalla societMediglia Servizi Ecologici, conte-stato dalle amministrazioni comu-nali del circondario e dalla stessaMediglia. La selezione rivolta a professio-nisti, societ, studi professionali eassociazioni temporanee, in pos-sesso di comprovata esperienza.Le offerte devono pervenire alComune di Mediglia entro il 7maggio. Rileviamo la particolarecomplessit di questo progetto,soprattutto dai punti di vista am-bientale, dellinquinamento e del-le infrastrutture spiega lAmmi-nistrazione comunale nel bando -. Intendiamo pertanto selezionareuna struttura esterna o un singo-lo professionista di supporto alComune. Un gruppo di cittadini contro ilgassificatore ha distribuito neigiorni scorsi nella vicina Paulloalcuni volantini con lo scopo disensibilizzare la popolazione inoccasione di un incontro con ilpresidente della Provincia FilippoPenati.

    Lorenzo Invernizzi

    Il Comune cercaconsulenti tecniciper il gassificatore

    IL FATTO

    Dai politici moltestrumentalizzazioniCi sono molti politici che inperiodo di campagna elettoraleapprofittano della vicenda gas-sificatore, senza essersene maiinteressati, esclusivamente perconquistare i voti degli eletto-ri. Solo in pochi hanno rispostoallappello de La Fenice perMediglia per il coinvolgimentoattinente alla contestazione delprogetto della MSE: Tribiano,Paullo, Culturano, Dresano,Settala e qualche altro perso-naggio politico, come AntonioFalletta, al momento in corsaper le amministrative di Pe-schiera Borromeo, o MassimoGatti, consigliere provinciale.Inoltre, tutti quelli che sem-bravano avere intenti pi lode-voli alla fine pare abbiano ca-valcato questa storia in modoambiguo per fare della politicacome il comitato dei cittadini diMediglia che ha appoggiatolamministrazione comunale. Ilproblema gassificatore va al dil delle questioni elettorali,spiega il capogruppo del movi-mento Pierangelo Avanzi. Ecos andrebbe fatto!

  • n. 09 - 07 maggio 200916 Speciale Cantando con le stelle7 GIORNI - [email protected]

    Anche questanno il Bar Charlie Brown diMombretto si sta prodigando per riproporrelattesa manifestazione canora. Sponsor me-diatico della manifestazione la nostra CasaEditrice con le due testate 7giorni -il giorna-le del sud est Milano e 415 Express il gior-nale della Paullese.Giunta alla terza edizione, Cantando con leStelle, ha voluto rinnovarsi nuovamente ac-corpando allormai noto e consolidato karao-ke musicale un concorso di bellezza, in cui leragazze della zona sono invitate a sfilare sulpalco per provare a conquistare il titolo diMiss 2009.Non mancheranno anche momenti di intrat-tenimento come show, cabaret ed esibizionidi danza.In particolare le prime due serate saranno de-dicate ai concorsi principali, mentre nel gior-no conclusivo si potr assistere, inizialmente,ad una dimostrazione di magia ad opera diun mago proveniente da Eurodisney, per al-

    lietare i pi piccoli, per poi proseguire conuno spettacolo e alla presentazione dei rispet-tivi vincitori.Levento, che coincider con le date del 26,27 e 28 giugno, andr in scena presso il risto-rante Vecchio Ristoro di Bustighera, il qua-le verr allestito ad hoc per loccasione.Un momento questo, organizzato da Pieran-gelo Avanzi, uno dei soci del Charlie Brown,volto non solo al divertimento ma anche allascoperta del puro del talento vocale.Cantando con le Stelle, infatti, sta diven-tando unimportante vetrina, basti considera-re le migliaia di persone accorse lo scorso an-no per assistere alla manifestazione, in cuiogni partecipante ha la possibilit di distin-guersi e mettere in risalto la propria voce e leproprie qualit.Per ulteriori informazioni e per scaricare i mo-duli di partecipazione si pu visitare il sito in-ternet www.cantandoconlestelle.it

    7giorni Movies a cura di Riccardo Pescehttp://[email protected]

    al cinema: EARTH LA NOSTRA TERRA in dvd: SI PU FARE

    Cinque anni di lavoro, mille ore digirato, set in tutto il mondo, tecnichedi ripresa innovative e nessun effettodigitale ecco alcuni aspetti di questodocumentario, presentato al cinemada Disneynature, nuova etichetta diproduzione, evidentemente proiettataalla documentaristica, della casa diTopolino. Nonostante il genere siaantico i documentari nascono insie-me al cinema e prosperano con latelevisione alcuni momenti, alcunesequenze, alcune riprese lascianosenza fiato per la bellezza naturale delnostro mondo e per la impressionanteperizia tecnica con cui sono realizzate.Peccato per la scelta non felicissima di

    Paolo Bonolis come narratore e per qualche sciatteria. A un punto sidice: C il rischio di morte certa. Tralasciando questi piccoli parti-colari, merita la visione.

    Dopo Amore bugie e calcetto un altrobel film italiano, sempre con Claudio Bi-sio, ingiustamente sottovalutato dalpubblico. Eppure si tratta di una pellico-la gradevolmente ironica, ma anche ric-ca di spunti di riflessione e capace di il-luminare una porzione di mondo spessonascosta, quella del disagio psichico edellabbandono sociale e istituzionale che molti pazzi subiscono tuttora. Lastoria quella di una delle tante coope-rative che hanno cercato e cercano tut-tora di aiutare chi rimasto indietro,senza pietismi, ma con la forza delleidee. E ovviamente il primo a beneficiar-ne sar il normale protagonista. Uncast ottimamente assortito rende il tutto

    credibile, con nota di merito particolare a Claudio Bisio, attore ormai po-livalente che merita considerazione anche nellambito serio.

    VIDEO MAGIKNoleggio DvD 24 H

    viale Risorgimento, 62 - Pantigliate - tel. 02.90.60.51.98

    Cantando con le Stelleraddoppia con le Miss

    La terza edizionedella affermata

    kermesse canora del Charlie Brown

    al via fra 50 giorni.Lorganizzazioneapre le iscrizioni

  • n. 09 - 07 maggio 2009 17Pubblicit7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Cooperativa Edilizia Dante

    APPARTAMENTIE NEGOZI

    INFORMAZIONI & ASSEGNAZIONIVia Matteotti 2 - Peschiera BorromeoLun.-Sab. h. 9.00-12.00 e 15.00-19.00

    Tel. 02.54.75.174 email [email protected]

    ASSEGNA SU AREA LIBERAin PESCHIERA BORROMEO

    ADIACENTE STAZIONE MM3 PROSSIMA REALIZZAZIONE

    A PARTIRE DA

    2.500/mq

    375.000 165.000

    Peschiera Borromeo Peschiera Borromeo

    Ultime disponibilit, pronta

    consegna, rifiniture di pre-

    gio, due locali, piano

    primo con cantina e box

    4 locali totalmente ristrutturato

    con box doppio e cantina

    prezzo trattabile

    160.000 270.000

    Peschiera Borromeo Vigliano di Mediglia

    trifoglio ampio 3 locali tutto

    ristrutturato, ampio

    terrazzo a/c

    box e cantina

    ampio 3 locali con cucinaabitabile. Piano alto. Ottimoper giovani coppie.

    SOLO 150.000

    Triginto di Mediglia

    In recentissima minipalazzina

    monolocale di 40 mq +

    taverna rifinita +

    patio esterno e giardino.

    200.000 155.000

    Bettolino di Mediglia Peschiera Borromeo

    Recente bilocale con giar-

    dino privato, box e ampia

    cantina; edilizia libera.

    3 locali con cucina abitabi-

    le, piano alto semiristruttu-

    rato, libero subito

    230.000 269.000

    Peschiera Borromeo Peschiera Borromeo

    Ampio tre locali con giardino

    composto da :ingresso, sog-

    giorno, cucina abit. due came-

    re, due bagni, box e cantina.

    Ultimo piano 3 locali con k abi-

    tabile + terrazzo.

    350.000

    Peschiera Borromeo

    Villetta bifamiliare con ampio

    box, taverna, lavanderia, 2

    posti auto libera subito

    MEDIGLIAMEDIGLIApronta consegna, in minipalazzina,pronta consegna, in minipalazzina,

    bilocale con posto auto, bilocale con posto auto,

    balcone, ottime rifiniturebalcone, ottime rifiniture.

    EURO 160.000EURO 160.000

    W W W . C A S T E L L O I M P R E S A . C O MPeschiera Borromeo - via Matteotti 16 Tel. 02.55.30.32.52

  • n. 09 - 07 maggio 200918 Pubblicit7 GIORNI - [email protected]

    www.babyjungle.net

  • n. 09 - 07 maggio 2009 19Pantigliate - Rodano7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Sono tre, almeno per il momento,i candidati alla carica di sindacodi Rodano: Danilo Bruschi, Do-nato Gaeta e Michele Comaschi.Bruschi, classe 57, originariodel bresciano. Correr con la listacivica Progetto Rodano. Il pro-fessore universitario di informati-ca vive a Rodano dal 93 con lamoglie e due figli. La centralitdella persona ed i suoi bisogni dice Bruschi sono il tema intor-no al quale ruota il programmaelettorale di Progetto Rodano. Lingegnere Donato Gaeta, inve-

    ce, luomo della lista civicaGente di Rodano. Gente diRodano aveva fatto la sua primacomparsa nei mesi scorsi in unmodo inconsueto, attraverso ma-nifesti e lettere anonime di ringra-ziamento a tre consiglieri comu-nali di opposizione. Gaeta, 44 an-ni, vive a Rodano dalla fine deglianni Novanta con la moglie e duefigli. Le nostre priorit dichiara saranno larredo urbano, la ma-nutenzione della cosa pubblica, ilcontrollo del territorio e il coordi-namento delle attivit delle asso-ciazioni del paese. Rodano Futura, la compagine

    che attualmente amministra ilpaese con Ernesto Marazzi, ha in-vece schierato lattuale vicesinda-co Michele Comaschi. Il 35enneComaschi, spiegano gli attivisti diRodano Futura, il pi giovanecandidato sindaco mai avuto nel-la storia del Comune. La lista appoggiata da PdL e Lega Nord.Il nostro spirito dichiara Coma-schi sapersi rinnovare e altempo stesso rimanere fedeli agliideali che hanno contraddistintoloperato della squadra di gover-no del paese. Puntare sui giovani

    preparati e forgiati con l'esperien-za di chi ha gi operato, perchdiventi la squadra della RodanoFutura.

    Il paese al voto: tre candidatiin lizza per una poltrona

    RODANO* Liste civiche a confronto

    Un candidato imprenditoreper battere il centrosinistra

    Mario Orfei luomo scelto da PdL e Lega per conquistare il governo cittadino

    Mario Orfei, classe1955, imprenditore disuccesso, il candida-to proposto dal Popolo della Li-bert con lappoggio della LegaNord, alla carica di sindaco delcomune di Pantigliate.Una candidatura che vuole for-nire un segnale forte nei con-fronti della comunit, indiriz-zando tutti gli sforzi alla risolu-zione dei principali problemiche affliggono il territorio attra-verso una visione sovra-comu-nale e ad una cooperazione conle altre amministrazioni del-larea, sia per quanto riguardagli aspetti di programmazionesia per la gestione delle risorse,condizioni necessarie per il giu-

    sto funzionamento del Paese.Vogliamo imprimere nei fattiuna svolta amministrativa nelladirezione della modernit e delbenessere, un nuovo indirizzodopo un decennio ininterrottodi centrosinistra, quello stessoche oggi si fa chiamare lista ci-vica, espone Orfei criticandola mancanza di coraggio dei ri-vali elettorali a confrontarsi po-liticamente a viso scoperto.Lintenzione del candidato, incui il centrodestra ha riposto lesue speranze, di poter dare unopportuno ricambio al governocittadino, visto e consideratoche a Pantigliate il centrosini-stra alla carica da parecchiotempo.Credo di essere la giusta sinte-

    Maurizio Zanoni

    si per questo comune prose-gue il candidato Pantigliate simerita qualcosa di pi, spie-gando che solo qualcuno conesperienze maturate in campi esettori diversi potr garantire unconcreto e reale salto di qualit. Orfei, dal momento che svolgepraticamente da sempre la suaattivit professionale nel Sud-Est Milano, conosce bene il ter-ritorio, le sue realt e i problemirelativi alla sua gestione: sicu-rezza, ambiente, assistenza, via-bilit.Ed proprio la sicurezza il pri-mo punto del programma cheintende affrontare, consideratoche i fenomeni di microcrimina-lit si vanno estendendo e chela cittadinanza ha bisogno di unintervento deciso e risolutivo.Inoltre, il candidato ritiene mol-to importante dare vita a unluogo di riconoscimento colletti-vo e di identit cittadina, chenon pu che ripartire dal rifaci-mento della piazza centrale delpaese.

    La coalizionepu contare su

    un personaggio che esperto conoscitore

    della realt locale:sicurezza e identit

    cittadina sono le basidel programma

    Il territorio

    Danilo Bruschi

    Donato Gaeta

    Michele Comaschi

    Mario Orfei

  • n. 09 - 07 maggio 200920 Segrate7 GIORNI - [email protected]

    Entro il 2013 verr creato un nuo-vo grande centro residenziale traSan Felice e lIdroscalo, nellexarea Ibm. Oltre al centro commer-ciale e alla nuova zona alberghie-ra, questa la realizzazione decisanel Consiglio comunale del 19marzo. Il complesso ricoprir253.000 mq di territorio, di cui cir-ca 100.000 saranno quelli dovesorgeranno gli edifici a uso abitati-vo. Vi saranno anche un edificio adestinazione commerciale e altriatti ad ospitare le scuole dellobbli-go. Si calcola che il complesso po-tr ospitare un totale di ben 3000nuovi abitanti. Negli intenti, gli edifici avrannounestetica accattivante e sarannorispettoso dellarea verde dove ri-cadono. Sei palazzi a forma di C,divisi in due gruppi di tre, a formadi semicerchio e posizionati lunodi fronte allaltro. Al centro delcomplesso vi sar una grande areaverde di pertinenza residenziale,mentre allesterno la viabilit com-prender una strada di contorno,

    parcheggi a raso e una zona verdemolto estesa che far da filtro colcontesto circostante. La necessit di numerosi parcheg-gi verr risolta con la costruzionedi un piano interrato, al di sotto siadei palazzi che di una parte delcontorno. Oltre ai parcheggi, il pia-no ospiter anche tutto il gruppodelle cantine. Laccesso a tutto il complesso sargarantito da rotatorie che lo con-netteranno alla viabilit dellaSp160 e della Sp15 bis. La prima la strada provinciale che connet-te la Rivoltana con la Paullese, laseconda la provinciale che con-giunge la Rivoltana con labitato diPeschiera Borromeo. Un occhioparticolare dedicato allambien-te, visto che realizzazione ricade inuna parte dellarea del Parco Agri-colo Sud Milano. In questa porzio-ne non sono previste edificazioni,ma opere di potenziamento delverde esistente.

    Simone Fanciulletti

    253.000 metri quadrati peril nuovo centro residenzialenellex area dellIbm

    Approvato in Consiglio comunale a marzo

    La festa dellAidoa Cascina Commenda

    Musica, spettacolo e cabaret per la solidariet

    Venerd 15 maggio alle ore21.00 si terr alla CascinaCommenda di Segrate laprima festa del gruppo segratesedellAssociazione Italiana Dona-tori Organi. Il gruppo nato aluglio e lo scopo quello di pro-muovere lassociazione in que-sto territorio, anche al fine di au-mentare il numero di sostenitori.Sono stati invitati il sindaco diSegrate, Adriano Alessandrini, etutti gli assessori e ci sarannorappresentanze locali di benquattro associazioni: ProtezioneCivile, Associazione NazionaleAlpini, Associazione NazionaleCarabinieri e Asso-ciazione NazionalePolizia di Stato. La serata sar carat-terizzata da esibizio-ni di primordine.Spicca la presenzadel noto cantanteMemo Remigi. Siesibir anche unagiovane cantante epromessa segratese,Cristina Vaira. YukoYamaguchi e SaraLigas, apprezzatissi-mo duo musicale,eseguiranno brani dimusica classica, ri-spettivamente con ilpianoforte e con ilflauto. Oltre a performancemusicali, la serata siarricchir anche dialtre espressioni arti-

    stiche e talentuose: vi saranno lemagie del mago Max, anchegligi conosciuto a livello regionalee i suggestivi balli della scuolaAhy Na Ma Club di Segrate. Levento sar caratterizzato an-che da una sottoscrizione a pre-mi, la cui estrazione verr effet-tuata al termine della serata.Questa molto importante, poi-ch il netto del ricavo sar devo-luto per la ricostruzione di uncentro civico nel terremotatopaese di Castelnuovo dAbruzzo.Bruno Ghidini, presidente del-lAido Segrate, ci tiene a sottoli-neare che la manifestazione aperta a tutti i cittadini segratesi:Vi aspettiamo numerosi. Lin-gresso gratuito.

    Simone Fanciulletti

    Associazioniinsieme perCastelnuovo

    Fondi per lAbruzzo

    Nel territorio si moltiplicano le ini-ziative a sostegno del progettoSegrate per Castelnuovo, cheprevede la ricostruzione di un cen-tro civico nel paese abruzzese di-strutto dal terremoto. Nelle scorsesettimane un tir carico di aiuti erapartito alla volta del paesino terre-motato e ed era stata aperta unasottoscrizione per il centro civico. Adesso, ben quattro diverse inizia-tive di altrettante associazioni se-gratesi sono le prime di una serie.Il sindaco Adriano Alessandrini insettimana ha incontrato le associa-zioni e molte altre si stanno attivan-do per realizzare eventi e raccoglie-re fondi. Delle quattro, comincerlAssociazione Italiana DonatoriOrgani, il 15 maggio alla CascinaCommenda, alle ore 21.00. Saruna manifestazione con esibizionimusicali, balli e magia, con unasottoscrizione a premi. Il 24 mag-gio ci sar la Segrate Happy Voi-ces, evento canoro e teatrale cheoccuper il Palasegrate dalle15.30. Liniziativa promossa dal-lassociazione Arciallegri, dai corisegratesi e dalla compagnia teatra-le Gli improbabili. Sabato 6 giugno, alle 21.00 anco-ra presso la Cascina Commenda,sar di nuovo la volta del teatro. Iltitolo della rappresentazione Non ci sono pi le favole di unavolta, promossa dallassociazioneTeatro nel Cuore e scritta da Ma-rina Negri. Il 20 giugno, invece, laPro Loco organizza due gite, una aStresa e una ad Arenzano. La quo-ta di partecipazione di 20 euro apersona e tutto il ricavato andr afavore di Castelnuovo.

    Bruno Ghidini, presidente Aido di Segrate

    La sede della Mondadori, accanto a cui sorger il nuovo complesso residenziale

    A SEGRATE CI TROVI :Bar Roma via Roma 15Bar Vitali via Gramsci 6Bar Centrale via 25aprile 27Banca Barclays via 25 aprile 37 Bar Gran Paradiso Via Paradiso 7/9Pirola abbigliamento via Gramsci 18 NOVEGRO in tutti i negozi

    SAN FELICE nei negozi del CentroCommercialeREDECESIOBar Biba via Emilia 18 Bar colonne viale Abruzzi Edicola cartoleria Redecar via Emilia 23Bar Sport via Trieste 1Panificio Le Fornarine viale Abruzzi 58

    Bar Santo Stefano via Abruzzi 52Pizza Pazza via Abruzzi 41Panetteria via Trento 31 LAVANDERIEHappy Bar via Borioli 32/b

    Se hai un attivit commerciale, un associazione, un negozio,

    un pubblico esercizio e vuoi ospitare 7giorni

    chiama lo 02.39.84.60.31oppure invia una mail

    a [email protected]

  • n. 09 - 07 maggio 2009 21Paullo7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Vola Settalae il centrodestra si spacca

    SETTALA*

    Una rotondaa provadi autobus

    Il commento di Papalia

    Il centrodestra schiera il suouomo. Paolo Giacomo Fer-rario rappresenter Popolodella Libert e Lega Nord alleelezioni comunali di giugno.Loutsider Ferrario, 62 anni, spo-sato da 37, due figli, avvocatodi professione e non ha mai ri-coperto cariche politiche a Paul-lo. La storia della sua famiglia,di origini antiche, corre a dop-pio filo con quella del comune. Attualmente Ferrario risiede aCascina Cossago, dove possie-de unazienda agricola. Lavvo-cato ha illustrato i giorni scorsile linee guida del suo program-ma, in occasione di un incontrocon i cittadini, moderato dal di-rettore del settimanale La Gaz-zetta del Sud Milano Gianfran-co Baccinelli. Alla presentazionedel candidato seguito il dibat-tito con i residenti: sul piatto an-che il tema della sicurezza, par-ticolarmente caro ai politici dicentrodestra ed emerso anchenel confronto tenutosi con i cit-

    tadini durante lincontro. A questo proposito, interessantelesperienza raccontata da unadonna, madre di tre figli, che harilevato come ultimamente siadifficile dormire sonni tranquillisapendo che gli adolescenti so-no fuori casa la sera.Proprio per evitare questo ge-nere di disagi ha detto Ferrario si potrebbe istituire in zona unservizio di trasporti circolare,come una sorta di Atm, che ga-rantisca brevi collegamenti. Per igiovani e non solo, invece, oc-corre organizzare iniziative adhoc e realizzare un centro poli-funzionale, per attivit ricreativee culturali rivolte a tutte le fascedi et, dal bambino al nonno.A questo genere di interventi,ha spiegato lavvocato, tra lal-tro anche vicepresidente dellafondazione De Marchi, va as-sociato il presidio del territorioda parte dei vigili urbani.

    Lorenzo Invernizzi

    Il centrodestra si affida a Ferrario

    un avvocato il candidato sindaco di PdL e Lega

    La rotatoria ha le giuste dimensio-ni: parola di comandante. Il capodei vigili Stefano Papalia difendeil progetto della nuova rotatoria divia Milano: alcuni automobilistilamentavano che fosse troppopiccola. La sua realizzazione spiega il comandante da pocoterminata. Il disagio per i residen-ti stato circoscritto ai giorni deilavori. I maggiori problemi eranostati riscontrati durante lorario dipunta mattutino. Alcuni cittadini, tuttavia, sosten-gono che la rotatoria renda pidifficoltosa la viabilit per i ca-mion. Il transito dei mezzi pesan-ti dal centro abitato obbietta Pa-palia interdetto ormai da tem-po. Il problema, quindi, non si po-ne. La rotatoria invece abitual-mente attraversata dagli autobusdi linea: su quel versante, per,non sono state riscontrate criticit.Della questione me ne sono occu-pato personalmente in collabora-zione con un ingegnere di Auto-guidovie Italiane, lazienda chegestisce il trasporto pubblico inzona. Abbiamo provato a far tran-sitare dalla rotatoria anche auto-bus doppi: non ci sono stati pro-blemi. La realizzazione della nuova ro-tonda, disposta dallAmministra-zione comunale uscente di Clau-dio Mazzola, ha contribuito alme-no in parte a circoscrivere i pro-blemi per la viabilit in zona, giinteressata dai disagi per i lavoridi riqualificazione della Paullese.Proprio in tempi recenti, la via Mi-lano era stata teatro di un inciden-te mortale, nel quale perse la vitauna bimba di 10 anni. La piccola,originaria dellEcuador, era statainvestita da unautomobilista resi-dente nella vicina Settala. Semprein tema di viabilit, lAmministra-zione Mazzola ha previsto cospi-cui investimenti per il potenzia-mento della rete ciclabile.

    Specchiettirotti? solouna truffa

    Massima allerta in auto

    Un balordo le mostra in manoalcuni vetri rotti, millantando diaver subito un danno allo spec-chietto dellauto. Ma lei non labeve e manifesta la volont dichiamare le forze dellordine: iltruffatore scompare in un atti-mo. successo nei giorni scorsia unautomobilista in paese, av-vicinata da un extracomunitarioal volante di unautomobile gri-gia. Lespediente sempre lo stesso.Mostrando in mano alcuni vetrirotti, i truffatori pretendono ilpi delle volte un risarcimentoin denaro. Con il loro atteggia-mento di supponenza mettonola loro vittima con le spalle almuro. Appena sentono le paro-le vigili e carabinieri, per,scompaiono subito. Anche nella vicina Pantigliate sisono verificati episodi analoghi:il pi delle volte sono gli anzia-ni le vittime dei raggiri. Fino apoco tempo fa, un posto getto-nato per le truffe dello spec-chietto era il parcheggio da-vanti al supermercato Esselun-ga, un luogo che i malviventinon hanno pi scelto grazie al-limpegno dei vigili di Rodano ePantigliate nel presidio del terri-torio.

    L.I.

    La lista civica Vola Settalaschiera Carlo Spinelli e il centro-destra si spacca. Da un lato c ilgruppo degli ex AlessandraMercanti, Franco Tagliaferri eFrancesco Manzi. Dallaltro VolaSettala con la Lega Nord. Mer-canti, candidata sindaco per ilPdL, ha fatto parte fino a pochimesi fa della giunta di EnricoSozzi in qualit di vicesindaco eassessore alle Politiche sociali. In-sieme a lei era stato estromessoanche lo zio Franco Tagliaferri.Tagliaferri, che stato sindaco diSettala per diversi lustri, ha rico-perto nella legislatura di Sozzi lacarica di assessore alla Program-mazione Territoriale. Manzi, inve-ce, si dimesso circa due anni fadalla sua carica di consigliere co-munale per Vola Settala, coalizio-ne contro la quale ora dice pestee corna. In controtendenza rispetto allapolitica nazionale, osservano isimpatizzanti della lista civica at-tualmente guidata da Achille Er-ba, la Lega Nord a Settala correseparata dal PdL. A capo di unaterza lista, invece, c lattuale pri-mo cittadino Enrico Sozzi, che siricandider per il secondo man-dato. Anche i grandi amori fini-scono: una foto, pubblicata nelprecedente programma elettoraledi Settala Democratica, ritraevaSozzi e Tagliaferri che si davanola mano.

    Lorenzo Invernizzi

    Paolo Ferrario

    GE.SE.P.IMPRESA DI PULIZIE

    Specializza nella pulizia di UFFICI - CONDOMINI - NEGOZIAPPARTAMENTI - MAGAZZINI

    Traamento coo, legno, pietre, marmo

    PESCHIERA BORROMEOVia Liberazione 57/a

    Tel. 02.55.30.54.81 Fax 02.51.65.71.13

  • n. 09 - 07 maggio 200922 News dalle Aziende7 GIORNI - [email protected]

    Dal 1952 una preziosa risorsa per il territorio

    PESCHIERA - Essere, vivere eabitare in cooperativa. E questo lo slogan del primoBilancio di responsabilit socia-le della Cooperativa EdificatriceLavoratori, uno strumento dicomunicazione e trasparenzanato per valorizzare le numero-se attivit sociali messe in cam-po ogni anno da CoopCel. Non solo un rendiconto deicantieri e degli utili, come inve-ce lo sono i bilanci tradizionali,ma un vero e proprio raccon-to della vitalit dellEdificatriceLavoratori, riletta attraversoquei valori che la rendonounimpresa di qualit e certezza,dove la qualit degli interventiedilizi sempre coniugata conprezzi accessibili e al di sotto delmercato, per rispondere ai biso-gni abitativi delle persone. Mentre il mercato immobiliare in calo, la cooperativa di Pe-schiera mantiene una posizionesalda e punta al rilancio con larealizzazione di case a prezziconcorrenziali, affitti a canoneconcordato ed edificazioni inedilizia convenzionata. Sfogliano le pagine del nostroBilancio sociale spiega SergioBombelli, presidente di Coop-Cel- emerge un sistema di valo-ri cresciuto negli anni insieme ainostri soci. Per noi, essere una cooperativasignifica creare un luogo apertoalla socialit e allo sviluppo del

    territorio, nel quale ogni sociopossa riconoscersi. In pi dimezzo secolo di attivit, lEdifi-catrice riuscita a creare scam-bio di valori etici, a costruire unrapporto di fiducia e di intera-zione con il mondo dellassocia-zioni, delle scuole e di tutte lerealt pi significative presentiin zona. Abbiamo realizzato numerosiinterventi edilizi continuaBombelli- e il nostro impegno sempre stato quello di creare unequilibrio sui temi dellabitare edel vivere in cooperativa. Abbiamo costruito, e reso stabi-le negli anni, un rapporto soli-dale con il nostro territorio. Unvalore aggiunto di cui siamo fie-ri di essere i protagonisti. Conoltre mille abitazioni costruitenei primi 50 anni di attivit, Co-opCel ha realizzato interventi afavore delle persone e delle fa-miglie in tutto il Milanese: daPantigliate e Peschiera, a Medi-glia, Settala Paullo, Tiibiano,Locate Triulzi e Landriano nellaparte Sud dellhinterland, maanche in zone significative diMilano citt, come le edificazio-ni del quartiere Montecity eChiesa Rossa. I soci sono 2.420 soci, di cui1.020 donne. Una sezione del bilancio sociale dedicata agli standard di qua-lit delle case per i soci, alla pre-venzione e alla sicurezza nei

    cantieri per tutelare i lavoratori,ma anche la professionalit deidipendenti di CoopCel. Due icantieri aperti in questi mesi. A Paullo, in via sacco e Vanzetti,sono iniziati i lavori per la realiz-zazione di una palazzina immer-sa nel verde con 44 apparta-menti, mentre a Peschiera staper partire un intervento in 167. Si tratta di 66 appartamenti inedilizia convenzionata, di cui 8alloggi da destinare allaffitto acanone calmierato. Per andare incontro alle difficol-t economiche delle persone inun momento di crisi cos pesan-te come quello attuale, i soci po-tranno ottenere lassegnazionedella propria casa versando soloil 20% del costo finale. Abbia-mo concordato delle fideiussio-ni con unimportante istituto as-sicurativo assicura Bombelli-per offrire maggiori garanzie suiversamenti dei nostri soci. Questo significa, nel concreto,che ogni socio sar sostenuto egarantito in tutto il percorso diacquisto, dallassegnazione del-la casa fino al rogito. I soci nonperderanno un centesimo degliacconti versati e del saldo finale. Abbiamo studiato, inoltre, mo-dalit di pagamento personaliz-zato.

    Patrizia Tossi

    PESCHIERA E una paginaimportante della storia localequella ha visto nascere la Coo-perativa Edificatrice Lavoratori,fondata nel 52 da un gruppo di89 lavoratori, diventati protago-nisti di una svolta importanteper la citt. Hanno unito le for-ze per costruire delle case da as-segnare ai primi soci e, per que-sto, hanno lavorato gratuita-mente per mesi in un cantiereallestito in quello che adesso diventato il centro di Peschiera,davanti al municipio, tra viaDue Giugno e Papa GiovanniXXIII. Si davano da fare comepotevano, dedicando tutto iltempo libero, che ai quei tempiera davvero poco perch in fab-brica o nei campi si lavora sodoper tutta la settimana, al cantie-re della Cooperativa. E stataunimpresa epica, come al mon-do ce ne sono poche. Oltre alleabitazioni date in affitto a prez-zo popolare, i soci fondatorihanno costruito, mattone dopomattone, anche una sede stabi-le per lEdificatrice e uno spac-cio per la Famigliare, la primacooperativa di consumo nata aPeschiera nel 1921. E questala nostra storia -dice SergioBombelli, presidente di Coop-Cel- lidentit della nostracooperativa, che abbiamo volu-to raccontare e valorizzare nelbilancio sociale. Da quei tempidi strada ne abbiamo fatta. Sia-mo cresciuti, siamo diventatiuna realt importante e radica-ta nel territorio. Abbiamo pi di2 mila soci, ma il nostro obietti-

    vo principale quello di costrui-re case di qualit a prezzi conte-nuti, tenendo sempre gli occhipuntati sui valori del movimen-to cooperativo e sui temi del-labitare. Costruiamo ogni gior-no un rapporto intenso con inostri soci e con il territorio checi circonda. Negli anni Cin-quanta, per due anni interi uo-mini e donne hanno lavoratoinsieme per un obiettivo comu-ne. A quei tempi avevo 14 an-ni e seguivo mio padre nel can-tiere -racconta Annibale Mazzo-la, figlio del fondatore Carlo,poi diventato il primo sindacodi Peschiera- per noi ragazziniera unoccasione per incontrarsie stare insieme. Il nostro era unpiccolo comune agricolo, tuttigli abitanti erano coinvolti inquel lavoro, svolto con passionenel tempo libero. Sono 89 i no-mi dei soci fondatori, tutti ricor-dati su uno stendardo diventatoil simbolo della CoopCel. Era-vamo molto poveri -ricordaClemente Caccialanza, oggi nelcda di CoopCel- lunica cosache ci ripagava di quelle faticheera un panino e un bicchiere divino. Un tempo si lavorava infabbrica o nei campi per tutta lasettimana, lunico giorno liberoera la domenica. Il giorno di fe-sta veniva usato per costruireinsieme le case per chi aveva la-vorato a quel progetto. Cera lapassione, la volont di dare unfuturo ai giovani. Tutti si sonodati da fare per unideale.

    Patrizia Tossi

    Il Bilancio di responsabilit socialedella Cooperativa EdificatriceLavoratori: Solidariet e Sussidiariet

    La nuova realizzazione in via Sacco e Vanzetti a Paullo

  • n. 09 - 07 maggio 2009 23Amici a quattro zampe7 GIORNI - tel. 02.3984.6031 - fax 178.2731.610

    Molte persone che avver-tono lesigenza di vive-re con un amico aquattro zampe, o gi vi convivo-no, devono affrontare il proble-ma dei regolamenti condominia-li che proibiscono la presenza dianimali. In realt sono numero-se le sentenze che sanciscono achiare lettere che nessun regola-mento o assemblea condominia-le pu limitare il diritto di pro-priet e che quindi non possibi-le impedire in alcun modo di te-nere animali i